Filippo De Grenet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filippo De Grenet (opera d'arte in marmo di Renato Signorini, 1945)

Filippo De Grenet (Napoli, 10 ottobre 1904Roma, 24 marzo 1944) è stato un militare e diplomatico italiano decorato con medaglia d'oro al valor militare alla memoria.

Laureato in giurisprudenza, divenne tenente di complemento d'artiglieria in Africa e membro del Servizio informazioni militare. Ferito gravemente, fu rimpatriato e prese parte alla Resistenza italiana. Fu catturato dai fascisti e ucciso nell'eccidio delle Fosse Ardeatine. Nacque da Carlo (figlio del Senatore Francesco Grenet) e dalla nobile Teresa dei Conti Ricciardi.

A Filippo De Grenet è dedicata la sala "Anticamera degli ambasciatori" del Palazzo della Farnesina, sede del Ministero degli Affari Esteri. Il suo nome è stato iscritto nel Libro d'Oro[1], scultura del maestro Arnaldo Pomodoro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie