Giorgio Locatelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giorgio Locatelli nel 2018

Giorgio Locatelli (Vergiate, 7 aprile 1963) è un cuoco e personaggio televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Corgeno, frazione di Vergiate, Locatelli è figlio d'arte: la famiglia gestiva infatti un ristorante stellato.[1]

Ha abbandonato l'Italia nel 1986 per coltivare la sua passione all'estero: ha lavorato presso il Savoy Hotel di Londra per quattro anni e poi al Laurent e al Tour d'Argent di Parigi.[2][3] Nel 1995 ha fatto ritorno a Londra lavorando per circa un anno in qualità di headchef presso il ristorante Olivo; al contempo ha aperto il ristorante Zafferano, insignito di una stella Michelin nel 1999.[1][4][5]

Nel 1997 ha aperto il ristorante Spighetta per poi abbandonare la conduzione di Zafferano nel 2001.[6] Nel 2002, assieme alla moglie Plaxy, ha inaugurato il ristorante Locanda Locatelli, insignito l'anno seguente di una stella Michelin.[7][8] Nel 2009 ha inaugurato il ristorante Spighetta e in seguito ha acquisito un ristorante a Dubai, Ronda Locatelli, che si trova all'interno dell'hotel resort cinque stelle Atlantis The Palm. Il merito di Locatelli è quello di portare all'estero una cucina della tradizione italiana ma con grandi rielaborazioni, pronta a sfatare gli stereotipi e a scoprire nuovi orizzonti.[9] Nel 2014 il ristorante Locanda Locatelli va a fuoco a causa di una fuga di gas, ma su consiglio della moglie, Locatelli non chiude il locale ed inizia i lavori di ristrutturazione. In questo periodo inizia così la sua carriera in televisione da cui si era sempre tenuto lontano. Dal 2013 ha partecipato a una serie di documentari inglesi per la BBC sull'arte e la cucina tradizionale italiana come accompagnatore dello storico e presentatore Andrew Graham-Dixon.

Il 1º giugno 2018 è stata ufficializzata la sua integrazione nella giuria fissa di MasterChef Italia per l'ottava edizione sostituendo la collega Antonia Klugmann,[10] incarico che ricopre attualmente, insieme ad Antonino Cannavacciuolo e Bruno Barbieri.[11]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Lo chef è sposato con la compagna Plaxy Locatelli,[12] imprenditrice londinese, da cui ha avuto la figlia Margherita. Quest'ultima porterà nuova ispirazione a Locatelli, in quanto poiché soffre di svariate allergie alimentari, lo chef ha ricercato nuove strategie culinarie studiando dei menù particolari da proporre a lei e a tutti i clienti con queste patologie alimentari.[13] I due hanno anche un secondo figlio, Jack, nato dall'unione precedente della moglie.

Anche se solitamente Locatelli è molto riservato, a gennaio 2021 si è schierato apertamente a favore della protesta dei ristoratori italiani che avrebbero aperto comunque le proprie attività nonostante le chiusure disposte a causa delle misure restrittive per rispondere alla pandemia di COVID-19.[14]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Locatelli è stato il primo italiano all'estero ad essere premiato con una stella Michelin e a non averla mai persa.[16] Nel 2016 è stato insignito dall'Ambasciatore italiano Pasquale Terracciano del titolo Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana, equivalente del titolo di Cavaliere della Gran Bretagna.[17]

Zafferano[modifica | modifica wikitesto]

Locanda Locatelli[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Giorgio Locatelli e Tony Allan, Tony & Giorgio, illustrazioni di Jason Lowe, London, Fourth Estate, 2003, ISBN 9780007141449.
  • (EN) Giorgio Locatelli e Sheila Keating, Made in Sicily, illustrazioni di Lisa Linder, 1ª ed., New York, Ecco, 2011, ISBN 9780062130372.
  • (EN) Giorgio Locatelli e Sheila Keating, Made at Home. The food I cook for the people I love, illustrazioni di Lisa Linder, London, Fourth Estate, 2017, ISBN 9780008296667.
Opere tradotte in altre lingue
  • (DE) Giorgio Locatelli e Sheila Keating, Sizilien. Das Kochbuch, traduzione di Susanne Vogel, illustrazioni di Lisa Linder, München, Christian Verlag, 2012, ISBN 9783862441525.
  • (NL) Giorgio Locatelli e Sheila Keating, Made in Sicily. Recepten & verhalen, traduzione di Hennie Franssen-Seebregts, illustrazioni di Lisa Linder, Hilversum – Tielt, Fontaine Uitgevers – Lannoo, 2012, ISBN 9789072975102.
  • Giorgio Locatelli e Sheila Keating, Made in Sicily. Le ricette della tradizione siciliana, traduzione di Daria Restani, illustrazioni di Lisa Linder, Milano, Mondadori, 2019, ISBN 9788804711117.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 2 giugno 2015. Su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Giorgio Locatelli: il nuovo giudice di Masterchef, british e rock'n roll, su La Cucina Italiana, 27 dicembre 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  2. ^ Di Arianna Galati, Ode a Giorgio Locatelli, il primo chef italiano a conquistare la Stella Michelin all estero, su Marie Claire, 14 febbraio 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  3. ^ Alessandra Meldolesi, Giorgio Locatelli: chi è il nuovo giudice di Masterchef, su Reporter Gourmet, 16 gennaio 2019. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  4. ^ Chi è Giorgio Locatelli, il nuovo giudice di MasterChef Italia, su vanityfair.it, 5 giugno 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  5. ^ (EN) Giorgio Locatelli: formazione e storia di una grande stella italiana in GB, su italiasquisita.net. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  6. ^ (EN) What you need to know about Michelin-starred chef and The Big Family Cooking Showdown judge Giorgio Locatelli, su The Sun, 5 gennaio 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  7. ^ Giorgio Locatelli, tutto sullo chef stellato giudice di Masterchef 8!, su Donna Glamour, 17 gennaio 2019. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  8. ^ Chi è Giorgio Locatelli? Scopri di più sullo chef ospite di MasterChef Italia 7!, su masterchef.sky.it. URL consultato il 23 gennaio 2019 (archiviato dall'url originale il 23 gennaio 2019).
  9. ^ Michele Falcone, Mini Club: Giorgio Locatelli, su Living, 11 febbraio 2021. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  10. ^ Giorgio Locatelli è il nuovo giudice di MasterChef Italia, su Repubblica.it, 1º giugno 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  11. ^ Masterchef 10 riparte: Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli alla ricerca di nuovi talenti, su leggo.it. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  12. ^ Plaxy Locatelli: ecco chi è la First Lady dello chef stellato italiano che ha conquistato Londra!, su Donna Glamour, 17 dicembre 2019. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  13. ^ Giorgio Locatelli, tutto sullo chef stellato giudice di Masterchef!, su Donna Glamour, 17 dicembre 2019. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  14. ^ Masterchef, Locatelli: «Crisi aperta in un momento tragico. Perché Renzi non va a lavorare?», su msn.com. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  15. ^ Masterchef 7, nona puntata con eliminazioni di massa: fuori Fabrizio, Ludovica e Francesco, su Tvzap, 15 febbraio 2018. URL consultato il 23 gennaio 2019.
  16. ^ (EN) Locanda Locatelli, su guide.michelin.com. URL consultato il 5 gennaio 2020.
  17. ^ MasterChef 10: 5 cose da sapere sullo chef Giorgio Locatelli, su tg24.sky.it. URL consultato il 15 febbraio 2021.
  18. ^ Ufficiale Ordine al merito della Repubblica italiana Locatelli Sig. Giorgio, su quirinale.it. URL consultato il 6 aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1220654 · ISNI (EN0000 0000 2789 4340 · LCCN (ENnb2003026597 · GND (DE1196158290 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2003026597