Gustavo Kuerten

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gustavo Kuerten
Gustavo Kuerten.jpg
Un primo piano di Gustavo Kuerten
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 191 cm
Peso 83 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 358 - 195 (64,74%)
Titoli vinti 20
Miglior ranking 1° (4 dicembre 2000)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 3T (2004)
Francia Roland Garros V (1997, 2000, 2001)
Regno Unito Wimbledon QF (1999)
Stati Uniti US Open QF (1999, 2001)
Altri tornei
Tour Finals V (2000)
Olympic flag.svg Giochi olimpici QF (2000)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 108 - 95
Titoli vinti 8
Miglior ranking 38° (13 ottobre 1997)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open QF (1999)
Francia Roland Garros QF (1998)
Regno Unito Wimbledon 1T (1999, 2000)
Stati Uniti US Open 1T (1997, 2003, 2004, 2007)
Altri tornei
Olympic flag.svg Giochi olimpici 1T (2000)
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al definitivo

Gustavo Kuerten (Florianópolis, 10 settembre 1976) è un allenatore di tennis ed ex tennista brasiliano, tre volte vincitore del Roland Garros. È un ex numero 1 del ranking del tennis mondiale maschile.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kuerten nasce a Florianópolis nel Brasile meridionale. La sua famiglia ha radici tedesche.

La vita di Guga (questo il suo soprannome) è stata subito segnata da due tragedie familiari; la prima riguarda suo fratello minore Guilherme, che soffriva di una paralisi cerebrale e che dopo una vita dolorosa è morto il 7 novembre 2007. Gustavo rimase profondamente colpito dai disagi quotidiani di suo fratello tanto che, ogni anno della sua carriera, donava l'intero montepremi di un torneo vinto alla NGO, società brasiliana che dava assistenza a persone con disagi simili a quelli del fratello. Guga inoltre donava ogni trofeo vinto a suo fratello minore come souvenir (inclusi i tre trofei "replica" del Roland Garros).

La seconda tragedia riguardò suo padre, che fu un tennista a livello amatoriale ed arbitro di tennis. Nel 1985, quando Gustavo aveva solo 8 anni, morì di infarto mentre stava arbitrando una partita tra due juniors a Florianópolis.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gustavo Kuerten

Kuerten iniziò a giocare all'età di 6 anni, allenato dall'allenatore Oscar Wegner a Florianópolis. Successivamente incontrò Larri Passos, suo coach per i seguenti 15 anni, quando ne aveva 14. A causa della bravura di Guga la sua famiglia fu costretta a giorovagare il mondo per far partecipare il figlio ai tornei juniors. Kuerten diventò professionista nel 1995.

Si è rivelato sulla ribalta internazionale vincendo sulla terra rossa di Parigi nel 1997, battendo in finale, a sorpresa, lo spagnolo Sergi Bruguera, n. 19 del mondo, ma già vincitore due volte a Parigi. Il suo tabellone, a parte la semifinale dei carneadi contro il modesto belga Dewulf, legittimò la vittoria del semisconosciuto brasiliano: eliminò infatti prima lo svedese Bjorkman (all'epoca n. 23 del mondo), poi l'austriaco Muster (5), quindi l'ucraino Medvedev (20) e nei quarti il n. 3 del mondo, il russo Kafel'nikov, nell'anno in cui anche tra le donne la croata Iva Majoli caratterizzò un Open di Francia con vincitori inattesi.

Con l'affermazione nel torneo del Grande Slam salì in un colpo solo dal n. 66 al n. 15 del mondo. Si è ripetuto al Roland Garros anche nel 2000 (finalista lo svedese Magnus Norman) e nel 2001 (battendo lo spagnolo Corretja), quando sono cominciati i problemi fisici che ne hanno offuscato prematuramente la stella.

Ha occupato il primo posto nella classifica ATP il 4 dicembre 2000. Tra i suoi migliori risultati anche la vittoria nel Master del 2000, quelle a Roma nel 1999 (per lui anche due finali al Foro Italico) e a Montecarlo nel 2001, più altre finali in tornei ATP Master Series. Dopo alcune stagioni di scarsa presenza sulla scena tennistica a causa di problemi muscolari, che lo avevano portato a scendere fino alla posizione numero 576, si è dapprima ritirato dalle competizioni agonistiche, nel 2006, ma nel 2007 ha deciso di riprendere a giocare nel tentativo di tornare il giocatore fortissimo di un tempo. Nel torneo di Viña del Mar è uscito al primo turno, ma nel torneo brasiliano di Costa do Sauípe ha battuto al primo turno Filippo Volandri, n. 7 del tabellone, in 2 set (con il punteggio di 6-3, 6-1).

Ha colto la sua ultima vittoria il 15 aprile 2008 nel primo turno del torneo di Florianopolis quando ha battuto per 6-4 6-4 il colombiano Salamanca. Al secondo turno verrà sconfitto dal connazionale Ferreiro.

Alto 190 cm, il suo peso forma da atleta era di 83 kg. Giocatore da terra ma completo, rete compresa (ottimo doppista). Gran velocità di braccio, servizio sciolto, dritto da terra, rovescio devastante (soprattutto il lungolinea). Come la maggior parte degli specialisti della terra rossa faceva del gioco da fondocampo la sua specialità.

Ha chiuso la sua carriera agli Open di Francia del Roland Garros il 25 maggio del 2008.

È stato introdotto nell'International Tennis Hall of Fame nel 2012.[1]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Finali del Grande Slam (3)[modifica | modifica wikitesto]

Vinte (3)[modifica | modifica wikitesto]

Anno Torneo Avversario in finale Punteggio
1997 Open di Francia Spagna Sergi Bruguera 6-3, 6-4, 6-2
2000 Open di Francia (2) Svezia Magnus Norman 6-2, 6-3, 2-6, 7-66
2001 Open di Francia (3) Spagna Àlex Corretja 6-73, 7-5, 6-2, 6-0

Singolare[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (20)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (3)
ATP World Tour Championship / Tennis Masters Cup (1)
ATP Super 9 / Masters Series (5)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (4)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (7)
Legenda superfici
Cemento (5)
Terra (14)
Erba (0)
Sintetico (0)
Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 8 giugno 1997 Francia Open di Francia, Parigi (1) Terra battuta Spagna Sergi Bruguera 6-3, 6-4, 6-2
2. 26 luglio 1998 Germania Mercedes Cup, Stoccarda (1) Terra battuta Slovenia Karol Kučera 4-6, 6-2, 6-4
3. 4 ottobre 1998 Spagna Majorca Open, Maiorca Terra battuta Spagna Carlos Moyá 6-75, 6-2, 6-3
4. 25 aprile 1999 Monaco Monte Carlo Open, Monte Carlo (1) Terra battuta Cile Marcelo Ríos 6-4, 2-1, rit.
5. 16 maggio 1999 Italia Internazionali d'Italia, Roma Terra battuta Australia Patrick Rafter 6-4, 7-5, 7-66
6. 5 marzo 2000 Cile Movistar Open, Santiago del Cile Terra battuta Argentina Mariano Puerta 7-63, 6-3
7. 21 maggio 2000 Germania Hamburg Masters, Amburgo Terra battuta Russia Marat Safin 6-4, 5-7, 6-4, 5-7, 7-63
8. 11 giugno 2000 Francia Open di Francia, Parigi (2) Terra battuta Svezia Magnus Norman 6-2, 6-3, 2-6, 7-66
9. 20 agosto 2000 Stati Uniti Indianapolis Tennis Championships, Indianapolis Cemento Russia Marat Safin 3-6, 7-62, 7-62
10. 3 dicembre 2000 Portogallo Tennis Masters Cup, Lisbona Cemento Stati Uniti Andre Agassi 6-4, 6-4, 6-4
11. 25 febbraio 2001 Argentina ATP Buenos Aires, Buenos Aires Terra battuta Argentina José Acasuso 6-1, 6-3
12. 4 marzo 2001 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra battuta Spagna Galo Blanco 6-4, 6-2
13. 22 aprile 2001 Monaco Monte Carlo Masters, Monte Carlo (2) Terra battuta Marocco Hicham Arazi 6-3, 6-2, 6-4
14. 10 giugno 2001 Francia Open di Francia, Parigi (3) Terra battuta Spagna Àlex Corretja 6-73, 7-5, 6-2, 6-0
15. 22 luglio 2001 Germania Mercedes Cup, Stoccarda (2) Terra battuta Argentina Guillermo Cañas 6-3, 6-2, 6-4
16. 12 agosto 2001 Stati Uniti Cincinnati Masters, Cincinnati Cemento Australia Patrick Rafter 6-1, 6-3
17. 15 settembre 2002 Brasile Brasil Open, Costa do Sauípe (1) Terra battuta Argentina Guillermo Coria 6-74, 7-5, 7-62
18. 12 gennaio 2003 Nuova Zelanda Heineken Open, Auckland Cemento Slovenia Dominik Hrbatý 6-3, 7-5
19. 26 ottobre 2003 Russia St. Petersburg Open, San Pietroburgo Cemento Armenia Sargis Sargsian 6-4, 6-3
20. 1º marzo 2004 Brasile Brasil Open, Costa do Sauípe (2) Terra battuta Argentina Agustín Calleri 3-6, 6-2, 6-3

Finali perse (9)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Avversario in finale Punteggio
1. 15 giugno 1997 Italia ATP Bologna Outdoor, Bologna Terra battuta Spagna Félix Mantilla 4-6, 6-2, 6-1
2. 3 agosto 1997 Canada Canada Open, Montreal Cemento Stati Uniti Chris Woodruff 7-5, 4-6, 6-3
3. 2 aprile 2000 Stati Uniti Miami Masters, Miami Cemento Stati Uniti Pete Sampras 6-1, 62-7, 7-65, 7-68
4. 14 maggio 2000 Italia Rome Masters, Roma (1) Terra battuta Svezia Magnus Norman 6-3, 4-6, 6-4, 6-4
5. 13 maggio 2001 Italia Rome Masters, Roma (2) Terra battuta Spagna Juan Carlos Ferrero 3-6, 6-1, 2-6, 6-4, 6-2
6. 19 agosto 2001 Stati Uniti RCA Championships, Indianapolis Cemento Australia Patrick Rafter 4-2 rit.
7. 13 ottobre 2002 Francia Grand Prix de Tennis de Lyon, Lione Sintetico indoor Francia Paul-Henri Mathieu 4-6, 6-3, 6-1
8. 16 marzo 2003 Stati Uniti Pacific Life Open, Indian Wells Cemento Australia Lleyton Hewitt 6-1, 6-1
9. 15 febbraio 2004 Cile Movistar Open, Viña del Mar Terra battuta Cile Fernando González 7-5, 6-4

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (8)[modifica | modifica wikitesto]

Legenda
Grande Slam (0)
ATP World Tour Championship / Tennis Masters Cup (0)
ATP Super 9 / Masters Series (0)
ATP International Series Gold / ATP World Tour 500 Series (2)
ATP International Series / ATP World Tour 250 Series (6)
Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 11 novembre 1996 Cile Movistar Open, Santiago del Cile Terra battuta Brasile Fernando Meligeni Romania Dinu Pescariu
Spagna Albert Portas
6–4, 6–2
2. 14 aprile 1997 Portogallo Estoril Open, Estoril Terra battuta Brasile Fernando Meligeni Italia Andrea Gaudenzi
Italia Filippo Messori
6-2, 6-2
3. 15 giugno 1997 Italia ATP Bologna Outdoor, Bologna Terra battuta Brasile Fernando Meligeni Stati Uniti Dave Randall
Stati Uniti Jack White
6–2, 7–5
4. 20 luglio 1997 Germania Mercedes Cup, Stoccarda Terra battuta Brasile Fernando Meligeni Stati Uniti Donald Johnson
Stati Uniti Francisco Montana
6-4, 6-4
5. 13 luglio 1998 Svizzera Swiss Open Gstaad, Gstaad Terra battuta Brasile Fernando Meligeni Argentina Daniel Orsanic
Rep. Ceca Cyril Suk
6-4, 7-5
6. 11 gennaio 1999 Australia AAPT Championships, Adelaide Cemento Ecuador Nicolás Lapentti Stati Uniti Jim Courier
Stati Uniti Patrick Galbraith
6-4, 6-4
7. 6 marzo 2000 Cile Movistar Open, Santiago del Cile (2) Terra battuta Brasile Antonio Prieto Sudafrica Lan Bale
Sudafrica Piet Norval
6-2, 6-4
8. 4 marzo 2001 Messico Abierto Mexicano Telcel, Acapulco Terra battuta Stati Uniti Donald Johnson Sudafrica David Adams
Argentina Martín García
6-3, 7-6

Finali perse (2)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 16 settembre 2002 Portogallo Brasil Open, Salvador Terra battuta Brasile André Sá Stati Uniti Scott Humphries
Bahamas Mark Merklein
3-6, 61-7
2. 2 novembre 2002 Francia Paris Masters, Parigi Cemento indoor Francia Cédric Pioline Francia Nicolas Escudé
Francia Fabrice Santoro
3-6, 3-6

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ tennisfame.com, Brazilian Tennis Star Guga Kuerten to be Inducted in 2012, su tennisfame.com, 7 marzo 2012. URL consultato il 15 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN61232020 · ISNI: (EN0000 0000 4441 250X · LCCN: (ENno2003045841 · GND: (DE1062822854 · BNF: (FRcb169711800 (data)