Paola Ferrari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Paola Francesca Ferrari (Milano, 6 ottobre 1960[1][2]) è una giornalista e conduttrice televisiva italiana.

Attiva in RAI fin dagli anni novanta, ha condotto i principali programmi sportivi della televisione pubblica, come La Domenica Sportiva e 90º minuto.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha debuttato in televisione nel 1977 come centralinista in Portobello, condotto da Enzo Tortora, venendo riconfermata nella seconda edizione del programma (1977-78).[senza fonte] Ha collaborato quindi come giornalista sportiva per la rete lombarda Telenova, gestita dai padri paolini e scrive sul giornale per ragazzi L'Intrepido alcuni articoli sul calcio. Realizza per la Rai nel 1988 alcuni servizi per la Domenica Sportiva, venendo poi assunta in azienda nel 1992. Nel 1995 ha affiancato Gianni Cerqueti a Dribbling, per poi passare alla conduzione dela Domenica Sportiva, dal 1996 al 1999.[3]

Nel 1999 è passata al Tg2 Costume e Società;[3] dallo stesso anno fino al 2002 ha condotto l'edizione della notte del notiziario mentre dal 2000 ha condotto l'edizione delle 13 del TG2[3] insieme a Maurizio Martinelli. Nel biennio 2002-2003 ha presentato Pole Position, in coppia con Amedeo Goria. Nella stagione 2003-2004, è stata alla guida di 90º minuto, divenendo la prima donna a condurre il programma, dirigendo in diretta uno staff di opinionisti (tra cui Giorgio Tosatti) e cronisti tutti di sesso maschile. Durante il campionato europeo di calcio 2004 ha condotto la trasmissione di seconda serata di Rai 2 I figli di Eupalla, insieme a Linus.[4] È rimasta a 90º minuto per un'altra stagione (2004-2005) fino alla cessazione del programma per lo scadere dei diritti Rai sulla Serie A.[3]

Nel 2005 ha inoltre partecipato come concorrente allo show di Milly Carlucci Ballando con le stelle,[3] tornandovi per l'edizione successiva in qualità, stavolta, di giurata del torneo per bambini. Nella stagione 2005-2006 è tornata alla Domenica Sportiva con Marco Mazzocchi, e ha condotto in occasione del campionato mondiale di calcio 2006 la trasmissione Dribbling Mondiale. Dal 12 settembre 2006 è stata alla guida su Rai 2 di Martedì Champions, programma che racconta e sintetizza a caldo gli incontri del martedì della Champions League. Dall'autunno 2008 ha condotto anche Un mercoledì da campioni, altro programma Rai dedicato alla Champions League, e Play Off Champions.[5]

Il 28 febbraio 2008 ha presentato la propria candidatura alla Camera dei deputati nelle elezioni politiche nella XV Circoscrizione (Lazio I) per La Destra di Francesco Storace e Daniela Santanchè.[2] Nel 2010 ha condotto da Piazza di Siena a Roma, Notti mondiali assieme a Giampiero Galeazzi e Maurizio Costanzo (denominata da lei stessa la strana coppia), in collegamento con Notti mondiali di Jacopo Volpi da Johannesburg. Sempre nel 2010 è tornata alla Domenica Sportiva. Dall'8 giugno al 1º luglio 2012 ha condotto su Rai 1 e Rai 3 Stadio Europa. Nel settembre 2014, dopo essere stata sostituita alla conduzione del programma la Domenica sportiva dalla collega Sabrina Gandolfi, ha suscitato l'attenzione dei mass media il suo dissenso in merito all'allontanamento dalla trasmissione, entrando in polemica con la nuova conduttrice e con il collega Marco Mazzocchi.[6]

Nel 2015-2016 è tornata a condurre 90º minuto dopo dieci anni, questa volta con Marco Mazzocchi. Insieme a lui ha condotto anche i pre e post-partita del Campionato europeo di calcio 2016.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 aprile 1997 sposa Marco De Benedetti (figlio di Carlo De Benedetti), già amministratore delegato di TIM e attualmente alla guida dei fondi Carlyle in Italia, dal quale ha avuto due figli, Alessandro e Virginia.

Nel maggio 2014 subisce l'asportazione chirurgica dal viso di un carcinoma nodulare infiltrante.[7]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paola Ferrari su cinquantamila.corriere.it, Corriere della Sera
  2. ^ a b Ministero dell'Interno: Archivio Storico Elezioni - Camera 13 aprile 2008, elezionistorico.interno.it. URL consultato il 21-05-2012.
  3. ^ a b c d e Grasso, p. 275
  4. ^ Fulvio Bianchi, Gene Gnocchi dice no, la Rai ingaggia Linus, in la Repubblica, 20 maggio 2004. URL consultato l'8 luglio 2016.
  5. ^ Raisport: tutta la Champions su Raiuno e Raidue, in AdnKronos, 25 agosto 2009. URL consultato l'8 luglio 2016.
  6. ^ Ferrari contro Gandolfi su Twitter: "Non puoi nemmeno guardarti allo specchio", in gazzetta.it, 31 agosto 2014. URL consultato l'8 luglio 2016.
  7. ^ Paola Ferrari, coraggio in tv: mostra la foto del suo volto sfigurato dalla malattia, in Libero Quotidiano, 15 dicembre 2014. URL consultato l'8 luglio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]