René Pijnen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
René Pijnen
René Pijnen 1975b.jpg
René Pijnen, 1975
Dati biografici
Nome Marinus Augustinus Josephus Pijnen
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada, pista
Ritirato 1987
Carriera
Squadre di club
1969-1970 Willem II
1971-1973 Bic Bic
1974-1977 TI TI
1978-1987 Gazelle
Nazionale
1968-1974
1971-1987
Paesi Bassi Paesi Bassi
Paesi Bassi Paesi Bassi
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Città del Messico 1968 Cronosquadre
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Bronzo Heerlen 1967 In linea Dil.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su pista
Argento San Sebastián 1973 Inseg. Ind.
Bronzo Montréal 1974 Inseg. Ind.
 

Marinus Augustinus Josephus Pijnen, detto René (Woensdrecht, 3 settembre 1946), è un ex pistard e ciclista su strada olandese. Professionista dal 1969 al 1987, fu campione olimpico nella cronosquadre ai Giochi di Città del Messico 1968 e vincitore di 72 Sei giorni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Ciclista con caratteristiche di passista, nel 1967 fu terzo nella gara in linea dilettanti ai mondiali su strada di Heerlen.[1] L'anno dopo, ancora dilettante, si laureò invece campione olimpico della cronosquadre ai Giochi di Città del Messico: a completare il quartetto olandese in quell'occasione erano Fedor den Hertog, Jan Krekels e Joop Zoetemelk.[1] Passò professionista nel 1969 con la Willem II-Gazelle capitanata da Rik Van Looy.

Con i pro su strada ottenne 23 vittorie, comprese un Nationale Sluitingsprijs, un Grand Prix de Fourmies e quattro tappe alla Vuelta a España. Fu peraltro sesto alla Milano-Sanremo e quarto al Trofeo Baracchi (con Gerben Karstens) nel 1969 e secondo alla Parigi-Tours nel 1970. In contemporanea cominciò a dedicarsi al ciclismo su pista, e fu proprio in questa specialità che si distinse maggiormente.[1]

Vinse per sei volte la prova di americana ai campionati europei, oltre che, nel 1977, quella di derny;[1] fu poi medaglia d'argento e di bronzo, nel 1973 e 1974 rispettivamente, nell'inseguimento ai campionati del mondo.

Nelle particolare disciplina delle Sei giorni, infine, conseguì 72 successi: si impose dieci volte nella Sei giorni di Rotterdam, otto in quella di Anversa, sei in quella di Maastricht, cinque in quella di Milano. Otto dei 72 trionfi arrivarono in coppia con il "Re delle Sei giorni" Patrick Sercu, nove con l'italiano Francesco Moser.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Strada[modifica | modifica wikitesto]

1ª tappa Ronde van Brabant
Classifica generale Ronde van Brabant
2ª tappa Tour de Namur
Giochi olimpici, Cronosquadre (con Fedor den Hertog, Jan Krekels, Joop Zoetemelk)
7ª tappa, 1ª semitappa, Giro del Belgio dilettanti
7ª tappa, 2ª semitappa, Giro del Belgio dilettanti
Ronde van Friesland
2ª tappa Tour de Luxembourg (Esch-sur-Alzette)
4ª tappa, 1ª semitappa, Tour de Luxembourg (Lussemburgo)
Classifica generale Tour du Nord
Nationale Sluitingsprijs
Prologo Vuelta a España (Almería, cronometro)
5ª tappa Vuelta a España (Salou)
17ª tappa, 2ª semitappa, Vuelta a España (Madrid, cronometro)
4ª tappa Grand Prix du Midi Libre
2ª tappa Tour de la Nouvelle-France (Québec)
Prologo Vuelta a España (Fuengirola, cronometro)
1ª tappa Grand Prix de Fourmies
Classifica generale Grand Prix de Fourmies
4ª tappa Tour du Nord
Prologo Quattro giorni di Dunkerque (Dunkerque)

Pista[modifica | modifica wikitesto]

Campionati olandesi, Scratch
Sei giorni di Anversa (con Klaus Bugdahl e Peter Post)
Sei giorni di Anversa (con Leo Duyndam e Peter Post)
Sei giorni di Rotterdam (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Anversa (con Leo Duyndam e Theofiel Verschueren)
Sei giorni di Berlino (con Leo Duyndam)
Campionati olandesi, Americana (con Gerben Karstens)
Sei giorni di Rotterdam (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Anversa (con Leo Duyndam e Gerard Koel)
Campionati olandesi, Scratch
Campionati olandesi, Inseguimento individuale
Sei giorni di Monaco di Baviera (con Leo Duyndam)
Campionati europei #2, Americana (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Brema (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Rotterdam (con Leo Duyndam)
Sei giorni di Londra (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Berlino (con Roy Schuiten)
Sei giorni di Dortmund (con Patrick Sercu)
Campionati europei, Americana (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Brema (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Londra (con Günter Haritz)
Sei giorni di Francoforte (con Günter Haritz)
Sei giorni di Monaco di Baviera (con Günter Haritz)
Sei giorni di Münster (con Günter Haritz)
Sei giorni di Brema (con Günter Haritz)
Sei giorni di Münster (con Günter Haritz)
Campionati europei, Americana (con Günter Haritz)
Sei giorni di Colonia (con Günter Haritz)
Sei giorni di Rotterdam (con Danny Clark)
Sei giorni di Londra (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Grenoble (con Francesco Moser)
Campionati europei, Derny
Sei giorni di Herning (con Gert Frank)
Campionati europei di derny
Sei giorni di Rotterdam (con Danny Clark)
Sei giorni di Milano (con Francesco Moser)
Sei giorni di Dortmund (con Francesco Moser)
Sei giorni di Zurigo (con René Savary)
Sei giorni di Maastricht (con Gerrie Knetemann)
Sei giorni di Brema (con Danny Clark)
Sei giorni di Copenaghen (con Gert Frank)
Sei giorni di Anversa (con Albert Fritz e Michel Vaarten)
Sei giorni di Milano (con Francesco Moser)
Sei giorni di Groningen (con Wilfried Peffgen)
Sei giorni di Francoforte (con Gregor Braun)
Sei giorni di Grenoble (con Francesco Moser)
Sei giorni di Herning (con Gert Frank)
Sei giorni di Colonia (con Danny Clark)
Sei giorni di Rotterdam (con Jan Raas)
Sei giorni di Anversa (con Roger De Vlaeminck e Wilfried Peffgen)
Sei giorni di Francoforte (con Gregor Braun)
Sei giorni di Maastricht (con Gerrie Knetemann)
Campionati europei, Americana (con Michel Vaarten)
Sei giorni di Brema (con Gregor Braun)
Sei giorni di Anversa (con Alfons De Wolf)
Sei giorni di Münster (con Gert Frank)
Sei giorni di Maastricht (con Ad Wijnands)
Sei giorni di Brema (con Albert Fritz)
Sei giorni di Rotterdam (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Copenaghen (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Milano (con Giuseppe Saronni)
Sei giorni di Monaco di Baviera (con Patrick Sercu)
Campionati europei, Americana (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Maastricht (con Ad Wijnands)
Sei giorni di Rotterdam (con Patrick Sercu)
Sei giorni di Anversa (con Stan Tourné)
Sei giorni di Milano (con Francesco Moser)
Sei giorni di Monaco di Baviera (con Urs Freuler)
Sei giorni di Madrid (con Enrique Martínez Heredia)
Sei giorni di Gand (con Etienne De Wilde)
Sei giorni di Brema (con Gregor Braun)
Sei giorni di Colonia (con Josef Kristen)
Sei giorni di Rotterdam (con Urs Freuler)
Sei giorni di Milano (con Francesco Moser)
Sei giorni di Dortmund (con Francesco Moser)
Sei giorni di Parigi #2 (con Francesco Moser)
Sei giorni di Maastricht (con Danny Clark)
Sei giorni di Rotterdam (con Danny Clark)
Sei giorni di Monaco di Baviera (con Urs Freuler)
Sei giorni di Zurigo (con Gert Frank)
Campionati europei, Americana (con Gert Frank)
Sei giorni di Stoccarda (con Gert Frank)
Sei giorni di Maastricht (con Dietrich Thurau)
Sei giorni di Colonia (con Dietrich Thurau)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

1969: ritirato (6ª tappa)
1970: fuori tempo (8ª tappa)
1970: 20º
1971: 28º
1972: fuori tempo (5ª tappa)

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e Storia - Pijnen René, www.tuttobiciweb.it. URL consultato il 31 ottobre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]