Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana 2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comunità Valenzana GP della Comunità Valenciana 2011
796º GP della storia del Motomondiale
18ª prova su 18 del 2011
Circuit Valensia (test).png
Data 6 novembre 2011
Nome ufficiale GP Generali de la Comunitat Valenciana
Circuito Circuito di Valencia
Percorso 4,005 km
Clima Leggera pioggia
Risultati
MotoGP
170º GP nella storia della classe
Distanza 30 giri, totale 120,150 km
Pole position Giro veloce
Australia Casey Stoner Italia Andrea Dovizioso
Honda in 1:31.861 Honda in 1:34.167
(nel giro 14 di 30)
Podio
1. Australia Casey Stoner
Honda
2. Stati Uniti Ben Spies
Yamaha
3. Italia Andrea Dovizioso
Honda
Moto2
34º GP nella storia della classe
Distanza 27 giri, totale 108,135 km
Pole position Giro veloce
Italia Michele Pirro Italia Andrea Iannone
Moriwaki in 1:37.067 Suter in 1:39.730
(nel giro 21 di 27)
Podio
1. Italia Michele Pirro
Moriwaki
2. Finlandia Mika Kallio
Suter
3. Svizzera Dominique Aegerter
Suter
Classe 125
722º GP nella storia della classe
Distanza 24 giri, totale 96,120 km
Pole position Giro veloce
Regno Unito Danny Webb Spagna Maverick Viñales
Mahindra in 1:45.898 Aprilia in 1:42.882
(nel giro 17 di 24)
Podio
1. Spagna Maverick Viñales
Aprilia
2. Spagna Nicolás Terol
Aprilia
3. Spagna Héctor Faubel
Aprilia

Il Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana 2011 disputatosi il 6 novembre sul Circuito Ricardo Tormo di Cheste, è stato il diciottesimo e ultimo Gran Premio della stagione 2011. Con questa gara, dopo 722 prove, si è concluso il ciclo della classe 125, iniziato nella prima edizione del motomondiale in occasione del Gran Premio motociclistico di Svizzera 1949. La classe è stata sostituita nel 2012 dalla Moto3.

In MotoGP Casey Stoner ha battuto in volata Ben Spies ottenendo il decimo successo stagionale, mentre ha concluso terzo e più staccato Andrea Dovizioso. Alla prima curva un incidente provocato da Álvaro Bautista ha costretto al ritiro anche i tre piloti a fianco a lui, cioè Randy De Puniet, Valentino Rossi e Nicky Hayden. Per Loris Capirossi si è trattata dell'ultima gara in carriera prima del ritiro dalle competizioni agonistiche.[1]

In Moto2 si è assistito alla prima vittoria nel motomondiale per Michele Pirro, partito per la prima volta in pole position, che ha preceduto Mika Kallio e Dominique Aegerter, quest'ultimo al suo primo podio in carriera. Ancor prima della gara Stefan Bradl ha ottenuto la certezza della vittoria iridata dopo che Marc Márquez, l'altro contendente al titolo, non era riuscito a scendere in pista in nessuna delle sessioni di prove per problemi fisici dovuti a una caduta nelle prove libere di Sepang, rinunciando così a correre l'ultima gara stagionale.[2]

Nella classe 125 il successo è andato per la quarta volta in stagione a Maverick Viñales davanti a Nicolás Terol, che ha avuto la certezza del titolo mondiale a seguito della caduta del rivale Johann Zarco, e a Héctor Faubel. Danny Webb con la Mahindra 125 è partito per la prima volta in pole position in una gara del motomondiale.[3]

MotoGP[modifica | modifica wikitesto]

Jorge Lorenzo e Colin Edwards, infortunati, vengono sostituiti rispettivamente da Katsuyuki Nakasuga e Josh Hayes.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 27 Australia Casey Stoner Honda 30 48:18.645 1 25
2 11 Stati Uniti Ben Spies Yamaha 30 +0.015 3 20
3 4 Italia Andrea Dovizioso Honda 30 +5.936 8 16
4 35 Regno Unito Cal Crutchlow Yamaha 30 +8.718 11 13
5 26 Spagna Daniel Pedrosa Honda 30 +9.321 2 11
6 89 Giappone Katsuyuki Nakasuga Yamaha 30 +23.818 15 10
7 41 Stati Uniti Josh Hayes Yamaha 30 +33.118 16 9
8 17 Rep. Ceca Karel Abraham Ducati 30 +37.952 10 8
9 65 Italia Loris Capirossi Ducati 30 +48.953 12 7
10 24 Spagna Toni Elías Honda 30 +52.501 13 6
11 8 Spagna Héctor Barberá Ducati 30 +1:06.519 9 5
12 7 Giappone Hiroshi Aoyama Honda 30 +1:08.760 14 4

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
14 Francia Randy De Puniet Ducati 0 Incidente 4
19 Spagna Álvaro Bautista Suzuki 0 Incidente 5
46 Italia Valentino Rossi Ducati 0 Incidente 6
69 Stati Uniti Nicky Hayden Ducati 0 Incidente 7

Moto2[modifica | modifica wikitesto]

Sergio Gadea e Ricard Cardús, infortunati, vengono sostituiti rispettivamente da Alex Baldolini e Nasser Hasan Al Malki. In questo Gran Premio corrono due wildcard: Óscar Climent su MIR Racing ed Elena Rosell su Suter.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 51 Italia Michele Pirro Moriwaki 27 46:22.205 1 25
2 36 Finlandia Mika Kallio Suter 27 +6.150 3 20
3 77 Svizzera Dominique Aegerter Suter 27 +6.363 7 16
4 13 Australia Anthony West MZ-RE Honda 27 +8.843 22 13
5 9 Stati Uniti Kenny Noyes FTR 27 +9.229 23 11
6 68 Colombia Yonny Hernández FTR 27 +9.926 20 10
7 63 Francia Mike Di Meglio Tech 3 27 +10.115 9 9
8 19 Belgio Xavier Siméon Tech 3 27 +10.385 8 8
9 76 Germania Max Neukirchner MZ-RE Honda 27 +13.018 24 7
10 60 Spagna Julián Simón Suter 27 +13.685 21 6
11 29 Italia Andrea Iannone Suter 27 +14.686 25 5
12 15 San Marino Alex De Angelis MotoBi 27 +15.200 5 4
13 16 Francia Jules Cluzel Suter 27 +18.428 19 3
14 44 Spagna Pol Espargaró FTR 27 +19.177 13 2
15 71 Italia Claudio Corti Suter 27 +20.356 26 1
16 4 Svizzera Randy Krummenacher Kalex 27 +26.031 27
17 12 Svizzera Thomas Lüthi Suter 27 +27.160 6
18 18 Spagna Jordi Torres Suter 27 +33.813 15
19 25 Italia Alex Baldolini Moriwaki 27 +46.003 18
20 54 Turchia Kenan Sofuoğlu Suter 27 +49.635 29
21 40 Spagna Aleix Espargaró Pons Kalex 27 +1:12.187 11
22 64 Colombia Santiago Hernández FTR 27 +1:14.567 31
23 38 Regno Unito Bradley Smith Tech 3 27 +1:15.394 12
24 39 Venezuela Robertino Pietri Suter 27 +1:16.767 33
25 82 Spagna Elena Rosell Suter 27 +1:19.893 35
26 6 Spagna Joan Olivé FTR 27 +1:22.339 32
27 95 Qatar Mashel Al Naimi Moriwaki 26 +1 giro 37
28 61 Spagna Óscar Climent MIR Racing 26 +1 giro 34
29 96 Qatar Nasser Hasan Al Malki Moriwaki 26 +1 giro 38
30 45 Regno Unito Scott Redding Suter 26 +1 giro 14

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
35 Italia Raffaele De Rosa Suter 25 Incidente 28
3 Italia Simone Corsi FTR 25 Ritiro 10
53 Francia Valentin Debise FTR 20 Ritiro 30
14 Thailandia Ratthapark Wilairot FTR 13 Ritiro 36
75 Italia Mattia Pasini FTR 10 Incidente 17
34 Spagna Esteve Rabat FTR 6 Ritiro 16
72 Giappone Yūki Takahashi Moriwaki 5 Incidente 2
65 Germania Stefan Bradl Kalex 4 Incidente 4

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto
80 Spagna Axel Pons Pons Kalex

Non qualificato[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto
93 Spagna Marc Márquez Suter

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

Simone Grotzkyj e Joan Perelló, infortunati, vengono sostituiti rispettivamente da Manuel Tatasciore e Péter Sebestyén. In questo Gran Premio corrono cinque wildcard: Juan Francisco Guevara e John McPhee su Aprilia; Emil Petersen, Daniel Ruiz e Kevin Hanus su Honda.

Arrivati al traguardo[modifica | modifica wikitesto]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 25 Spagna Maverick Viñales Aprilia 24 41:44.138 8 25
2 18 Spagna Nicolás Terol Aprilia 24 +3.216 9 20
3 55 Spagna Héctor Faubel Aprilia 24 +7.460 6 16
4 7 Spagna Efrén Vázquez Derbi 24 +14.560 13 13
5 94 Germania Jonas Folger Aprilia 24 +18.451 10 11
6 23 Spagna Alberto Moncayo Aprilia 24 +36.472 14 10
7 39 Spagna Luis Salom Aprilia 24 +52.614 4 9
8 31 Finlandia Niklas Ajo Aprilia 24 +1:00.138 19 8
9 3 Italia Luigi Morciano Aprilia 24 +1:00.253 22 7
10 96 Francia Louis Rossi Aprilia 24 +1:03.258 2 6
11 60 Italia Manuel Tatasciore Aprilia 24 +1:09.892 20 5
12 77 Germania Marcel Schrötter Mahindra 24 +1:12.741 23 4
13 19 Italia Alessandro Tonucci Aprilia 24 +1:18.337 17 3
14 71 Regno Unito John McPhee Aprilia 24 +1:18.434 25 2
15 30 Svizzera Giulian Pedone Aprilia 24 +1:20.580 30 1
16 50 Norvegia Sturla Fagerhaug Aprilia 24 +1:21.155 21
17 52 Regno Unito Danny Kent Aprilia 24 +1:27.770 18
18 56 Ungheria Péter Sebestyén Aprilia 24 +1:33.406 28
19 34 Spagna Daniel Ruiz Honda 24 +1:34.593 31
20 53 Paesi Bassi Jasper Iwema Aprilia 24 +1:34.832 27
21 40 Svizzera Marco Colandrea Aprilia 23 +1 giro 33
22 10 Francia Alexis Masbou KTM 23 +1 giro 5
23 86 Germania Kevin Hanus Honda 23 +1 giro 32
24 84 Rep. Ceca Jakub Kornfeil Aprilia 23 +1 giro 24
25 63 Malesia Zulfahmi Khairuddin Derbi 21 +3 giri 15
NC 26 Spagna Adrián Martín Aprilia 24 +2:16.952[4] 11

Ritirati[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto Giri Motivo Griglia
17 Regno Unito Taylor Mackenzie Aprilia 18 Incidente 26
14 Sudafrica Brad Binder Aprilia 17 Incidente 34
28 Spagna Josep Rodríguez Aprilia 15 Ritiro 16
11 Germania Sandro Cortese Aprilia 11 Incidente 7
99 Regno Unito Danny Webb Mahindra 11 Incidente 1
21 Regno Unito Harry Stafford Aprilia 7 Ritiro 29
8 Australia Jack Miller KTM 3 Ritiro 12
5 Francia Johann Zarco Derbi 2 Incidente 3

Non partito[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto
13 Spagna Juan Francisco Guevara Aprilia

Non qualificato[modifica | modifica wikitesto]

# Pilota Moto
22 Danimarca Emil Petersen Honda

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Valencia, parata in pista per il Sic - 1º Stoner in volata, out Rossi, La Gazzetta dello Sport, 6 novembre 2011.
  2. ^ Moto2 Valencia Gara: emozionante vittoria di Michele Pirro, Bikeracing.it, 6 novembre 2011.
  3. ^ 125cc Valencia Gara: Zarco out, Terol campione, vince Vinales, Bikeracing.it, 6 novembre 2011.
  4. ^ Pilota non classificato per aver tagliato il traguardo passando dalla corsia dei box.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale - Stagione 2011
Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2010
Gran Premio motociclistico della Comunità Valenciana
Altre edizioni
Edizione successiva:
2012
Moto Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto