Confine tra l'Italia e la Slovenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Confine tra l'Italia e la Slovenia
BorderITSLO.jpg
Passaggio di confine tra Gorizia e Nova Gorica.
Dati generali
StatiItalia Italia
Slovenia Slovenia
Lunghezza232 km
Dati storici
Istituito nel1947
Attuale dal1954

Il confine tra l'Italia e la Slovenia descrive la linea che delimita i due stati. Ha una lunghezza di 232 km.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La definizione del confine, per la parte più a nord, risale al trattato di Parigi del 1947; fu completato il 26 ottobre 1954 quando il Territorio Libero di Trieste, costituito al termine della seconda guerra mondiale, fu suddiviso tra l'Italia e la Jugoslavia. Dopo il 1991 la Slovenia, quando divenne indipendente rispetto alla ormai disgregata Jugoslavia, subentrò in questo confine.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il confine inizia alla triplice frontiera collocata sul Monte Forno[1] dove si incontrano l'Austria, l'Italia e la Slovenia.

Prosegue con direzione generale verso sud e termina nel mare Adriatico presso la località italiana di Lazzaretto, frazione di Muggia.

Regioni e province interessate[modifica | modifica wikitesto]

In Italia sono interessate al confine con la Slovenia le seguenti regioni e province:

In Slovenia invece sono interessate le seguenti regioni:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La triplice frontiera ha le seguenti coordinate: 46°31′24.09″N 13°42′51.71″E / 46.523358°N 13.714364°E46.523358; 13.714364.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]