Amedeo Goria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Amedeo Goria (Torino, 16 febbraio 1954) è un giornalista e conduttore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatosi al liceo classico, studia Lettere con indirizzo storico all'Università degli Studi di Torino. Giornalista professionista dal 1976, lavora alla Gazzetta del Popolo, a Tuttosport ed è corrispondente da Torino per le pagine sportive del Corriere della Sera (da1 980 al 1985), del Messaggero, del Giorno , della Gazzetta del Mezzogiorno e di altre testate.

Nel 1987 è assunto in Rai al Tg1 prima a Milano e poi a Roma. Conduce varie edizioni di Unomattina|Uno Mattina Estate, dal 1992, per complessive 500 puntate, oltre al programma sempre di Rai 1 Ciao Italia. Collabora a Tg1 Sette e diventa Inviato speciale. Da fine 1999 a Rai Sport, per cui è inviato nelle principali manifestazioni calcistiche, compresi i Mondiali del 2006 al seguito della Nazionale, e ai Giochi della XXIX Olimpiade di Pechino 2008. Vanta conduzioni alla Domenica sportiva estiva e come moviolista alla Domenica sportiva con Bruno Pizzul. Nel 2003 conduce Pole Position su Rai1 con Paola Ferrari, oltre a tre edizioni della Festa dell'aria, organizzata dall'Aeronautica militare, con le Frecce tricolori. Nel Febbraio 2018 conduce su Rai2 le Notti olimpice dei Giochi invernali di Pyeongchang.

Come attore dilettante recita in in Annaré di Ninì Grassia, 1998, con Gigi D'Alessio, Fabio Testi, Orso Maria Guerrini, Maria Monse', ne 'Il conte di Melissa' di Maurizio Anania, 2000, ne Il cielo può attendere' (film tv) di Bruno Gaburro, 2005, e nel E guardo il mondo da un oblò di Stefano Calvagna, 2007. Ha un cameo, nel ruolo di sé stesso, in Vita Smeralda' di Jerry Calà, 2006. Recita il ruolo di un giornalista sportivo ne L'allenatore nel pallone 2 di Sergio Martino, 2008, con Lino Banfi e ne All'ultimo rigore, sempre di Sergio Martino, in onda su Rai2. A teatro, nel 1995 e 1996, è presente in Carlotta's way di Adriano Vianello e ne Il colpo della Strega di John Graham.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Si sposa nel 1987 con la showgirl e conduttrice Maria Teresa Ruta. Dal matrimonio sono nati due figli: Guenda (1988) e Gianamedeo (1992). Goria e la Ruta si sono separati nel 1999, divorziando nel 2004.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Amedeo Goria si autosospende dalla tv dopo un filmato de Le Iene. Le Iene mandano in onda un servizio 'rubato' il 22 settembre 2005 su Italia Uno, in cui si vede un «noto personaggio televisivo» fare proposte a una ragazza diciannovenne.[1]

La replica di Amedeo Goria è: «Sono stato vittima di un raggiro televisivo» e denuncia il programma. Il 16 gennaio 2006 il Pubblico Ministero del Tribunale di Vicenza Paolo Pecori chiede l'archiviazione del caso -archiviazione sottoscritta dal Gip- per “infondatezza della notizia di reato“ dopo le indagini effettuate a seguito della denuncia della ragazza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN90360991 · SBN IT\ICCU\TO0V\009542