Confine tra l'Austria e la Slovenia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Confine tra l'Austria e la Slovenia
20040727-59 Arnoldstein Dreiländergrenzstein.jpg
Cippo indicante la triplice frontiera collocato sul monte Forno.
Dati generali
Stati Austria Austria
Slovenia Slovenia
Lunghezza 330 km
Dati storici
Istituito nel 1919
Causa istituzione Creazione della Jugoslavia
Attuale dal 1991
Causa tracciato attuale Indipendenza della Slovenia
Mappa dell'Austria con evidenziati i confini.
Mappa della Slovenia con i indicati i suoi confini.

Il confine tra l'Austria e la Slovenia descrive la linea di demarcazione tra i due stati. Ha una lunghezza di 330 km.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il confine è stato definito dopo la prima guerra mondiale con il crollo dell'Impero austro-ungarico e la creazione della Jugoslavia, definizione avvenuta con il trattato di Saint-Germain-en-Laye del 1919. Dopo il 1991 la Slovenia, quando divenne autonoma rispetto alla ormai disgregata Jugoslavia, subentrò in questo confine.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il confine interessa la parte sud-orientale dell'Austria e la parte nord della Slovenia. Ha un anadamento generale da ovest verso est.

Inizia alla triplice frontiera collocata sul monte Forno[1] dove si incontrano l'Austria, l'Italia e la Slovenia e prosegue fino alla triplice frontiera tra Austria, Slovenia ed Ungheria[2].

Partendo da occidente il confine interessa le Alpi di Carinzia e di Slovenia nelle due sottosezioni delle Caravanche e Alpi di Kamnik e della Savinja. Dopo si inoltra nelle Prealpi Slovene nord-orientali (sottosezione delle Prealpi Slovene) e poi nelle Prealpi sud-occidentali di Stiria (sottosezione delle Prealpi di Stiria).

Länder e regioni interessati[modifica | modifica wikitesto]

In Austria sono interessati dal confine i seguenti Länder:

In Slovenia si trovano presso il confine le seguenti regioni:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]