Incel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine incel (IPA: [ˈɪnsɛl]) è un neologismo derivato dalla cultura Internet che proviene dall'unione dei vocaboli inglesi involuntary e celibate. Questo termine è traducibile in italiano come «celibe involontario»; le persone che si autodefiniscono "incel" sostengono di non riuscire a trovare un partner sessuale nonostante ne desiderino uno.[1]

La composizione demografica di questa subcultura è principalmente formata da uomini eterosessuali[2], a volte misogini[3], talvolta vergini[4], ma possono riconoscervisi anche uomini di differente orientamento sessuale o donne, e basa le sue fondamenta sulla teoria LMS (dove LMS è una sigla che significa Look, Money, Status), la quale non è esclusiva sulla base dell'appartenenza di genere o di orientamento sessuale.

Origine del termine[modifica | modifica wikitesto]

Il termine incel comparve per la prima volta negli anni novanta, in concomitanza con lo sviluppo di internet e dei primi forum online, venendo coniato da una studentessa canadese bisessuale, il cui nome sul web era «Alana» che creò un sito dedicato ai celibi involontari utilizzando il termine incel.[5][6]

La nascita del dibattito di questo fenomeno è da collocarsi negli Stati Uniti d'America agli albori degli anni duemila, quando gli incel iniziarono a creare dei forum online di discussione dove trattavano di queste tematiche: un esempio di questi forum è, in Nord America, il forum di Lookism.net [7][8][9]

Ideologia: la teoria LMS[modifica | modifica wikitesto]

L'ideologia su cui si basa questa sottocultura è la teoria LMS, che è una sigla inglese che sta per Look (bellezza), Money (denaro) e Status (reputazione/fama).

Secondo questa teoria, l'attrazione romantica e/o sessuale tra uomini e donne non deriverebbe da caratteristiche come l'affinità caratteriale, le buone maniere, l'educazione, un comportamento assertivo (nella cultura popolare comunemente noto come «saperci fare») o il gusto personale nella scelta del partner.

Invece, secondo la teoria LMS, i principali fattori che stabiliscono se si avrà o meno successo relazionale, sono la bellezza fisica (correlata all'attrattività fisica[10]) in particolare i lineamenti del volto, la ricchezza in termini di disponibilità di denaro e lo status, ovverosia, la fama sociale di cui un determinato individuo può fregiarsi nell'ambiente in cui vive.[11]

La teoria LMS non esclude del tutto il concetto di soggettività della bellezza, tuttavia propugna l'idea che la bellezza sia tendenzialmente definibile attraverso indagini statistiche, inter-soggettivamente (alcuni caratteri fisici sarebbero preferiti nella ricerca del partner ideale) ed, in tal senso, valutabile su una scala da 0 a 10[12].

Rifacendosi alla psicologia evolutiva[13] gli aderenti alla teoria LMS criticano la natura o il senso del sentimento d'amore (soprattutto rispetto alla sua connotazione nella psicologia popolare), ritenendolo piuttosto rappresentabile come un evento chimico dell'organismo umano, finalizzato al proseguimento della specie[14].

Questa filosofia potrebbe considerarsi in linea con alcune interpretazioni circa la natura della mente[15] e degli stati od eventi mentali.

Grafico di rappresentazione della distribuzione sessuale prima e dopo la liberazione sessuale secondo gli aderenti alla teoria della RedPill.

I sostenitori della teoria LMS ritengono che l'instaurarsi o il proseguire di una relazione sentimentale sia, nella maggior parte dei casi, il risultato di una media ponderata tra i fattori di bellezza, denaro e fama sociale. Se il risultato della media di questi fattori è insufficiente, l'individuo è respinto in fase di corteggiamento oppure, se ha già una relazione, viene abbandonato per una persona con valore LMS superiore.[16] Ed asseriscono che l'autorevolezza di questa ipotesi[17] sia supportata da fatti osservabili nel quotidiano e/o da una serie di ricerche scientifiche pubblicate (ad esempio "Driving a hard bargain: sex ratio and male marriage success in a historical US population"[18]) in riviste o siti (come faceresearch.org) specializzate/i, a cui avrebbero fatto riferimento anche altri tipi di testate giornalistiche[19][20].

Parte importante di questa cultura è la critica verso la società occidentale attuale, con particolare avversione nei riguardi della liberazione sessuale, avvenuta intorno al 1968, la quale, secondo gli aderenti a questa ideologia, avrebbe avvantaggiato la totalità della popolazione femminile a discapito della maggior parte della popolazione maschile.

Ciò sarebbe dovuto al fatto che le donne, essendo per biologia molto più selettive degli uomini e detenendo de facto il potere sessuale, deciderebbero di avere rapporti sessuali solo con gli uomini con un LMS alto, scartando tutti gli uomini con un valore LMS basso. Questo fenomeno nella comunità incel è noto come «ipergamia femminile».[21][22]

Prima della liberazione sessuale, invece, siccome la società era improntata sulla monogamia ed un uomo poteva avere solamente una singola donna (e viceversa), la sessualità poteva dirsi "più equilibrata". Almeno considerando che le donne erano distribuite equamente tra la popolazione maschile (contrastando la presunta spinta biologica femminile nel concedersi solamente ai "maschi alfa"), per cui anche gli uomini con un basso LMS avevano un partner.[23][24][25][26][27][28] Oggi, di contro, potendo le donne accedere liberamente (in modo incontrollato o liberalizzato) allo stesso ristretto gruppo di uomini con LMS elevato, verrebbe a generarsi uno specifico insieme di maschi eterosessuali che sono impossibilitati dall'avere una vita sessuale (gli incel appunto, generalmente con LMS basso) e per ciò stesso in molti casi soli, tristi e depressi.

L'affermazione della teoria LMS e la consapevolezza riguardo il funzionamento delle dinamiche sessuali contemporanee danno vita alla teoria della RedPill.[29]

Terminologia[modifica | modifica wikitesto]

Nella sottocultura incel vi sono parecchi nomi in codice per indicare dei termini particolari.

Chad/Slayer 
È la rappresentazione archetipica del cosiddetto maschio alfa, caratterizzato da un bel viso, con mandibola prominente, fisico possente e di grande successo con le donne.
Stacy 
È la rappresentazione archetipica della ragazza più avvenente della media e iperselettiva.
Becky 
È la rappresentazione archetipica della ragazza poco appariscente e dal modo di fare modesto.[30]
Mentalcel 
Così viene definito chi si ritrova involontariamente celibe a causa di veri o presunti disturbi mentali.[21]
Volcel 
Così viene definito in senso spesso dispregiativo colui che sceglie deliberatamente di non intrattenere relazioni sentimentali.[21]
Fakecel 
Così viene definito chi si spaccia per incel all'interno delle comunità online senza esserlo veramente; il termine ha connotazione dispregiativa.[21]
Blupillato 
Talvolta scritto «bluepillato», sta ad indicare chiunque non aderisca all'ideologia della teoria LMS.[21]

Per quanto riguarda il gergo della comunità italofona, vi è il «Tommy», vale a dire l'archetipo del ragazzo di buona famiglia che conduce una vita agiata, la «cerbiattina nordica», ossia la bella ragazza dai tratti somatici chiari, e il «BV», abbreviazione di «Brutto Vero», ossia colui che vede le possibilità relazionali seriamente compromesse – a detta di questa subcultura – per il suo scarso valore estetico.[31]

Ritrovi virtuali degli incel italiani[modifica | modifica wikitesto]

Il primo blog italiano di incel nasce nel 2007, col nome di "unbruttoblog". Negli anni a seguire gli incel italiani andranno iscrivendosi in diversi forum quali: "il forum dei brutti", "unbruttoforum", ed altri.[32]

In particolare "il forum dei brutti" scala la classifica di "forumfree.it" (la più grande comunità italiana di forum), raggiungendo e mantenendo a tutt'oggi, più o meno stabilmente, il cinquantesimo posto.

La Rai si interessa al fenomeno "incel" dopo l'attentato di Toronto del 23 aprile 2018[33], dedicandogli un servizio su Nemo[34] dal titolo "I brutti che odiano".

Qui si vedono intervistati alcuni utenti de "il forum dei brutti" ed uno degli admin, i quali espongono le basi dell'ideologia redpill e della teoria LMS.

Gli utenti intervistati dichiarano anche di non condividere atteggiamenti violenti o di matrice terroristica, nonostante la copiosa presenza di "black humor" e rabbia nei forum di incel italiani. Uno degli intervistati sostiene, tra le altre cose, di non odiare in senso stretto le donne: la pretenziosità o selettività dal genere femminile -denunciata con rancore dalle comunità incel- sarebbe da imputare ad una contingenza relativa alla sua natura biologica; non essendo qualcosa sotto il libero controllo delle donne, non sarebbe qualcosa in grado di motivare un vero e proprio odio nei loro confronti.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

La comunità incel di Reddit che era presente nel subreddit /r/incels venne chiusa dal sito stesso il 7 novembre 2017, per aver violato le politiche sui discorsi di incitazione all'odio. All'epoca della chiusura, la comunità contava circa 40.000 membri.[35]

In seguito le comunità incel americane si spostarono su piattaforme con policy per i post più permissive, come imageboard quali 4chan[36].

Disturbi mentali associati al mondo incel[modifica | modifica wikitesto]

Da una serie di interviste (82) condotte da due docenti dell'Università della Georgia è emerso che coloro che si autodefinivano incel avevano un'alta probabilità di sentirsi arrabbiati, frustrati e/o depressi[37].

Terrorismo correlato al mondo incel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Massacro di Isla Vista, Massacro alla Marjory Stoneman Douglas High School e Attentato di Toronto del 23 aprile 2018.

La cronaca mondiale riporta casi di esponenti legati alla subcultura incel che hanno generato attentati terroristici in tempi recenti:

  • 4 agosto 2009: George Sodini, un uomo statunitense di 48 anni, entrò in un centro fitness di Pittsburgh in Pennsylvania, spense le luci ed iniziò a sparare uccidendo 3 persone e ferendone altre 9 per poi suicidarsi. Sul suo sito web registrato con il suo stesso nome, egli raccontò di essere frustrato per via dei continui rifiuti che riceveva da parte delle donne e che fossero passati 20 anni dal suo ultimo rapporto sessuale. Egli, nonostante non avesse frequentato mai alcun forum o sito dedicato alla tematica incel, negli anni successivi alla strage venne diverse volte citato nelle comunità incel americane.[38][39][40]
  • 23 maggio 2014: Elliot Rodger, un ragazzo di 22 anni, uccise 6 persone e ne ferì 14 a Isla Vista in California per poi suicidarsi. Prima di compiere l'attentato scrisse e pubblicò online un lungo manifesto in cui espresse la sua rabbia e depressione per non aver mai dato ancora il suo primo bacio e per essere sempre stato rifiutato dalle donne. Egli fu un frequentatore di un forum americano dedicato alla tematica incel chiamato "PUAhate", che poi venne chiuso a seguito della strage.[41][42][43]
  • 1 ottobre 2015: Chris Harper Mercer, un ragazzo afroamericano di 26 anni, uccise 9 persone e ne ferì 8 in una sparatoria nell'Umpqua Community College a Roseburg in Oregon per poi suicidarsi. Prima di farlo pubblicó online un manifesto in cui espresse la sua depressione per non aver mai avuto una fidanzata ed elogiò Elliot Rodger.[44][45]
  • 31 luglio 2016: Sheldon Bentley, un uomo canadese di 38 anni, rapinò e uccise un altro uomo in un vicolo di Edmonton. Durante il suo processo, egli disse di aver fatto ciò perchè era arrabbiato per la sua condizione di celibe involontario.[46][47][48]
  • 14 febbraio 2018: Nikolas Cruz nel giorno della festa di San Valentino uccise 17 persone e ne ferì altre 17 in una sparatoria nella Marjory Stoneman Douglas High School in Florida. Prima di farlo pubblicò online un post in cui scrisse "Elliot Rodger non sarà dimenticato".[49][50]
  • 23 aprile 2018: Alek Minassian, un cittadino canadese di origini armene di 25 anni, si lanciò con un furgone contro la folla della città di Toronto uccidendo 10 persone e ferendone 16 per poi essere arrestato. Poco prima di compiere il gesto scrisse un post sul suo profilo Facebook in cui invocava la ribellione degli incel.[51][52][53]
  • 2 novembre 2018: Scott Beierle, un uomo statunitense di 40 anni, uccise 2 persone e ne ferì altre 4 in una sparatoria in uno studio yoga di Tallahassee in Florida per poi suicidarsi. In precedenza, aveva pubblicato diversi video online in cui si definì incel ed in cui espresse la sua rabbia per non avere una ragazza e per i suoi continui rifiuti che sosteneva di ricevere da loro.[54][55][56][57][58]

Critiche alla teoria LMS[modifica | modifica wikitesto]

Soprattutto a seguito degli attentati terroristici generati da esponenti della subcultura incel, la "RedPill" e la "teoria LMS", ovvero l'ideologia nella quale gli incel trovano l'origine del loro sentirsi inadatti e rifiutati, sono state criticate dalla maggior parte delle persone che hanno voluto commentarle nei vari video, articoli e blog ad esso associati. Vari Youtubers italiani si sono schierati contro i contenuti delle comunità incel parlandone negativamente[59][60], altri invece a favore[61][62].

I detrattori degli incel generalmente ritengono che:

  • Le piattaforme virtuali in cui i sedicenti incel vanno iscrivendosi fungono da casse di risonanza per pensieri negativi, false credenze e frustrazione. Ovvero darebbero luogo a fenomeni di echo chambers[63]. Cosicché anche una persona che stia vivendo un moderato momento di disagio, frequentando le comunità incel, potrebbe peggiorare la propria condizione psichica. In particolare alcune false credenze dovute a ragionamento per analogia (che potevano essersi formate relative a scarse dinamiche relazionali) riguardanti il mondo femminile, l'attrattività, l'importanza dell'estetica, ecc., non trovando esempi di teorie alternative nei blog e forum incel, verrebbero a consolidarsi in modo patologicamente acritico.
  • La teoria LMS è troppo riduttiva o semplicistica, per quanto non del tutto errata. Seppure, cioè, sia vero che personaggi ricchi e famosi o donne e uomini esteticamente avvenenti risultino avvantaggiati nella ricerca e nel mantenimento d'un partner amoroso, la gran parte - o buona parte - delle dinamiche dell'innamoramento non sarebbero legate ai fattori LMS. In particolare la personalità, il "modo di fare", la simpatia, il carattere, la cultura, ed altri fattori di questo tipo, rivestirebbero un ruolo di primo piano nell'attrattività e nella generazione dello stato di innamoramento. Mentre l'aspetto estetico, lo staus e i soldi, potrebbero avere un ruolo soprattutto - e forse non oltre - le prime fasi del corteggiamento o del flirt.
  • La maggior parte degli incel sono maschilisti, misogini[64] e/o depressi, ed/od hanno qualche altro tipo di disturbo psicologico come la ginecofobia e/o l'ansia sociale[65]. Allorché il loro insuccesso in campo amoroso è legato a problemi che li riguardano, o a loro scelte di vita, ma non al modo generale in cui si attuano le dinamiche sociali che criticano. In particolare molti incel rifiutano -per libera scelta o inconsciamente- di avere una vita sociale del tipo che li porterebbe a fidanzarsi e/o a sposarsi. Generalmente, cioè, essi si isolano da amicizie e luoghi di ritrovo che non siano virtuali, auto-inducendosi la solitudine affettiva di cui si lamentano. Inoltre smettendo di trasformarsi (soprattutto mentalmente), adagiandosi in realtà contenutisticamente statiche, monotematiche, finiscono per consolidare il senso di bruttezza estetica che avvertono nei propri confronti, giungendo all'odio[66].
  • L'intero impianto nichilista, determinista, materialista, social-darwinista, antifemminista sottostante l'ideologia degli incel è declinato in modo troppo radicale, negativo e pessimista dagli utenti delle comunità incel. Di fatto il materialismo estremo (come pure l'eliminativismo nei confronti dei fenomeni mentali[67]) è sottoposto ad una serie di obiezioni, o comunque presenta una serie di problematiche oggettive, come molti altri impianti ontologici, filosofici e scientifici dell'età contemporanea[68].
  • La condizione degli incel, fosse anche -più o meno- reale, dovrebbe portarli a conferire valore ad aspetti della vita che non siano le relazioni amorose. A queste ultime essi danno troppo peso facendone spesso, irrazionalmente, il perno del loro benessere generale e scopo irraggiungibile di vita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianluca Mezzofiore, CNN, The Toronto suspect apparently posted about an 'incel rebellion.' Here's what that means, in CNN. URL consultato il 16 luglio 2018.
  2. ^ (EN) Angry young white men, the “incel rebellion” and an age of worldwide reaction, in Salon, 12 maggio 2018. URL consultato il 12 luglio 2018.
  3. ^ We Hunted the Mammoth - Incel, su wehuntedthemammoth.com.
  4. ^ (EN) What Is an Incel? A Term Used by the Toronto Van Attack Suspect, Explained. URL consultato il 29 giugno 2018.
  5. ^ (EN) The Woman Who Accidentally Started the Incel Movement, in ELLE, 1º marzo 2016. URL consultato il 29 giugno 2018.
  6. ^ https://www.theguardian.com/world/2018/apr/25/woman-who-invented-incel-movement-interview-toronto-attack
  7. ^ (EN) Jesselyn Cook, Inside Incels' Looksmaxing Obsession: Penis Stretching, Skull Implants And Rage, in Huffington Post, 24 luglio 2018. URL consultato l'11 agosto 2018.
  8. ^ (EN) Alex Hern, Who are the 'incels' and how do they relate to Toronto van attack?, su the Guardian, 25 aprile 2018. URL consultato il 30 giugno 2018.
  9. ^ Chi sono gli Incel e cosa c'entrano con Toronto, in Lettera43, 26 aprile 2018. URL consultato il 24 maggio 2018.
  10. ^ (EN) LMS Theory, su LMS Theory. URL consultato il 9 novembre 2018.
  11. ^ Rai, I brutti che odiano - Nemo - Nessuno Escluso 18/05/2018, 21 maggio 2018. URL consultato il 24 maggio 2018.
  12. ^ La BELLEZZA è Oggettiva o Soggettiva?, su www.ilredpillatore.org. URL consultato l'8 novembre 2018.
  13. ^ (IT) Storia naturale dell'amore – Sitosophia, in Sitosophia. URL consultato l'8 novembre 2018.
  14. ^ Cos'è l'amore?, su www.ilredpillatore.org. URL consultato il 29 giugno 2018.
  15. ^ J. J. C. Smart, The Stanford Encyclopedia of Philosophy, Spring 2017, Metaphysics Research Lab, Stanford University, 2017. URL consultato l'8 novembre 2018.
  16. ^ Cosa Attrae le Donne: La Teoria LMS, su www.ilredpillatore.org. URL consultato l'8 giugno 2018.
  17. ^ Redpill e Autorevolezza, su www.ilredpillatore.org. URL consultato l'11 novembre 2018.
  18. ^ (EN) Thomas V. Pollet e Daniel Nettle, Driving a hard bargain: sex ratio and male marriage success in a historical US population, in Biology Letters, vol. 4, nº 1, 23 febbraio 2008, pp. 31–33, DOI:10.1098/rsbl.2007.0543. URL consultato l'11 novembre 2018.
  19. ^ Quanto contano i soldi nella scelta del partner?, in D.it Repubblica. URL consultato l'11 novembre 2018.
  20. ^ (EN) By Kate Lorenz CareerBuilder.com, CNN.com - Do pretty people earn more? - Jul 8, 2005, su edition.cnn.com. URL consultato l'11 novembre 2018.
  21. ^ a b c d e (EN) A definitive guide to Incels part two: the A-Z incel dictionary, in Tim Squirrell. URL consultato il 1º luglio 2018.
  22. ^ Ipergamia e Poligamia: Cosa Sono e Come Condizionano la tua Vita Sessuale, su www.ilredpillatore.org. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  23. ^ INCEL: Descrizione del Fenomeno e Possibili Soluzioni, su www.ilredpillatore.org. URL consultato l'8 giugno 2018.
  24. ^ L'Evoluzione dell'Ipergamia aka "Ecco Perché Non Hai Una Ragazza!", su www.ilredpillatore.org. URL consultato il 24 maggio 2018.
  25. ^ MM, COME/PERCHE' LE DONNE DISTRUGGONO LA CIVILTA' e altre scomode verità, 27 febbraio 2017. URL consultato il 24 maggio 2018.
  26. ^ Chi sono gli Incel, in il Tascabile, 31 maggio 2018. URL consultato il 30 giugno 2018.
  27. ^ (EN) Jordan Peterson, Custodian of the Patriarchy. URL consultato l'8 settembre 2018.
  28. ^ (IT) Eleonora Lorusso, Il terrorismo degli Incel, i celibi forzati - Panorama, in Panorama, 4 giugno 2018. URL consultato il 10 settembre 2018.
  29. ^ Red Pill Theory: quando Matrix si mischia al sessismo | Parte del discorso, su www.partedeldiscorso.it. URL consultato il 24 maggio 2018.
  30. ^ https://www.racked.com/2018/4/28/17290256/incel-chad-stacy-becky
  31. ^ https://www.ilredpillatore.org/2017/11/uomini-che-piacciono-alle-donne-il-tommy.html
  32. ^ Il Forum dei Brutti: 10 Anni di Storia Raccontati da un Utente, su www.ilredpillatore.org. URL consultato l'8 novembre 2018.
  33. ^ Strage di Toronto: il ritratto del killer, tra neonazi e odio per le donne, in Repubblica.it, 14 maggio 2018. URL consultato l'8 novembre 2018.
  34. ^ Nemo - Nessuno escluso - I brutti che odiano - 18/05/2018 - video - RaiPlay, su Rai. URL consultato l'8 novembre 2018.
  35. ^ (EN) Reddit Bans ‘Incel’ Group for Inciting Violence Against Women. URL consultato il 7 luglio 2018.
  36. ^ (EN) https://www.facebook.com/caitlin.dewey, Incels, 4chan and the Beta Uprising: making sense of one of the Internet’s most-reviled subcultures, su Washington Post. URL consultato il 7 luglio 2018.
  37. ^ (EN) Denise Donnelly, Elisabeth Burgess e Sally Anderson, Involuntary celibacy: A life course analysis, in Journal of Sex Research, vol. 38, nº 2, 2001-05, pp. 159–169, DOI:10.1080/00224490109552083. URL consultato il 13 luglio 2018.
  38. ^ (EN) Toby Harnden, George Sodini's blog tells of years of rejection by women before gym shooting, 5 agosto 2009. URL consultato il 25 luglio 2018.
  39. ^ (EN) Jessica Valenti, The recent mass shootings in the US all have one thing in common: misogyny | Jessica Valenti, su the Guardian, 21 maggio 2018. URL consultato il 25 luglio 2018.
  40. ^ (EN) Gym killer was driven by his hatred of women, in The Independent. URL consultato il 25 luglio 2018.
  41. ^ «Sono vergine, vi annienterò» E il figlio del regista spara dall’auto, in Corriere della Sera. URL consultato il 24 maggio 2018.
  42. ^ Potevo essere io, Elliot Rodger - Il Post, in Il Post, 3 giugno 2014. URL consultato il 24 giugno 2018.
  43. ^ (EN) Nicky Woolf, 'PUAhate' and 'ForeverAlone': inside Elliot Rodger's online life, su the Guardian, 30 maggio 2014. URL consultato il 25 luglio 2018.
  44. ^ Rick Anderson, 'Here I am, 26, with no friends, no job, no girlfriend': Shooter's manifesto offers clues to 2015 Oregon college rampage, su latimes.com. URL consultato il 24 maggio 2018.
  45. ^ Il mondo dei maschi soli su Internet - Il Post, in Il Post, 9 ottobre 2015. URL consultato il 24 giugno 2018.
  46. ^ (EN) Security guard who stomped man to death blames involuntary celibacy | The Star, in thestar.com. URL consultato l'8 settembre 2018.
  47. ^ (EN) Security guard who kicked man to death says he was 'involuntarily celibate', in Edmonton Journal, 29 agosto 2018. URL consultato l'8 settembre 2018.
  48. ^ (EN) Edmonton Man Uses ‘Involuntary Celibacy’ as Excuse in Stomping Death, in Vice, 30 agosto 2018. URL consultato l'8 settembre 2018.
  49. ^ (EN) Samantha Allen|Kelly Weill|Kate Briquelet|Taylor Lorenz, White Supremacists Claim Nikolas Cruz Trained With Them; Students Say He Wore Trump Hat in School, in The Daily Beast, 15 febbraio 2018. URL consultato il 24 maggio 2018.
  50. ^ (EN) Online comments reveal Florida gunman Nikolas Cruz idolized Santa Barbara shooter Elliot Rodger, in babe, 15 febbraio 2018. URL consultato l'8 settembre 2018.
  51. ^ Marta Serafini, L’uomo che odiava le donne Chi è il killer di TorontoLe vittime| Video| Foto, in Corriere della Sera. URL consultato il 24 maggio 2018.
  52. ^ Guido Olimpio, Attentato Toronto, la strage di donne: Minassian e gli Incel, in Corriere della Sera. URL consultato il 15 giugno 2018.
  53. ^ Dobbiamo individuare gli “Incel”, quegli sfigati che odiano le donne, in LaStampa.it. URL consultato il 15 giugno 2018.
  54. ^ (EN) Gunman in Yoga Studio Shooting Recorded Misogynistic Videos and Faced Battery Charges. URL consultato il 4 novembre 2018.
  55. ^ (EN) Florida man who killed two women at yoga studio spoke of "incel" hero Elliot Rodger in online video, in Southern Poverty Law Center. URL consultato il 4 novembre 2018.
  56. ^ Pervert yoga studio gunman called women 'whores' on songs and YouTube, in Mail Online. URL consultato il 4 novembre 2018.
  57. ^ (EN) Florida yoga studio shooter was racist rightwing 'incel' who had raged about women online: report, in Raw Story, 3 novembre 2018. URL consultato il 4 novembre 2018.
  58. ^ (EN) Martin Vassolo, Another 'incel' shooter: yoga studio killer wanted to crucify 'American whores', su The Sydney Morning Herald, 3 novembre 2018. URL consultato il 4 novembre 2018.
  59. ^ Max Noreg, L'errore fondamentale degli incel, 4 settembre 2018. URL consultato il 9 novembre 2018.
  60. ^ Diandra Elettra, Tinte Noir - 23. Il fenomeno degli Incel, 17 giugno 2018. URL consultato il 9 novembre 2018.
  61. ^ Conoscitore Italiano, I ragazzi belli si fidanzano; i ragazzi brutti o semplici rimangono single per sempre, 26 settembre 2017. URL consultato il 9 novembre 2018.
  62. ^ Incel Italia, La bellezza é soggettiva? Analisi in chiave Redpill della questione., 22 maggio 2018. URL consultato il 9 novembre 2018.
  63. ^ La psicologia dei social, ecco perché sul web cambiamo personalità, in Repubblica.it, 21 marzo 2017. URL consultato il 9 novembre 2018.
  64. ^ Celibi, vergini, arrabbiati. Quei misogini da tastiera, in ilGiornale.it. URL consultato il 9 novembre 2018.
  65. ^ (IT) Redazione2, Gli Incel: un movimento estremista maschile | Saperne di più su psicologia e psicoterapia | Area pubblica | Pagine, su www.psicologi-italiani.it. URL consultato il 9 novembre 2018.
  66. ^ Rai, Massimo Canevacci: sentirsi brutti e inadeguati può generare odio - Nemo - Nessuno escluso 18/05/18, 21 maggio 2018. URL consultato il 9 novembre 2018.
  67. ^ William Ramsey, The Stanford Encyclopedia of Philosophy, Winter 2016, Metaphysics Research Lab, Stanford University, 2016. URL consultato il 9 novembre 2018.
  68. ^ Daniel Stoljar, The Stanford Encyclopedia of Philosophy, Winter 2017, Metaphysics Research Lab, Stanford University, 2017. URL consultato il 9 novembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]