Ovocito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'ovocito (detto anche ovocita, oocito o oocita) è la cellula gametica, ossia germinale e aploide, femminile, prodotta durante il processo della gametogenesi.

Ovocito primario[modifica | modifica sorgente]

Nel 5º mese di vita fetale si raggiunge una produzione di 6-7 milioni di ovociti primari (diploidi), prodotti dalle ovaie; molti di questi ovociti muoiono nel giro di pochi mesi e alla nascita ne rimangono in vita circa 2 milioni, diminuendo a 300-400 000 nella fase della pubertà.

Ovocito secondario[modifica | modifica sorgente]

La donna sessualmente fertile matura uno degli ovociti primari ogni 28 giorni circa (ciclo mestruale), completando la prima divisione meiotica che fino a quel momento resta bloccata in Profase I o Dictiotene, ottenendo così un ovocita secondario. Solo nel caso in cui la fecondazione dell'ovocita secondario avvenga, questo compirà anche la seconda divisione meiotica, ottenendo così un ootide (aploide) ed infine un ovulo (il gamete femminile).

Si stima che nell'arco della vita dell'individuo, solo 300-500 ovociti primari giungono a maturazione completa senza degenerare.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Wheater, Istologia e anatomia microscopica, Milano, Ambrosiana, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]