Juan de Zúñiga y Avellaneda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bottega Patanazzi di Urbino, piatto con stemma Zúñiga, viceré di Napoli, 1593 circa

Juan de Zúñiga y Avellaneda (15514 aprile 1608) successe a Pedro Téllez-Girón y de la Cueva alla carica di viceré di Napoli, il cui governo prevalentemente orientato al recupero dell'ordine nelle province: fu combattuto il brigantaggio in Abruzzo con il supporto dello Stato Pontificio e in Capitanata; ammodernò la viabilità fra Napoli e la Terra di Bari. Nel 1593 furono fermati gli Ottomani che tentarono di invadere la Sicilia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Viceré di Napoli Successore Arms of Philip II of Spain as Monarch of Naples and Sicily.svg
Pedro Téllez-Girón, I duca di Osuna 15861595 Enrique de Guzmán