Wolfgang Hannibal von Schrattenbach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Wolfgang Hannibal von Schrattenbach
cardinale di Santa Romana Chiesa
Wolfgang Hannibal von Schrattenbach.jpg
Ritratto del cardinale Wolfgang Hannibal von Schrattenbach
COA cardinal AT Schrattenbach Wolfgang Hannibal.png
Incarichi ricoperti Vescovo di Olomouc (con carica e titolo di Principe vescovo) dal 1711 al 1738
Nato 12 settembre 1660, Castello di Lemberg nella Marca di Stiria)
Consacrato vescovo 1711 da papa Clemente XI
Creato cardinale 18 maggio 1712
Deceduto 22 luglio 1738, Brno

Wolfgang Hannibal von Schrattenbach (Castello di Lemberg nella Marca di Stiria, 12 settembre 1660Brno, 22 luglio 1738) è stato un cardinale austriaco. Fu principe-vescovo di Olomouc e Viceré di Napoli.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Wolfgang Hannibal von Schrattenbach in una moneta del 1721

Wolfgang Hannibal von Schrattenbach discendeva dalla nobile famiglia comitale degli Schrattenbach di Franconia, che dal XV secolo si era stabilita nella Marca di Stiria. Egli era il figlio maggiore di Johann Balthasar von Schrattenbach e di Anna Elizabeth von Wagensberg, i quali lo avviarono alla carriera religiosa. Alla sua stessa famiglia appartenne anche l'arcivescovo di Salisburgo Sigmund III von Schrattenbach, il quale ebbe al suo servizio Mozart quale musicista di corte. Dal 1677 al 1683 studiò come alunno del "Collegium Germanicum" di Roma, dove acquisì i titoli di Dottore i Teologia e Filosofia. Dal 1682 divenne canonico delle cattedrali di Olomouc e Salisburgo e ottenne la propria consacrazione nel 1688, divenendo l'anno successivo decano della Cattedrale di Salisburgo.

Il capitolo della cattedrale di Olomouc scelse Wolfgang Hannibal von Schrattenbach quale vescovo successore il 15 settembre 1711, alla morte del vescovo Carlo Giuseppe di Lorena, il quale aveva sempre recato poca importanza alla diocesi di Olomouc da quando era divenuto anche arcivescovo di Treviri. La conferma papale di Clemente XI gli pervenne il 23 novembre di quello stesso anno, quando poté insediarsi ufficialmente. Su suggerimento dell'imperatore Carlo VI, il pontefice lo creò cardinale il 18 maggio 1712 con il titolo di San Marcello.

Nel 1713 nominò l'Imperatore (dopo la Pace di Utrecht) "Conprotektor" della nazione tedesca. Nel ruolo di inviato imperiale nel 1714 venne inviato a Roma, dove conobbe l'architetto forlivese Giuseppe Merenda; venne nominato nel 1719 viceré di Napoli, che per la Guerra di Successione spagnola era divenuta possedimento austriaco. Nel 1721 partecipò al conclave che portò all'elezione di Innocenzo XIII e nel 1722 ritornò al governo della propria diocesi dopo sette anni di assenza.

Nel 1723 partecipò all'incoronazione di Carlo VI a re di Boemia.

Alla sua morte, il 22 luglio 1738, venne sepolto per sua volontà a Kroměříž nella cappella di San Maurizio, che egli stesso aveva fatto costruire.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ale? Zelenka in: Erwin Gatz: The bishops of the holy Roman realm 1648-1803, ISBN 3-428-06763-0, S. 450-451
  • Article NDB Bd. 23, S. 521 family articles

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Olomouc Successore BishopCoA PioM.svg
Carlo Giuseppe di Lorena 1711 - 1738 Jakob Ernst von Liechtenstein-Kastelkorn
Predecessore Cardinale presbitero di San Marcello Successore CardinalCoA PioM.svg
Luigi Priuli 1714 - 1738 Raffaele Cosimo de Girolami
Predecessore Viceré di Napoli Successore
Johann Wenzel Gallas 1719 - 1721 Marco Antonio Borghese

Controllo di autorità VIAF: 8154837