Ovogenesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'ovogenesi (detta anche oogenesi) è il processo di produzione delle cellule uovo femminili. Essa avviene nelle ovaie e si ripete con andamento ciclico (ciclo mestruale e in generale ciclo estrale per la maggior parte dei mammiferi placentati) per tutta la durata della fase di fertilità della femmina, che ha inizio con il menarca (la prima mestruazione) e termina con la menopausa.

Processo[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ovogenesi, inizialmente, una cellula chiamata ovogonio, tra il II e il V mese di vita intrauterina fetale, va incontro a divisione mitotica, proliferando e quindi aumentando il suo numero. Tra il V e il VII mese gli ovogoni entrano nella Profase I MEIOTICA dando origine a un ovocita primario. Gli Ovociti primari rimarranno in Profase I ,non completando la loro prima divisione Meiotica, fino al raggiungimento della Pubertà.

La meiosi I , di carattere riduzionale, genera due cellule aploidi, l’ovocita secondario e il globulo polare primario; la meiosi II, equazionale, divide il globulo polare primario in due globuli polari secondari e l'ovocita secondario in un ovotidio e un terzo globulo polare secondario.

Nel complesso, il processo dà origine ad un ovotidio, che va in corso a maturazione, e a tre globuli polari, i quali sono più piccoli di dimensioni rispetto all'ovotidio e hanno il solo scopo di permettere la meiosi; alla fine del processo essi vengono riassorbiti.

Nel ciclo di 28 giorni (nella specie umana) avviene una sola volta l'ovogenesi, dopodiché, se non viene fecondato, l'ovulo è espulso con la mestruazione. Finché non avviene la fecondazione da parte dello spermatozoo, l'ovocita primario svolge solo la meiosi I; quando avviene la fecondazione, l'ovocita secondario e il corpuscolo polare svolgono la meiosi II dando vita ai tre globuli polari e all'ovotidio.

Fin dalla nascita, una donna possiede dai seicentomila ai due milioni di ovociti immaturi; recenti pubblicazioni sembrano mettere in dubbio l' esistenza di un numero definito di ovociti al momento della nascita [3,4]. A partire dalla pubertà (menarca), fino alla menopausa, ogni 28 giorni avviene l'ovulazione di un ovocita "maturo" (la maturazione completa avviene solo in caso di fecondazione). Nella vita, una donna produce approssimativamente dai 400 ai 500 ovociti maturi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

1. Monesi V.,Istologia, Padova, Piccin, 1977 2. Dyson R.D., Biologia della Cellula (Edizione italiana a cura di Autori F., Buongiorno-Nardelli M., Barsacchi G.), Amsterdam, Inter European Editions, 1979 3. Jump up ^ Johnson J, Bagley J, Skaznik-Wikiel M, et al. (July 2005). "Oocyte generation in adult mammalian ovaries by putative germ cells in bone marrow and peripheral blood". Cell 122 (2): 303–15. doi:10.1016/j.cell.2005.06.031. PMID 16051153. 4. Jump up ^ Johnson J, Canning J, Kaneko T, Pru J, Tilly J (2004). "Germline stem cells and follicular renewal in the postnatal mammalian ovary". Nature 428 (6979): 145–50. doi:10.1038/nature02316. PMID 15014492.

biologia Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia