Uwe Peschel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uwe Peschel
Uwe Peschel.jpg
Peschel al Deutschland Tour 2004
Dati biografici
Nazionalità Germania Germania
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club
1997 Cantina Tollo Cantina Tollo
1998 Estepona Estepona
1999-2005 Gerolsteiner Gerolsteiner
Nazionale
1992-2004 Germania Germania
Palmarès
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Oro Barcellona 1992 Cronosq.
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Argento Utsunomiya 1990 Cronosq.
Argento Stoccarda 1991 Cronosq.
Argento Oslo 1993 Cronosq.
Bronzo Palermo 1994 Cronosq.
Bronzo Duitama 1995 Crono indiv.
Argento Hamilton 2003 Crono indiv.
Statistiche aggiornate al 26 febbraio 2011

Uwe Peschel (Berlino, 4 novembre 1968) è un ex ciclista su strada tedesco. Professionista dal 1997 al 2005, fu uno specialista delle cronometro, aggiudicandosi tre campionati tedeschi di specialità e numerose medaglie ai campionati del mondo. Ai Giochi olimpici di Barcellona 1992 vinse la medaglia d'oro nella cronometro a squadre.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Proviene da una famiglia di ciclisti: suo padre Axel Peschel fu un ciclista professionista negli anni sessanta.

Ancora dilettante, Peschel partecipò ai campionati del mondo di ciclismo su strada del 1990 e 1991 nella cronometro a squadre, cogliendo due secondi posti. Ottenne il suo più grande successo in carriera nel 1992, quando assieme a Bernd Dittert, Christian Meyer e Michael Rich vinse la cronometro a squadre dei Giochi olimpici.

Dopo essersi nuovamente piazzato secondo nella cronosquadre dei campionati mondiali nel 1993 e terzo nel 1994, nel 1995 partecipò per la prima volta alla cronometro individuale nei campionati mondiali su strada, classificandosi terzo. Si piazzò inoltre terzo al Regio-Tour, vincendo anche una tappa.

Nel 1996 vinse il primo dei suoi tre titoli di campione tedesco a cronometro e il Giro di Baviera. L'anno successivo firmò per la squadra italiana Cantina Tollo[1], con la quale prese parte al suo primo Giro d'Italia, che chiuse in centoquattresima posizione. Sul finire della stagione prese parte ad alcune gare con la squadra tedesca Schauff, vincendo tra l'altro il Grand Prix des Nations[2], una gara a cronometro, ma violando il contratto che lo legava alla Cantina Tollo. Perciò la squadra italiana denunciò il corridore all'UCI chiedendo che pagasse una penale di duecento milioni di lire[3]. L'UCI obbligò Peschel a pagare una multa di quasi quattro milioni e la Schauff a versare un indennizzo alla Cantina Tollo e all'UCI stessa[4]. Nel 1998 Peschel si trasferì quindi alla Estepona, con la quale terminò novantunesimo alla Vuelta a España, oltre a imporsi per la seconda volta nel campionato tedesco a cronometro.

Dalla stagione 1999 fino al termine della sua carriera nel 2005 Peschel corse per la squadra ProTour tedesca Team Gerolsteiner. Vinse il suo ultimo campionato tedesco a cronometro nel 2002, sfiorando anche la vittoria in quello in linea, nel quale giunse secondo. Nello stesso anno si impose nuovamente anche al Grand Prix des Nations[5]. La sua ultima vittoria fu la cronosquadre Eindhoven Team Time Trial nel 2005[6].

Dopo il ritiro vive sul lago di Costanza con la moglie Claudia e i suoi due figli.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giochi olimpici, Cronometro a squadre
5ª tappa Giro di Baviera
3ª tappa Regio-Tour
Campionati tedeschi, Prova a cronometro
4ª tappa Tour de Luxembourg
3ª tappa Giro di Baviera
Classifica generale Giro di Baviera
5ª tappa Hessen-Rundfahrt
Grand Prix Telekom (cronocoppie con Chris Boardman)
Grand Prix des Nations
4ª tappa Giro di Danimarca
3ª tappa Regio-Tour
5ª tappa Grand Prix Tell
Campionati tedeschi, Prova a cronometro
5ª tappa Vuelta a Castilla y León
1ª tappa Corsa della Pace
Campionati tedeschi, Prova a cronometro
Grand Prix des Nations
5ª tappa Hessen-Rundfahrt
Classifica generale Hessen-Rundfahrt
Karlsruhe Versicherungs Grand Prix (cronocoppie con Michael Rich)
Grand Prix Eddy Merckx (con Michael Rich)

Altri successi[modifica | modifica sorgente]

Eindhoven Team Time Trial (cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica sorgente]

Grandi giri[modifica | modifica sorgente]

2003: ritirato
2004: 125º
1998: 91º
2005: 102º

Competizioni mondiali[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Peschel italiano in Gazzetta.it, 8 gennaio 1997.
  2. ^ Il crono Nazioni a Peschel Boardman crolla ed è terzo in Gazzetta.it, 21 settembre 1997.
  3. ^ Tedeschi in Spagna senza Ullrich, Zabel e c'è il problema del cronoman Peschel in Gazzetta.it, 1 ottobre 1997.
  4. ^ Tollo batte Peschel in Gazzetta.it, 17 febbraio 1998.
  5. ^ Gp Nazioni: bis del tedesco Peschel, 22 settembre 2002.
  6. ^ Crono Eindhoven, Basso è terzo in Gazzetta.it, 20 giugno 2005.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]