Confine tra l'Italia e San Marino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Confine tra l'Italia e San Marino
SAN MARINO-en.png
Mappa di San Marino
Dati generali
Stati  Italia
  San Marino
Lunghezza39 km
Dati storici
Istituito nelX secolo
Causa istituzioneIndipendenza di San Marino
Attuale dal1463
Causa tracciato attualeGuerra sammarinese
Ingresso in San Marino a Dogana
La Repubblica di San Marino proclama la sua neutralità durante la seconda guerra mondiale

Il confine tra l'Italia e San Marino è lungo 39 km. Il confine non è stato più modificato dal 1463, cioè dopo i patti di Fossombrone, trattato di pace a conclusione della Guerra sammarinese tra San Marino e i Malatesta di Rimini.[1] Il confine di stato inoltre è un confine esterno dell'Unione europea.[2][3][N 1][4] Grazie a trattati tra Italia e San Marino, al confine non ci sono controlli doganali, in quanto San Marino è stato compreso nello spazio doganale italiano.[5]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

San Marino è un'enclave all'interno dei confini dell'Italia collocata tra l'Emilia-Romagna (provincia di Rimini) e le Marche (provincia di Pesaro e Urbino).

Il confine tra Italia e San Marino divide tra i due stati la valle del Rio San Marino, tributario del Marecchia; poi il confine di stato divide la valle dell'Ausa tra Dogana (curazia di Serravalle) e Cerasolo (frazione di Coriano). Il confine di stato divide quindi l'alta valle del Marano, nei pressi del castello di Faetano, tra la sponda ovest sammarinese e quella est italiana.[6]

Il confine è controllato da parte sammarinese dalla Guardia di Rocca, mentre la Guardia di Finanza è spesso presente nei pressi del confine di stato tra Dogana e Cerasolo per reprimere l'evasione fiscale.

Valichi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Comuni di confine dell'Italia e Comuni di confine con l'Italia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Annotazioni
  1. ^ Nel piccolo stato si è tenuto un referendum propositivo sull'adesione all'Unione europea il 20 ottobre 2013: anche se ha prevalso una leggera percentuale di voti a favore, il quorum non è stato raggiunto e la proposta referendaria è stata bocciata
Fonti
  1. ^ M. Cellini, Cenni storici e geografici della Repubblica di San Marino, a cura di Narciso Giacchetti, M. Cellini, 1870, p. 13. URL consultato il 30 aprile 2020.
  2. ^ Franca Delle Chiaie e Domenico Manca, Operazioni triangolari con Paesi UE ed extra-UE, IPSOA, 2011, ISBN 978-88-21-73663-6. URL consultato il 30 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Commissione Europea, EU Relations with the Principality of Andorra, the Principality of Monaco and the Republic of San Marino, Ufficio Pubblicazioni dell’Unione Europea, 2012. URL consultato il 30 aprile 2020.
  4. ^ Referendum 2013 nella Repubblica di San Marino, su referendum.sm. URL consultato il 20 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).
  5. ^ I confini sammarinesi: una barriera valicabile, su altervista.org. URL consultato il 30 aprile 2020.
  6. ^ Pierluigi Taddei, San Marino, la storia in miniatura, Youcanprint, 2017, p. 56, ISBN 978-88-92-66425-8. URL consultato il 30 aprile 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]