Íñigo López de Hurtado de Mendoza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Íñigo López de Hurtado de Mendoza (151221 aprile 1580) è stato viceré di Napoli nel 1575.

Durante il suo governo de Mendoza incrementò la militarizzazione delle coste, facendo costruire un nuovo arsenale nel porto di Santa Lucia su progetto di Vincenzo Casali. Questo perché in quegli anni Napoli, in quanto città portuale, fu estremamente esposta alla diffusione della peste e le sue attività economiche principali furono minate alla base. Infatti proprio in quel periodo erano arrivate prima a Trebisacce in Calabria, poi in Puglia le navi del sultano ottomano Murad III che saccheggiarono i porti principali dello Jonio e dell'Adriatico.

Inoltre vietò ai funzionari pubblici di intrecciare legami sacramentali e parentele religiose.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Viceré di Napoli Successore Arms of Philip II of Spain as Monarch of Naples and Sicily.svg
Antoine Perrenot de Granvella 1575 Juan de Zúñiga y Requesens
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie