Aaron Sorkin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aaron Benjamin Sorkin (New York, 9 giugno 1961) è un commediografo, sceneggiatore e produttore televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sorkin nasce nel 1961 nella circoscrizione di Manhattan a New York da genitori ebrei, la madre è un'insegnante e il padre un avvocato. Il fratello e la sorella seguono le orme paterne diventando avvocati. Fin da giovane si interessa alla recitazione, covando l'aspirazione di diventare un attore affermato. Frequenta la Scarsdale High School, dove viene coinvolto in vari corsi e club di recitazione e teatro. Nel 1979 studia presso la Syracuse University, dove si laurea nel 1983 in teatro e musical.

Dopo la laurea torna a New York cercando fortuna come attore, ma come tanti altri attori incontra difficoltà nel trovare occasioni, così si deve arrangiare con i lavori più disparati, autista di limousine, interprete di telegrammi cantati e cameriere. Durante il suo tempo libero inizia a scrivere, divenendo ben presto un promettente commediografo, ottenendo successi a Broadway e off-Broadway. Nel 1990 viene messo sotto contratto dalla Castle Rock Entertainment e nel 1992 adatta per il grande schermo la sua opera teatrale A Few Good Men. Codice d'onore viene diretto da Rob Reiner con un cast che comprende Tom Cruise, Jack Nicholson e Demi Moore.

Negli anni novanta lavora per molte produzioni importanti. Come script doctor non accreditato lavora alla sceneggiatura di Schindler's List di Steven Spielberg, collabora al film The Rock di Michael Bay e riscrive alcune scene di Nemico pubblico di Tony Scott, inoltre collabora in coppia con Warren Beatty alla stesura dello script di Bulworth - Il senatore[1]. Nel 1998 è creatore e produttore della serie televisiva Sports Night e continua la sua collaborazione con Hollywood realizzando le sceneggiature dei film Malice - Il sospetto e Il presidente - Una storia d'amore. Per la stesura dello script di quest'ultimo, Sorkin vi lavorò per quasi due anni, realizzando uno script di quasi 400 pagine, successivamente ridimensionato in fase di sceneggiatura. Il materiale scartato gli servì per creare la serie televisiva West Wing - Tutti gli uomini del Presidente, serie ambientata nell'Ala Ovest della Casa Bianca, dove lavorano il Presidente degli Stati Uniti d'America e il suo staff, racconta le problematiche quotidiane, le difficili decisioni pubbliche e private del Presidente democratico Josiah "Jed" Bartlet e del suo staff. La serie ha ottenuto due Golden Globe e ben 26 Emmy Awards.

Nei primi anni 2000, Sorkin si ritrova a gestire due serie televisive contemporaneamente, lo stress lo porta ad abusare di alcool e droghe, venendo arrestato in aeroporto per possesso di marijuana, funghi allucinogeni e crack.[2] Riabilitatosi dai suoi problemi di droga, nel 2006 dopo la fine di West Wing - Tutti gli uomini del Presidente dà vita ad una nuova serie Tv intitolata Studio 60 on the Sunset Strip, serie che mischia commedia e dramma e racconta il dietro le quinte di un programma di intrattenimento, simile al Saturday Night Live, esorcizzando a modo suo il mondo dello spettacolo.

Aaron Sorkin nell'ottobre 2010.

Nel 2007 è sceneggiatore de La guerra di Charlie Wilson di Mike Nichols con Tom Hanks e Julia Roberts. Dopo più di dieci anni lontano dalle scene teatrali, nel 2007 debutta a Broadway la sua commedia The Farnsworth Invention.
Nel 2010 raggiunge l'apice del suo successo scrivendo la sceneggiatura del film The Social Network, incentrata sulla creazione del social network Facebook e basata sul libro Miliardari per caso - L'invenzione di Facebook: una storia di soldi, sesso, genio e tradimento di Ben Mezrich. Tale lavoro gli vale l'assegnazione nel 2011 di molti premi prestigiosi tra cui un Oscar, un Golden Globe ed un Premio BAFTA.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Opere teatrali[modifica | modifica wikitesto]

  • Hidden in This Picture (1988)
  • A Few Good Men (1989)
  • Making Movies (1990)
  • The Farnsworth Invention (2007)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Amnon Kabatchnik, Blood on the Stage, 1975-2000: Milestone Plays of Crime, Mystery, and Detection, Scarecrow Press, 18 ottobre 2012, ISBN 9780810883550. URL consultato il 21 marzo 2016.
  2. ^ (EN) Aaron Sorkin says he use drugs, b4a.healthyinterest.net. URL consultato il 4 ottobre 2008.
  3. ^ a b c Aaron Sorkin, The West Wing Script Book, Newmarket Press, luglio 2002, ISBN 978-1-55704-549-2.
  4. ^ Peter Bart, The Gross: The Hits, the Flops: The Summer That Ate Hollywood, St. Martin's Griffin, 21 febbraio 2000, pp. 95–96, ISBN 978-0-312-25391-2.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN10941043 · LCCN: (ENn92057391 · ISNI: (EN0000 0001 1437 8061 · GND: (DE130028649 · BNF: (FRcb141382976 (data) · NLA: (EN40024566