MasterChef Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MasterChef Italia
Logo del programma
Paese Italia Italia
Anno 2011 – in corso
Genere Cooking show, talent show
Edizioni 5
Puntate 12 (edizioni 1, 3+)
11 (edizione 2)
Durata 1 ora e 10 minuti
Ideatore Franc Roddam
Produttore Magnolia (2011-2015)
Endemol (2016-in corso)
Regia Umberto Spinazzola
Rete Sky Uno (repliche ed.1, ed. 2+)
Cielo (ed. 1, repliche ed. 2+)
Sito web masterchef.sky.it

MasterChef (o MasterChef Italia) è la versione italiana del talent show culinario d'origine britannica MasterChef.

Il programma viene trasmesso su Sky Uno e Cielo e non presenta conduttori: le puntate sono commentate dalle voci fuori campo di Simone D'Andrea e Luisa Ziliotto. I giudici sono il ristoratore Joe Bastianich (già giudice della versione statunitense, MasterChef) e i cuochi Bruno Barbieri, Carlo Cracco e Antonino Cannavacciuolo (quest'ultimo dalla quinta stagione).

Allo show è collegato il programma MasterChef Magazine, in onda dal lunedì al venerdì sempre su Sky Uno, dedicato a ricette e segreti di cucina proposti dai concorrenti e dai giudici.

Tutti i vincitori si aggiudicano €100.000 in gettoni d'oro e la possibilità di pubblicare un libro (edito da RCS Rizzoli) con le proprie ricette originali. Il primo vincitore del programma, nonché primo MasterChef d'Italia, è stato Spyros Theodoridis.

Dal 2012 il programma va in onda la settimana successiva all'ultima puntata di X Factor; dal 2015, dopo la sua ultima puntata, inizia Italia's Got Talent.

Il successo della prima edizione ha portato, oltre all'immediata organizzazione della seconda, alla trasmissione sui canali di Sky Italia varie altre edizioni non italiane del programma, il quale è stato fatto oggetto di parodie all'interno dei programmi satirici Gli Sgommati e Crozza nel Paese delle Meraviglie.

Il programma[modifica | modifica wikitesto]

La trasmissione vede susseguirsi una serie di prove in cui i concorrenti devono dimostrare le proprie abilità in campo culinario. Queste comprendono conoscenza dei prodotti edibili, eccezionale inventiva e padronanza delle diverse cotture o ricette; inoltre si richiede capacità di adattamento in diverse situazioni, tattica nel gioco ed eventualmente carisma.

In seguito ai casting da parte della produzione, vi è la fase delle Selezioni. Esse sono una serie di prove iniziali svolte da numerosi aspiranti cuochi; la loro impostazione è variabile edizione per edizione ma, in generale, è composta da un primo svezzamento composto da una semplice prova, a cui segue, da parte di ciascun concorrente, la presentazione di fronte ai giudici di un piatto personale. Questi deve ottenere due "Sì" su tre (dalla quinta edizione sono tre "Sì" su quattro) per permettere al concorrente di accedere alle successive prove che determineranno i 20 aspiranti chef a cui verrà consegnato un "grembiule bianco di MasterChef".

Quindi il programma si imposta sull'alternanza costante di due tipologie di episodio, differenziate dalle prove svolte in esse. La prima comprende la prova della Mystery Box a cui segue quella dell'Invention Test; l'altra è composta dalla Prova in Esterna seguita dal Pressure Test (ed eventualmente un ulteriore Duello). Al termine di ciascun episodio si vede solitamente l'eliminazione di un concorrente.

È frequente la partecipazione di uno o più ospiti speciali che possono spaziare tra celebrità, eminenti cuochi o amici e familiari dei concorrenti. Essi possono proporre le proprie prove, aiutare i concorrenti nelle preparazioni o eventualmente supportarli.

La sfida finale tra gli ultimi due aspiranti chef si è svolta in modo diverso nelle edizioni. Nelle prime due bisognava preparare in due ore un classico menù con primo, secondo e dolce. Nella terza i finalisti hanno potuto farsi aiutare da due ex concorrenti come sous-chef. Nella quarta potevano preparare quanti piatti "degustazione" desideravano, con almeno un dolce incluso.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

  • Mystery Box: i 20 concorrenti devono realizzare un piatto usando tutti o alcuni degli ingredienti trovati dentro ad una scatola, spesso con imprevisti e regole aggiuntive riguardanti la particolare cottura oppure l'obbligatorietà o la proibizione di un prodotto. I giudici assaggiano i tre piatti che ritengono più interessanti e nominano l'aspirante cuoco vincitore della prova.
  • Invention Test: i giudici assegnano un tema a cui gli aspiranti cuochi devono ispirarsi e il vincitore della Mystery Box ha un vantaggio particolare (per esempio scegliere l'ingrediente o il piatto che tutti dovranno cucinare, ricevere consigli da un ospite speciale, poter favorire o mettere in difficoltà alcuni avversari o persino essere esentato dalla prova) e un quantitativo di tempo a disposizione per scegliersi gli ingredienti in dispensa maggiore rispetto agli altri concorrenti. La durata di questa prova è variabile e i giudici, dopo aver assaggiato tutti i piatti, nominano sia il vincitore (o eventualmente i vincitori) della prova, sia i tre cuochi con il piatto meno brillante, il cui peggiore rischia l'eliminazione; raramente avviene che vi sia un ulteriore Duello o che gli eliminati siano due.
  • Prova in Esterna: gli aspiranti chef sono divisi in due squadre, di cui una indossa grembiuli blu, l'altra quelli rossi (nelle puntate finali i concorrenti si sfidano tra di loro) e devono preparare dei piatti da servire in una particolare situazione. Il vincitore dell'Invention Test può scegliere i componenti della propria squadra di cui sarà capitano e i piatti da preparare (l'altra squadra è formata dai concorrenti rimasti e il capitano viene autoeletto). I giudici, ospiti particolari o un nutrito gruppo di commensali, giudicano la squadra migliore. Dalla quinta edizione i giudici possono salvare alcuni componenti di spicco della squadra perdente.
  • Pressure Test: i concorrenti della squadra che ha perso la Prova in Esterna è sottoposta a una o più prove di carattere variabile: la più frequente è cucinare un piatto in poco tempo o con pochi o insoliti ingredienti a disposizione. Altre possibilità sono dimostrare specifiche abilità culinarie (come sfilettare il pesce o cuocere un uovo) o indovinare il nome del maggior numero di ingredienti tra quelli proposti (all'assaggio o alla vista); a queste ultime tipologie di prova segue solitamente il Duello.
  • Duello: il concorrente peggiore dell'Invention Test sfida il peggiore del Pressure Test in una prova molto impegnativa con poco tempo a disposizione. Al suo termine si vede l'eliminazione di uno dei due.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Edizione Canale (Prima TV) Periodo della trasmissione Puntate Concorrenti Vincitore Giudici
Cielo 21 settembre 2011 7 dicembre 2011 12 18 Spyros Theodoridis Bruno Barbieri Joe Bastianich Carlo Cracco  
Sky Uno 14 dicembre 2012 21 febbraio 2013 11 Tiziana Stefanelli
19 dicembre 2013 6 marzo 2014 12 20 Federico Francesco Ferrero
18 dicembre 2014 5 marzo 2015 Stefano Callegaro
17 dicembre 2015 3 marzo 2016 TBA Antonino Cannavacciuolo

Prima edizione (2011)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MasterChef Italia (prima edizione).

La prima stagione della versione italiana del programma televisivo MasterChef Italia è andata in onda dal 21 settembre al 7 dicembre 2011 su Cielo e ha visto Spyros Theodoridis uscire vincitore. Inoltre il 21 e il 28 dicembre sono state mandate in onda due speciali puntate dedicate ai retroscena e ai commenti dei protagonisti.

Seconda edizione (2012-2013)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MasterChef Italia (seconda edizione).

A febbraio 2012 Sky Italia ha aperto i casting per la seconda edizione.

Vincitrice della seconda edizione è l'avvocato Tiziana Stefanelli. A differenza della precedente edizione, la prima visione assoluta di MasterChef Italia è andata in onda su Sky Uno dal 13 dicembre 2012 al 21 febbraio 2013.[1] Nei giorni 19, 20 e 21 novembre 2012 alle 15.40 sono andati in onda tre speciali introduttivi: Joe Bastianich: Affari di famiglia, Carlo Cracco: La quadratura dell'uovo e Bruno Barbieri: Chef a 7 stelle.[2] Inoltre i tre giudici sono stati ospiti in una puntata di X Factor e nei programmi Cielo che gol! e Le invasioni barbariche.

Terza edizione (2013-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MasterChef Italia (terza edizione).

A febbraio 2013 sono stati aperti i casting per la terza edizione. La gara è iniziata il 19 dicembre 2013 e si è conclusa il 6 marzo 2014. Il vincitore della terza edizione è Federico Francesco Ferrero, medico torinese.[3] Rispetto alle altre due edizioni il vincitore è stato proclamato in diretta ai Magazzini Generali di Milano. La stagione è stata trasmessa in chiaro su Cielo dal 16 settembre al 2 dicembre 2014 nonostante non fosse prevista.

Quarta edizione (2014-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MasterChef Italia (quarta edizione).

A febbraio 2014 sono stati aperti i casting per la quarta stagione del talent show. La gara è iniziata il 18 dicembre 2014 ed è terminata il 5 marzo 2015. Il nome del vincitore della quarta edizione, sfuggito ai media prima del termine del programma, è Stefano Callegaro, agente immobiliare. Anche in questo caso vi è stata la replica su Cielo.

Quinta edizione (2015-2016)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MasterChef Italia (quinta edizione).

A febbraio 2015 sono stati aperti i casting per la quinta stagione del talent, poi iniziato il 17 dicembre 2015 e destinato a terminare il 3 marzo 2016. A partire da questa edizione lo chef Antonino Cannavacciuolo diventa il quarto giudice del programma.

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Junior MasterChef Italia.

Il 16 aprile 2013 viene annunciata la versione italiana di Junior MasterChef, lo spin-off di MasterChef dove partecipano bambini tra gli 8 e 13 anni. I casting dello spin-off, chiamato Junior MasterChef Italia, sono iniziati il 17 aprile 2013. I giudici sono Bruno Barbieri, Lidia Bastianich e Alessandro Borghese. La prima edizione è andata in onda dal 13 marzo al 10 aprile 2014, con la vittoria di Emanuela.

Parodie[modifica | modifica wikitesto]

Il programma Gli Sgommati ha dedicato due parodie del programma: nella prima, esso diventa PremierChef e a giudicare i piatti dei politici c'è Bruno Barbieri in persona; nella seconda, i tre giudici diventano pupazzi dello spazio comico e continuano a svolgere il loro ruolo.

Il comico Maurizio Crozza, all'interno di Crozza nel Paese delle Meraviglie, ha più volte messo in scena uno sketch parodistico del programma intitolato BastardChef. In esso, il comico genovese interpreta il ruolo del giudice che deve assaggiare i piatti dei concorrenti, trovandoli sempre scarsi rimproverando aspramente gli aspiranti cuochi. Il personaggio di Crozza condensa in sé caratteristiche dei tre giudici di MasterChef (Barbieri, Bastianich e Cracco), calcando soprattuto espressioni del giudice italo-americano.

Il duo comico Gigi e Ross nella trasmissione Made in Sud su Rai 2 imitano i due chef Carlo Cracco e Bruno Barbieri nella parodia chiamata MastroChef. I due comici giudicano in maniera ironica i piatti che stanno assaggiando.

Nel programma estivo Paperissima Sprint su Canale 5 i tre giudici di MasterChef vengono imitati nella parodia di MasterSchif dal Gabibbo, Giorgia Palmas e Vittorio Brumotti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MASTERCHEF PASSA SU SKYUNO, su DavideMaggio.it. URL consultato il 09 gennaio 2016.
  2. ^ Masterchef 2012, i promo com i giudici (video)
  3. ^ Ferrero: «Ho vinto Masterchef perché nessuno aveva un'idea di cucina», intervista allo chef

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]