SportWeek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sportweek)
SportWeek
Abbreviazione SW
Stato Italia Italia
Lingua Italiano
Periodicità Settimanale
Genere magazine
Fondatore Franco Bonera
Fondazione 12 febbraio 2000
Sede Via Rizzoli 8, Milano
Editore RCS MediaGroup
Diffusione cartacea 196 554 (settembre 2015)
Direttore Matteo Dore
Sito web gazzetta.it/sportweek
 

SportWeek è un settimanale italiano, allegato della Gazzetta dello Sport.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel 2000 per opera di Franco Bonera, invitato dal direttore del quotidiano Candido Cannavò a rinnovare La Gazzetta dello Sport Magazine, l'allora settimanale della rosea che usciva nello stesso giorno sin dal 1995.[1] Originariamente SportWeek non era vendibile separatamente, in quanto allegato il sabato alla rosea, ma dal 2012 lo si può acquistare anche nel resto della settimana.

Fino al 2005 la rivista tratta prettamente di sport; tratto grafico identificativo di questi anni, ogni copertina raffigurava il primo piano di un personaggio sportivo (il primo fu Ronaldo). Nel 2005 la rivista si rinnova: il restyling tocca soprattutto le copertine, che da qui in avanti adottano anche altri piani fotografici, e lasciano spazio pure a fatti e personaggi extrasportivi. Il restyling grafico del 2012 porta un nuovo logo, con la testata identificabile ora con il semplice acronimo SW.[2] Un ulteriore restyling nel 2017 porta in dote un formato di maggiori dimensioni.[3]

Nella stagione televisiva 2012-2013, la rivista ha collaborato con il canale televisivo DMAX alla creazione del programma Campioni Sempre, che racconta la vita sportiva di sei importanti atleti mondiali.[4]

La numerazione non rispetta quella effettiva, infatti SW non è edito nelle feste natalizie e intorno alla seconda-terza settimana di agosto, sicché le copie di tale periodo riportano più di un numero.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nato il 28 ottobre 1995 sotto la direzione di Elio Trifari, fu il terzo supplemento nella storia della Gazzetta dello Sport, dopo due esperienze a fine Ottocento e a metà Novecento.
  2. ^ Nicola Occhipinti, Sportweek cambia look, su gazzetta.it, 23 febbraio 2012. URL consultato il 23 febbraio 2012.
  3. ^ Sportweek cambia grafica, arricchisce i contenuti e diventa più indipendente dalla Gazzetta, su primaonline.it. URL consultato il 6 novembre 2017.
  4. ^ Grazia Sambruna, Campioni Sempre, alla scoperta dei grandi dello sport da stasera su DMAX, su tvblog.it, 2 dicembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Editoria Portale Editoria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di editoria