Hannes Reichelt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Hannes Reichelt
Hannes Reichelt Hinterstoder 2011b.jpg
Hannes Reichelt a Hinterstoder nel 2011
Nazionalità Austria Austria
Altezza 181 cm
Peso 82 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, slalom gigante, combinata
Squadra SK Radstadt
Palmarès
Mondiali 1 1 0
Mondiali juniores 0 0 2
Coppa del Mondo - Supergigante 1 trofeo
Coppa Europa 1 trofeo
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 22 marzo 2018

Hannes Reichelt (Altenmarkt im Pongau, 5 luglio 1980) è uno sciatore alpino austriaco, uno degli atleti di punta della nazionale austriaca tra gli anni 2000 e gli anni 2010. Nel suo palmarès figurano tra l'altro un titolo iridato (nel supergigante a Vail/Beaver Creek 2015), una Coppa del Mondo di supergigante e una Coppa Europa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stagioni 1996-2002[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Altenmarkt im Pongau[1] e originario di Radstadt, Reichelt ha iniziato a partecipare a gare FIS nell'agosto del 1995 e ha esordito in Coppa Europa il 12 gennaio 1998 ad Altenmarkt-Zauchensee, classificandosi 92º in discesa libera.

Ai Mondiali juniores del 2000 ha vinto due medaglie di bronzo, nel supergigante e nella combinata. Il 20 gennaio 2001 ha colto ad Altenmarkt-Zauchensee in supergigante la sua prima vittoria in Coppa Europa, nonché primo podio, e ha esordito in Coppa del Mondo il 7 dicembre 2001 nel supergigante di Val-d'Isère, senza concluderlo.

Stagioni 2003-2007[modifica | modifica wikitesto]

Alla sua seconda gara in Coppa del Mondo ha conquistato il primo podio: il 20 dicembre 2002, nel supergigante della Val Gardena, si è infatti classificato al 2º posto. Nella stessa stagione ha esordito ai Campionati mondiali, senza tuttavia concludere la prova di supergigante di Sankt Moritz 2003, e ha vinto la classifica di slalom gigante della Coppa Europa 2002-2003, piazzandosi anche al 2º posto sia nella classifica generale, sia in quella di supergigante.

Nel 2004-2005 ha vinto il trofeo continentale, a pari merito con il norvegese Kjetil Jansrud, mentre nella successiva stagione 2005-2006, dopo aver vinto l'impegnativo supergigante della Birds of Prey a Beaver Creek il 1º dicembre, ha partecipato ai XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006, suo esordio olimpico, classificandosi 10º nel supergigante. L'anno dopo ai Mondiali di Åre 2007 non ha concluso la prova di slalom gigante.

Stagioni 2008-2013[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 dicembre 2007 ha nuovamente vinto il supergigante di Beaver Creek e al termine di quella stagione si è aggiudicato la Coppa del Mondo di supergigante. Prima dell'ultima gara, disputata sulla Stelvio di Bormio il 13 marzo, aveva 99 punti di distacco dal leader della classifica provvisoria, l'elvetico Didier Cuche. La vittoria di Reichelt nella gara e il contemporaneo 16º posto di Cuche (che per il regolamento di Coppa del Mondo non comporta l'assegnazione di alcun punto, in quanto nelle gare finali della stagione i punti vengono assegnati solo ai primi quindici classificati) ha determinato il sorpasso, con Reichelt che ha preceduto Cuche di un solo punto nella classifica finale.

30º nello slalom gigante iridato di Val-d'Isère 2009, nel 2011 ha vinto la medaglia d'argento nel supergigante ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen, giungendo 2º alle spalle dell'italiano Christof Innerhofer, e si è classificato 16º nella discesa libera. Nella stagione 2012-2013, dopo aver vinto la discesa libera di Coppa del Mondo disputata sulla Stelvio di Bormio il 29 dicembre, ai Mondiali di Schladming 2013 è stato 4º nel supergigante e non ha concluso la discesa libera.

Stagioni 2014-2018[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 gennaio 2014 ha vinto la discesa libera di Kitzbühel, disputata sulla prestigiosa pista Streif. Pochi giorni dopo ha subito un'operazione d'urgenza per un'ernia del disco che l'ha costretto a mancare l'appuntamento olimpico di Soči 2014, per il quale era stato convocato[2]. A fine stagione è risultato comunque 2º nella Coppa del Mondo di discesa libera, anche se staccato di 210 punti dal norvegese Aksel Lund Svindal.

Nella stagione successiva, dopo essersi nuovamente aggiudicato il supergigante della Birds of Prey (il 6 dicembre) e aver vinto un'altra classica dello sci alpino, la discesa libera della Lauberhorn di Wengen (il 18 gennaio), ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 ha vinto la medaglia d'oro nel supergigante ed è stato 13º nella discesa libera. Nel finale di stagione ha vinto anche la discesa libera della Kandahar a Garmisch-Partenkirchen (il 28 febbraio) e a fine annata è risultato, come l'anno prima, 2º nella Coppa del Mondo di discesa libera, superato di 94 punti da Jansrud. Ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 si è classificato 17º nella discesa libera e 10º nel supergigante; ai XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018 si è classificato 12º nella discesa libera e 11º nel supergigante.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 medaglie:

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
1º dicembre 2005 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti SG
3 dicembre 2007 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti SG
23 febbraio 2008 Whistler Canada Canada GS
13 marzo 2008 Bormio Italia Italia SG
5 febbraio 2011 Hinterstoder Austria Austria SG
29 dicembre 2012 Bormio Italia Italia DH
25 gennaio 2014 Kitzbühel Austria Austria DH
6 dicembre 2014 Beaver Creek Stati Uniti Stati Uniti SG
18 gennaio 2015 Wengen Svizzera Svizzera DH
28 febbraio 2015 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania DH
7 marzo 2015 Lillehammer Kvitfjell Norvegia Norvegia DH
28 gennaio 2017 Garmisch-Partenkirchen Germania Germania DH
16 marzo 2017 Aspen Stati Uniti Stati Uniti SG

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante
GS = slalom gigante

Coppa Europa[modifica | modifica wikitesto]

  • Vincitore della Coppa Europa nel 2005
  • Vincitore della classifica di slalom gigante nel 2003
  • 28 podi:
    • 13 vittorie
    • 8 secondi posti
    • 7 terzi posti

Coppa Europa - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
20 gennaio 2001 Altenmarkt-Zauchensee Austria Austria SG
11 marzo 2002 La Clusaz Francia Francia SG
27 novembre 2002 Levi Finlandia Finlandia GS
28 novembre 2002 Levi Finlandia Finlandia GS
10 dicembre 2002 San Vigilio Italia Italia GS
13 gennaio 2003 Lech Austria Austria SG
13 febbraio 2003 Sella Nevea Italia Italia SG
26 gennaio 2005 Tarvisio Italia Italia DH
27 gennaio 2005 Tarvisio Italia Italia DH
28 gennaio 2005 Tarvisio Italia Italia SG
14 febbraio 2005 Sella Nevea Italia Italia SG
17 febbraio 2005 Oberjoch Germania Germania GS
8 marzo 2005 Kranjska Gora Slovenia Slovenia GS

Legenda:
DH = discesa libera
SG = supergigante
GS = slalom gigante

Campionati austriaci[modifica | modifica wikitesto]

Il podio dello slalom gigante ai Campionati austriaci di sci alpino 2009, con Hannes Reichelt (oro, al centro) tra Mario Matt (argento, a sinistra) e Joachim Puchner (bronzo, a destra)

Campionati austriaci juniores[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) "Biografie" sul sito personale, su hannes-reichelt.com. URL consultato l'11 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2015).
  2. ^ Soči 2014. Hannes Reichelt annuncia il suo forfait per infortunio, in sportnews.eu, 27 gennaio 2014. URL consultato l'11 dicembre 2015.
  3. ^ a b (DE) Hannes Reichelt, su oesv.at - ÖSV-Siegertafel, Federazione sciistica dell'Austria (Österreichischer Skiverband). URL consultato il 12 dicembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]