Ovulo (gamete)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un ovulo, da una illustrazione del Gray's Anatomy
Uno spermatozoo mentre penetra la parete di un ovulo

L'ovulo, o cellula uovo, è il gamete femminile prodotto dal sistema riproduttivo femminile. Deriva dall'ovocita, la cellula uovo in uno stadio di maturazione non completo.

La cellula uovo è una cellula di grandi dimensioni, ricca di nutrienti. La funzione della grande quantità di nutrienti contenuti nell'ovulo è quella di fornire l'energia necessaria per far sopravvivere e crescere la cellula dopo la fecondazione prima che il gamete fecondato si sia impiantato nell'utero.

Un ovulo, nello stadio di maturità completo, è rilasciato, durante l'ovulazione, ogni mese ed alternativamente, da una delle due ovaie femminili, nella corrispettiva tuba di Falloppio. Nella tuba può avvenire la fecondazione dell'ovulo da parte dello spermatozoo, per originare lo zigote.

L'ovulo è la cellula più voluminosa prodotta dal corpo umano, formatosi per Meiosi nelle ovaie nel processo chiamato Ovogenesi. L'ovulo ha un diametro di circa 150 micron ed è una cellula aploide perché possiede un corredo cromosomico dimezzato rispetto alle altre cellule del corpo, costituito cioè 23 cromosomi. Il suo cromosoma sessuale è sempre X. Avvenuta la fecondazione, la cellula diventa diploide ed assume il cromosoma sessuale portato dallo spermatozoo, che può essere X o Y, portando, rispettivamente, alla crescita di un individuo di sesso femminile o maschile.

Se avviene la fecondazione, la cellula uovo fecondata si annida nell'utero, in caso contrario, viene eliminata con il ciclo mestruale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]