Yamaha YA-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yamaha YA-1
Yamaha YA-1 00.jpg
La Yamaha YA-1 del 1955
Costruttore Flag of Japan.svg Yamaha Motor
Tipo Strada
Produzione dal 1955
Sostituita da Yamaha YC-1
Modelli simili

La Yamaha YA-1 è il primo modello di motocicletta costruito dalla casa giapponese, nel 1955.

All'inizio degli anni cinquanta, dopo aver rimesso in funzione gli stabilimenti per la produzione di strumenti musicali, gravemente danneggiati durante il conflitto bellico, la Yamaha si trovava ad affrontare la riconversione industriale di un separato opificio con macchinari meccanici ad alta precisione, in precedenza utilizzato per la produzione di eliche destinate agli aerei della marina imperiale, come il caccia "Zero" e il biplano "Aka-Tombo".

Parimenti a tutti i Paesi europei, anche nel Giappone del secondo dopoguerra la motocicletta era divenuta un diffusissimo mezzo di locomozione, grazie alla semplicità costruttiva e all'economia di acquisto ed uso. La produzione nipponica di moto era passata dai 10.000 esemplari del 1950 ai 750.000 del 1954, con oltre 100 case costruttrici nazionali.

Vista la forte espansione del mercato, la Yamaha decise di riconvertire quell'opificio alla produzione motociclistica, fondando la Yamaha Motor e iniziando a cimentarsi con una motoleggera di elevate caratteristiche tecniche, destinata ad una clientela elitaria, piuttosto ristretta, anche in considerazione delle ridotte potenzialità numeriche produttive.

Era l'inizio del 1955 quando venne presentata la "YA-1", una moto costruita con particolare cura nei materiali e nell'assemblaggio, impreziosita da soluzioni tecniche d'avanguardia, fortemente ispirate al coevo modello DKW RT 125, e spinta da un motore a due tempi, monocilindrico, di 125 cm³.

Immediatamente impiegata nelle competizioni, la "YA-1" si aggiudicò la vittoria nella prestigiosa gara in salita del Monte Fuji, disputata nel luglio 1955, dimostrando che il modello era esente da difetti di gioventù, fatta eccezione per il prezzo che raggiungeva la stratosferica cifra di 138.000 ¥, pari a circa 40.000 del 2005.

I modelli da competizione venivano spesso verniciati del medesimo colore rosso/arancione degli aerei militari e la "YA-1" venne soprannominata aka-tombo (in italiano, libellula rossa), come i celebri biplani da addestramento della Yokosuka.

Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche tecniche - Yamaha YA-1 del 1955
Yamaha 125 old.jpg
Dimensioni e pesi
Ingombri (lungh.×largh.×alt.) 1.980 × 660 × 925 mm
Interasse: 1.290 mm Massa a vuoto: 94 kg Serbatoio: 9 lt
Meccanica
Tipo motore: monocilindrico a due tempi Raffreddamento: ad aria
Cilindrata 123 cm³ (Alesaggio 52,0 x Corsa 58,0 mm)
Distribuzione: a serie di luci Alimentazione: carburatore Amai MC20 Ø 20 mm con vaschetta laterale
Potenza: 5 CV a 5.000 giri/min Coppia: Rapporto di compressione:
Frizione: multidisco Cambio: in blocco a 4 marce con comando a pedale sulla sx
Accensione bobina
Trasmissione a catena
Avviamento a pedivella
Ciclistica
Telaio monoculla chiusa in tubi d'acciaio
Sospensioni Anteriore: forcella telescopica / Posteriore: monoammortizzatore centrale
Freni Anteriore: a tamburo laterale da 150 mm / Posteriore: a tamburo laterale da 150 mm
Pneumatici anteriore 2,75-19"; posteriore 2,75-19"
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 80 km/h
Altro
diustribuzione pesi 41,5 kg all'anteriore e 52,5 kg al posteriore
coppia 0,96 kgm a 3.300 giri/min
Fonte dei dati: [senza fonte]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]