Elisa Di Francisca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Elisa Di Francisca
Elisa Di Francisca podium 2013 Fencing WCH FFS-IN t204413.jpg
Elisa Di Francisca Campionati mondiali 2013
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 60 kg
Scherma Fencing pictogram.svg
Specialità Fioretto
Società Fiamme Oro
Palmarès
Giochi olimpici 2 1 0
Mondiali 7 4 2
Europei 12 2 2
Giochi del Mediterraneo 1 0 0
Totale 22 7 4
Coppa del mondo 2 trofei
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 27 aprile 2016

Elisa Di Francisca (Jesi, 13 dicembre 1982) è una schermitrice italiana, specializzata nel fioretto.

Campionessa olimpica ai Giochi della XXX olimpiade di Londra 2012 sia nell'individuale sia nella gara a squadre, ha vinto la medaglia d'argento ai Giochi della XXXI Olimpiade di Rio de Janeiro nel 2016 nella prova individuale. Vincitrice della Coppa del Mondo nel 2011, è stata sei volte Campionessa Mondiale e dieci volte Campionessa Europea tra individuale e prova a squadre, nonché una medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013 sempre nell'individuale. È considerata come una delle più forti schermitrici italiane di sempre. È tesserata per il Gruppo Sportivo Fiamme Oro.

Nel 2013 partecipa alla nona edizione del programma televisivo Ballando con le stelle, vincendo la competizione insieme al ballerino Raimondo Todaro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta a Jesi, come le colleghe Giovanna Trillini e Valentina Vezzali, è la primogenita di Giacomo, siciliano di Villarosa[1] in provincia di Enna, e Ombretta Trovarelli.[2] Ha una sorella, Martina, e un fratello, Michele. È diplomata al Liceo socio-psicopedagogico.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Sale in pedana per fare scherma insieme alla sorella Martina e qualche anno prima del fratello Michele. In precedenza, per qualche anno si era cimentata nella danza. Ha iniziato la scherma con il loro maestro Ezio Triccoli, ad affiancarla c'erano anche Giulio Tommassini e Stefano Cerioni. Nel 1995 si laurea campionessa italiana "ragazze". L'anno dopo è medaglia d'argento ai campionati italiani "allievi". Nel 2000 è seconda nei campionati italiani "giovani" e terza in quelli assoluti. Nel 2003 è di nuovo sul podio nelle stesse competizioni.

Nel 2004, a 22 anni, fa il grande salto ed esordisce a livello internazionale con la nazionale italiana, vincendo l'oro nel fioretto a squadre ai mondiali di New York e classificandosi quinta ai campionati europei di Copenaghen, dove vince anche il bronzo nel fioretto a squadre. L'anno dopo è quinta ai campionati mondiali di Lipsia e prima nella tappa della coppa del mondo di L'Avana, mentre nel 2006 è settima ai mondiali di Torino e seconda agli europei. Nel 2008 le sfuma la qualificazione alle olimpiadi di Pechino, ma si mette subito in corsa per quelle di Londra. Nella stagione 2008/09 arriva seconda a una prova della coppa del mondo a Dallas. Nei campionati italiani del 2009 giunge undicesima (l'anno prima era salita sul podio) e chiude quinta nelle prove di coppa del mondo. Nello stesso anno vince sia il campionato mondiale che il campionato europeo a squadre, quest'ultimo insieme a Valentina Vezzali, Ilaria Salvatori e Arianna Errigo.

Nell'anno 2010 esplode definitivamente il suo talento. In coppa del mondo conquista un primo, due secondi e tre terzi posti. In marzo ottiene la prima vittoria in un Gran Prix a Marsiglia, battendo in finale la sudcoreana Nam. In giugno si laurea campionessa italiana di fioretto, battendo in finale la Vezzali (è la sesta jesina a vincere questo titolo). In luglio a Siracusa conquista il bronzo agli europei. In novembre a Parigi, vince il campionato mondiale, consacrandosi a livello mondiale nel fioretto. Nel 2011 si ripete, conquistando il primo posto agli europei di Sheffield, a cui fa seguito la sua prima conquista della coppa del mondo generale.[3] Sempre nel 2011 è argento sia a squadre che nell'individuale agli europei di Catania.

Nel giugno 2012 vince gli europei di Legnano. Ma è il mese successivo che compie il suo capolavoro, quando partecipa alle Olimpiadi di Londra. Il 28 luglio, infatti, vince la medaglia d'oro nel concorso individuale di fioretto femminile, battendo la sudcoreana Nam Hyun-hee in semifinale e la connazionale Arianna Errigo in finale per 12-11 dopo il minuto supplementare. (sul podio andranno tre italiane, con la Vezzali terza).[4] Vince anche la medaglia d'oro nel torneo a squadre, assieme a Valentina Vezzali, Arianna Errigo e Ilaria Salvatori, contro la Russia. Successivamente cambia allenatore: è la ex campionessa Giovanna Trillini a prendere il posto del suo storico allenatore Stefano Cerioni, dopo che questi ha lasciato la nazionale italiana per andare ad allenare la Russia, anche a seguito di disguidi con la Federazione.

Nel giugno 2013 vince l'oro agli europei di Zagabria nel fioretto individuale, superando in finale la russa Yakovleva per 15-7.[5] Ha dedicato il trofeo ad Alessia Polita, campionessa di motociclismo e sua conterranea che ha avuto un incidente in quei giorni. Nella stessa manifestazione raddoppia con l'oro nel fioretto a squadre, in cui trionfa insieme alle connazionali Arianna Errigo, Benedetta Durando e Carolina Erba. Pochi giorni dopo vince la medaglia d'oro ai Giochi del Mediterraneo 2013 di Mersin.[6]

Nell'agosto 2013, ai mondiali di Budapest, si classifica terza nel fioretto individuale e conquista la medaglia d'oro nel fioretto a squadre insieme alle compagne Arianna Errigo, Valentina Vezzali e Carolina Erba. Nel giugno 2014 vince nuovamente il titolo europeo nella gara individuale di fioretto battendo per 15-5 la connazionale Martina Batini in finale e il titolo europeo a squadre con le compagne di squadra Martina Batini, Valentina Vezzali e Arianna Errigo battendo in finale la Russia 45 a 44. Ha vinto la medaglia di Oro ai Mondiali di Mosca del 2015 nella gara a squadre di Fioretto. Vince la medaglia d'Argento ai Mondiali di Scherma di Rio ad Aprile 2016 nella gara a squadre del fioretto dopo la sconfitta dell'Italia per 45-39 con la Russia in finale.

Nell'agosto 2016, alle olimpiadi di Rio, vince la medaglia d'argento nell'individuale di fioretto. In questa edizione dei giochi non è prevista la competizione a squadre che per motivi di regolamento (a turnazione) salta questa edizione olimpica.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 2012 è stata in giuria al concorso di Miss Italia.

Nell'ottobre 2012 parte per il Kenya, dove resta per due settimane in una spedizione umanitaria con Intervita Onlus. Il viaggio è stato documentato sul suo blog La mia Africa, nel sito de La Gazzetta dello Sport.

Nel gennaio 2013 ha partecipato alla prima puntata dello show televisivo Riusciranno i nostri eroi (Rai Uno). Il 13 febbraio dello stesso anno, insieme alle sue compagne della nazionale di fioretto, è tra i cosiddetti "proclamatori" del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio, per proclamare Max Gazzè. Nell'autunno 2013 fa parte del cast della nona edizione di Ballando con le stelle (Rai Uno), uscendone vincitrice in coppia con il ballerino Raimondo Todaro, con il 56% dei voti.

È stata testimonial di Banca Marche

Ha partecipato al programma televisivo Bring the Noise e Sbandati.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giochi olimpici[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Mondiali di scherma[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Europei di scherma[modifica | modifica wikitesto]

Individuale
A squadre

Altri risultati[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del mondo
  • 6ª nella classifica generale 2004/2005
  • 9ª nella classifica generale 2005/2006
  • 5ª nella classifica generale 2008/2009
  • Bronzen medaille.svg nella classifica generale 2009/2010
  • Gouden medaille.svg nella classifica generale 2010/2011
  • Zilveren medaille.svg nella classifica generale 2011/2012
  • 4ª nella classifica generale 2012/2013
  • Gouden medaille.svg nella classifica generale 2015

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
— Salone d'onore del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, 19 aprile 2012

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Villarosa: Cittadinanza onoraria per la campionessa olimpica Elisa Di Francisca[collegamento interrotto] sicilianews.tv
  2. ^ Elisa Di Francisca riparte da Taormina, su gazzettadelsud.it, Gazzetta del Sud, 20 ottobre 2015. URL consultato il 20 maggio 2016.
  3. ^ Di Francisca, fioretto d'oro - Anche la Vezzali si inchina, gazzetta.it, 15 luglio 2011. URL consultato il 15 novembre 2014.
  4. ^ Oro olimpico a Londra 2012 di Elisa Di Francisca. L’intervista di Erika durante la preparazione invernale, zenazone.it, 28 luglio 2012. URL consultato il 15 novembre 2014.
  5. ^ Europei scherma: Di Francisca oro nel fioretto donne, gazzetta.it, 16 giugno 2013. URL consultato il 15 novembre 2014.
  6. ^ Scherma - Di Francisca d'oro anche ai Giochi del Mediterraneo, eurosport.yahoo.com, 22 giugno 2013. URL consultato il 15 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]