Bruno Gaburro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Bruno Gaburro (Rivergaro, 5 giugno 1939) è un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fotografo, attore, assistente del documentarista bresciano Achille Rizzi, dirige a vent'anni il suo primo documentario: 25 secondi. Entra nel cinema come sceneggiatore e fotografo di scena. Nel 1968 debutta con il film drammatico Ecce Homo - I sopravvissuti, anticipatore di un filone poi denominato postatomico[1]. Fanno seguito Peccati in famiglia e Il letto in piazza. Negli anni novanta dirige Abbronzatissimi e Abbronzatissimi 2 - Un anno dopo. Gli ultimi lavori sono stati cinque fiction televisive. In carriera ha firmato diversi suoi lavori con gli pseudonimi Marco Sole, Alex Romano, Bob Singer, Joe Brenner e Alex Damiano.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È padre dell'attrice Barbara Blanc, nata dalla sua unione con Erika Blanc.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Sansiveri, Ecce Homo: i sopravvissuti, su Nocturno.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103222310 · ISNI (EN0000 0000 7344 0411 · BNF (FRcb14099565q (data)