Martedì

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Martedì è il giorno della settimana tra il lunedì e il mercoledì, dal latino Martis dies "giorno di Marte".

Nomi in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

L'inglese Tuesday, così come lo svedese tisdag e il norvegese tirsdag, derivano dal nome del dio germanico Týr che venne equiparato, sulla base delle sue funzioni, a Marte nella interpretazione romana.

Ricorrenze religiose[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il calendario del rito romano della Chiesa cattolica, l'ultimo giorno di carnevale cade di martedì ed è detto popolarmente martedì grasso.

Eventi storici[modifica | modifica wikitesto]

L'espressione Martedì nero indica il 29 ottobre 1929, giorno in cui crollò la Borsa valori di New York dando così inizio alla grande depressione. Martedì 29 maggio 1453 cadde Costantinopoli e tale data è considerata come fine dell'Impero Romano d'Oriente e del Medioevo; da essa deriva la superstizione di martedì giorno sfortunato.

Altri usi[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti solitamente le elezioni vengono tenute di martedì. In particolare, le elezioni federali avvengono il martedì seguente il primo lunedì del mese di novembre.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE7598579-2