Tuba di Falloppio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Trombe di Falloppio" rimanda qui. Se stai cercando il gruppo musicale, vedi Trombe di Falloppio (gruppo musicale).
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
L'utero e le Tube di Falloppio

Le tube di Falloppio (dal nome dell'anatomista italiano del sedicesimo secolo Gabriele Falloppio), chiamate anche salpingi (dal greco σαλπίγξ [salpìnx] che significa tromba, tuba, alludendo alla loro forma), trombe uterine o ovidotti, sono due organi tubolari pari e simmetrici che collegano l'ovaio alla cavità uterina. Oltre a dare passaggio all'ovocito hanno anche funzione riproduttiva. Hanno, infatti, il compito di captare l'ovocita e lo spermatozoo e permettere la fecondazione. Hanno una lunghezza che va dai 12 ai 18 centimetri e uno spessore che arriva fino ai 3 millimetri. Esse sono rivestite dal peritoneo; sono collegate alla cavità peritoneale da dei foglietti peritoneali, chiamati mesosalpingi.

Le tube di falloppio possono idealmente dividersi in quattro porzioni:

  • l'infundibolo, che ha la forma ad imbuto ed è la sezione più vicina alle ovaie
  • la parte ampollare, che è la parte più lunga, di circa 6 - 7 centimetri. Regola il transito dei gameti ed il transito embrionale mediante contrazioni e successivi rilasciamenti
  • la parte istmica, è una porzione lunga circa 2 - 3 centimetri, è quasi rettilinea e sottile
  • la parte intramurale, è il tratto più breve ed è il punto in cui la tuba si introduce nel miometrio per raggiungere la cavità uterina.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]