Maria Giuseppina di Sassonia (1731-1767)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Giuseppina di Sassonia
Princess Maria Josepha of Saxony in circa 1744 before becoming Dauphine of France by Klein Daniel.jpg
Delfina di Francia
Trattamento Altezza reale
Altri titoli Duchessa in Sassonia, Delfina di Francia
Nascita Castello di Dresda, Dresda, Sassonia, 4 novembre 1731
Morte Palazzo di Versailles, Francia, 13 marzo 1767
Sepoltura 22 marzo 1767[1]
Luogo di sepoltura Cattedrale di Sens, Francia
Dinastia Casata di Wettin
Padre Augusto III di Polonia
Madre Maria Giuseppa d'Austria
Consorte Luigi, Delfino di Francia
Figli Principessa Maria Zeffirina
Luigi Giuseppe, Duca di Borgogna
Saverio, Duca di Aquitania
Luigi XVI
Luigi XVIII
Carlo X
Maria Clotilde, Regina di Sardegna
Principessa Elisabetta
Firma Signature of Dauphine Marie Josèphe of Saxony.png

Maria Giuseppina di Sassonia (Maria Josepha Karolina Eleonore Franziska Xaveria von Sachsen; 4 novembre 173113 marzo 1767) fu duchessa in Sassonia per nascita, e delfina di Francia per matrimonio. Diventò Delfina all'età di quindici anni attraverso il suo matrimonio con Luigi di Francia, il figlio ed erede di Luigi XV. Maria Giuseppina fu la madre di tre re di Francia, tra cui il condannato Luigi XVI, che morì ghigliottinato durante la Rivoluzione Francese. Anche sua figlia minore, Madame Élisabeth, fu decapitata durante la Rivoluzione.

Famiglia[modifica | modifica sorgente]

Maria Giuseppina nacque il 4 novembre 1731 nel Castello di Dresda da Federico Augusto II, principe elettore di Sassonia e Re di Polonia, e Maria Giuseppa d'Austria, la figlia di Giuseppe I, Sacro Romano Imperatore. Come figlia del Principe Elettore, era una Duchessa in Sassonia. Sua madre era cugina di primo grado di Maria Teresa d'Austria, che a sua volta era la madre di Maria Antonietta, la futura nuora di Maria Giuseppina.

Maria Giuseppina era l'ottava di quindici figli e la quarta femmina. La maggiore delle sue sorelle Maria Amalia sposò il futuro Carlo III di Spagna nel 1738 e ebbe una famiglia numerosa. La sua seconda sorella, Maria Margherita, morì nell'infanzia; Maria Anna Sofia diventò Elettrice di Baviera nel 1747. Il maggiore dei suoi fratelli maschi sopravvissuti Federico Cristiano diventò Elettore di Sassonia nel 1763 e regnò per soli 74 giorni.

Le sue sorelle minori Maria Cristina e Maria Cunegonda furono Principesse-Badesse di prestigiose istituzioni religiose.

Trattative di matrimonio[modifica | modifica sorgente]

Come noto, sua sorella maggiore Maria Amalia aveva sposato un principe spagnolo, l'Infante Carlos, nel 1738. Egli era un membro del Casato di Borbone. Il Delfino di Francia era sposato con l'Infanta Maria Teresa Raffaella di Spagna dal febbraio 1745. La coppia era stata molto felice insieme e profondamente innamorata. L'Infanta, nota come Marie-Thérèse-Raphaëlle in Francia, morì il 22 luglio 1746 dopo aver partorito una bambina, l'unico figlio della coppia, la Principessa Maria Teresa di Francia. Ferdinando VI di Spagna, fratellastro della defunta Marie-Thérèse-Raphaëlle, aveva offerto al Delfino un'altra principessa Borbone, l'Infanta Maria Antonietta. Invece, Luigi XV e la sua onnipotente amante Madame de Pompadour vollero aprire dei canali diplomatici.

Il matrimonio tra Maria Giuseppina ed il Delfino di Francia fu suggerito per prima dallo zio di Maria Giuseppina, Maurizio di Sassonia, un figlio illegittimo del nonno di Maria Giuseppina Augusto II. Luigi XV e la sua amante, erano convinti che il matrimonio sarebbe stato vantaggioso per gli afafri esteri francesi. Francia e Sassonia erano state su fronti opposti nella recente guerra di successione austriaca e quindi il matrimonio tra la principessa sassone ed il Delfino di Francia avrebbe formato una nuova alleanza tra le due nazioni.

C'era un solo problema con la sposa indicata: Augusto II, il nonno di Maria Giuseppina, aveva detronizzato Stanislao Leszczyński (allora il Duca di Lorena). Stanislao era il padre dell'allora Regina di Francia. Il matrimonio si diceva di avesse umiliato la Regina dalla vita semplice, anche se la Regina e la Delfina sarebbero poi andate d'accordo.

Altre proposte provenivano dalla Savoia nella figura della Principessa Eleonora di Savoia o di sua sorella la Principessa Maria Luisa di Savoia.[2] Entrambe furono rifiutate.

Nonostante la disapprovazione della Regina, i due furono uniti in matrimonio il 9 febbraio 1747, Maria Giuseppina di Sassonia sposò Luigi di Francia, Delfino di Francia e Fils de France. Il suo matrimonio con un Fils de France ("Figlio di Francia") permise a Maria Giuseppina l'appellativo di altezza reale, il diritto di viaggiare e alloggiare ovunque lo faceva il re, nonché l'agognato diritto di cenare con lui in una poltrona in sua presenza.Tuttavia, in pratica, la Delfina veniva chiamata Madame la Dauphine, il più tradizionale stile francese prevalente a Versailles fino alla rivoluzione.

Marie-Josèphe de Saxe[modifica | modifica sorgente]

In Francia la principessa sassone era nota come Marie-Josèphe de Saxe.

Ritratto di Jean Marc Nattier, 1751

Prima del matrimonio, la tradizione esigeva che la sposa indossasse un braccialetto che aveva un'immagine di suo padre su di esso; la Regina vedendo la Delfina chiese di vedere il braccialetto. La spiritosa Maria Giuseppina rivelando poi il braccialetto alla Regina mostrò un ritratto del padre della Regina. La Delfina disse che il ritratto rappresentava il fatto che il Duca di Lorena era suo nonno per matrimonio. La Regina e la corte furono fortemente colpiti dal tatto di questa ragazza di 15 anni. La Delfina fu anche molto legata a suo suocero Luigi XV.

Al momento del matrimonio, il Delfino era ancora in lutto per la moglie spagnola. Questo dolore era molto manifesto da parte del Delfino ma Maria Giuseppina fu elogiata notevolmente per aver conquistato il cuore del Delfino "a poco a poco a poco". Nonostante che Maria Giuseppina fosse una moglie paziente, il dispiacere del Delfino peggiorò nell'aprile 1748 quando l'unico figlio avuto dall'Infanta morì all'età di due anni.

Il Delfino fu profondamente addolorato dalla morte di Maria Teresa, nota come Madame Royale, poiché ella era l'unico legame con la sua defunta madre. Maria Giuseppina, sua matrigna, commissionò, successivamente, un ritratto (andato perso)[3] della piccola da posizionare sopra la sua culla.

La nuova Delfina fu molto grata a Madame de Pompadour per aver contribuito combinare il suo matrimonio, e mantenne sempre un buon rapporto con l'amante reale. Sebbene fosse un matrimonio combinato, Maria Giuseppina si innamorò del Delfino.

Come suo marito, Maria Giuseppina era molto devota. Insieme con la Regina Maria Leszczyńska, formava un contrappeso all'atteggiamento libertino di suo suocero e della sua corte. La coppia non amava i vari intrattenimenti tenuti a Versailles ogni settimana, preferendo rimanere dei propri appartamenti che si possono ancora vedere al piano terra di Versailles che affacciano sull'Orangerie.

Il primo figlio della coppia fu una femmina, nata nel 1750 il giorno della ricorrenza di San Zefirino e chiamata per questo Maria Zefirina. La nascita della Principessa, nota come Madame Royale, fu accolta con grande gioia dai suoi genitori, anche se Luigi XV naturalmente fu deluso che il bambino non era un maschio. Questa principessa morì nel 1755 senza essere compianta; in Francia, una principessa doveva vivere almeno cinque anni per essere formalmente compianta.[4] Al loro secondo figlio, Luigi Giuseppe Saverio di Francia, un maschio nato il 15 settembre 1751, fu dato il titolo di duc de Bourgogne, un titolo tradizionalmente dato al maggiore dei figli del Delfino di Francia. Borgogna era la luce degli occhi dei suoi genitori. I suoi talenti apparvero presto e inspirò speranza per il futuro nei cuori dell'intera corte. Era adorato da sua sorella Maria Zefirina e anche lui la adorava.

Sfortunatamente, la coppia reale concentrò così tanto tempo ed energie su questo figlio maggiore che gli altri figli soffrirono dalla trascuratezza. Egli morì il 22 marzo 1761 all'età di nove anni a Versailles dopo essere caduto da un cavallo a dondolo. Cominciò a zoppicare e un tumore cominciò a svilupparsi nel fianco. Fu operato ma non recuperò più l'uso delle gambe. Fu sepolto nell'Abbazia di Saint-Denis.

Il secondo figlio maschio della coppia, Saverio di Francia, duc d'Aquitaine, nacque nel 1753 e morì un anno dopo. Di conseguenza, il loro terzo figlio maschio, Luigi Augusto di Francia, duc de Berry, nato il 23 agosto 1754, diventò secondo in linea al trono francese dopo suo padre. Un ragazzo forte e sano, sebbene molto timido, eccelleva negli studi e aveva un forte gusto per il latino, la storia, la geografia, e l'astronomia, e parlava correttamente l'italiano e l'inglese. Luigi Augusto in seguito sarebbe diventato re di Francia essendo orfano dall'età di 12 anni.

Grazie allo stretto rapporto Maria Giuseppina con il Re e il Delfino, il rapporto tra padre e figlio fu presto sanato. Il Delfino era al centro dei Dévots, un gruppo di uomini di mentalità religiosa che sperava di ottenere il potere quando egli sarebbe salito al trono. Erano contro la maniera aperta di Luigi XV di avere relazioni a corte in vista palese della Regina. Naturalmente non erano popolari con Luigi XV.

Suo suocero chiamava la sua amorevole nuora la triste Pepe; nel 1756 Federico II di Prussia invase la sua nativa Sassonia e che diede inizio alla guerra dei sette anni e a cui la Francia aderì successivamente. La Sassonia venne saccheggiata da Federico. Poi, nel 1757 sua madre morì a 58 anni a Dresda. Suo padre sarebbe morto nel 1763.

Politicamente riservata, si impegnò soltanto una volta, nel 1762, invano, per la preservazione della Compagnia di Gesù in Francia. La società fu sciolta per ordine del Parlamento di Parigi, ispirato da magistrati giansenisti, contro la volontà del re.

Vedovanza[modifica | modifica sorgente]

Nel 1765 morì inoltre anche Luigi Ferdinando. A Luigi XV sarebbe quindi succeduto direttamente l'impacciato e insicuro nipote Luigi Augusto, il futuro Luigi XVI. In 15 anni di matrimonio Maria Giuseppina, orgogliosa inoltre del proprio ruolo di delfina e madre del futuro re, non mancò mai di esternare il suo attaccamento nei confronti della Francia.

Suocero e nuora ebbero sempre buoni rapporti e spesso trascorrevano del tempo insieme. Gli appartamenti della delfina erano gli stessi che aveva occupato Madame de Pompadour e quindi erano vicini a quelli del re.

Morì nel 1767. I suoi gioielli, del valore, stimato all'epoca, di due milioni di livres, furono poi donati alla futura nuora Maria Antonietta.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Nome Ritratto Nascita e Morte Note
Maria Zefirina di Francia
Madame Royale
Marie Zéphirine de France par Nattier.jpg 26 agosto 1750 -
26 agosto 1750 (5 anni)
Nata a Versailles, era nota come Madame Royale a corte; morì a Versailles all'età di 5 anni
Luigi Giuseppe Saverio di Francia
Duca di Borgogna
Jean-Martial Frédou, Louis-Joseph-Xavier de France, duc de Bourgogne (1760).jpg 13 settembre 1751-
13 settembre 1751 (9 anni)
Erede del Delfino, morì a Versailles a 9 anni con grande angoscia della sua famiglia;
Saverio Maria Giuseppe di Francia
Duca di Aquitania
Grand Royal Coat of Arms of France.svg 8 settembre 1753 –
8 settembre 1753 (0 anni)
Nacque al Palazzo di Versailles morendo lì a 5 mesi;
Luigi Augusto di Francia
Re di Francia
Duca di Berry
Ludvig XVI av Frankrike porträtterad av AF Callet.jpg 23 agosto 1754 –
23 agosto 1754 (38 anni)
Nacque a Versailles, sposò l'Arciduchessa Maria Antonia d'Austria; ebbe figli;
Luigi Stanislao Saverio di Francia
Re di Francia
Conte di Provenza
JoungLouisXVIII.jpg 17 novembre 1755 –
17 novembre 1755 (68 anni)
Nacque a Versailles, sposò la Principessa Maria Giuseppina di Savoia e non ebbe figli;
Carlo Filippo di Francia
Re di Francia
Conte di Artois
Charles X Roi de France et de Navarre.jpg 9 ottobre 1757 –
9 ottobre 1757 (79 anni)
Nacque a Versailles, sposò la Principessa Maria Teresa di Savoia ed ebbe figli;
Marie Adelaide Clotilde Saveria di Francia
Regina di Sardegna
Heinsius Clotilde de France.jpg 23 settembre 1759 –
23 settembre 1759 (42 anni)
Nacque a Versailles, sposò il futuro Carlo Emanuele IV di Sardegna e non ebbe figli;
Elisabetta Filippina Maria Elena di Francia
Madame Élisabeth
Madame-elisabeth-2.jpg 3 maggio 1764 –
3 maggio 1764 (30 anni)
Nacque a Versailles, non si sposò mai e fu giustiziata durante la rivoluzione francese all'età di 30 anni;

Maria Giuseppina ebbe anche un figlio maschio nato morto nel 1748 e un altro nel 1749. Una figlia nata morta nel 1752; e ancora un altro maschio 1756. Abortì un maschio nel 1762

Antenati[modifica | modifica sorgente]

Maria Giuseppina di Sassonia Padre:
Augusto III di Polonia
Nonno paterno:
Augusto II di Polonia
Bisnonno paterno:
Giovanni Giorgio III di Sassonia
Trisnonno paterno:
Giovanni Giorgio II di Sassonia
Trisnonna paterna:
Maddalena Sibilla di Brandeburgo-Bayreuth
Bisnonna paterna:
Anna Sofia di Danimarca
Trisnonno paterno:
Federico III di Danimarca
Trisnonna paterna:
Sofia Amelia di Brunswick e Lüneburg
Nonna paterna:
Cristiana Eberardina di Brandeburgo-Bayreuth
Bisnonno paterno:
Cristiano Ernesto di Brandeburgo-Bayreuth
Trisnonno paterno:
Ermanno Augusto di Brandeburgo-Bayreuth
Trisnonna paterna:
Sofia di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonna paterna:
Sofia Luisa di Württemberg
Trisnonno paterno:
Eberardo III di Württemberg
Trisnonna paterna:
Anna Caterina di Salm-Kyrburg
Madre:
Maria Giuseppa d'Austria
Nonno materno:
Giuseppe I d'Asburgo
Bisnonno materno:
Leopoldo I d'Asburgo
Trisnonno materno:
Ferdinando III d'Asburgo
Trisnonna materna:
Maria Anna di Spagna
Bisnonna materna:
Eleonora del Palatinato-Neuburg
Trisnonno materno:
Filippo Guglielmo del Palatinato
Trisnonna materna:
Elisabetta Amalia d'Assia-Darmstadt
Nonna materna:
Amalia Guglielmina di Brunswick e Lüneburg
Bisnonno materno:
Giovanni Federico di Brunswick-Lüneburg
Trisnonno materno:
Giorgio di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna materna:
Anna Eleonora di Assia-Darmstadt
Bisnonna materna:
Benedetta Enrichetta del Palatinato
Trisnonno materno:
Edoardo del Palatinato-Simmern
Trisnonna materna:
Anna Maria di Gonzaga-Nevers

Titoli e trattamento[modifica | modifica sorgente]

Stemma di Maria Giuseppina come Delfina
  • 4 novembre 1731 - 9 febbraio 1747 Sua Altezza Reale la Duchessa Maria Giuseppina di Sassonia
  • 9 febbraio 1747 - 20 dicembre 1765 Sua Altezza Reale La Delfina di Francia (Madame la Dauphine)
  • 20 dicembre 1765 - 13 marzo 1767 Sua Altezza Reale La Delfina Vedova di Francia

Il padre di Maria Giuseppina detenne il titolo di re di Polonia. Tuttavia, ai figli dei re polacchi era esplicitamente proibito l'utilizzo del titolo di principe o principessa di Polonia.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Dama dell'Ordine della Croce Stellata - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Croce Stellata

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Tarbé. Pierre Hardouin. (1767) Pompe funebre de l'inhumation de Madame la Dauphine faite a Sens, les 22 et 23 Mars 1767, Paris
  2. ^ nipote della Regina di Spagna sua omonima
  3. ^ MARIE-THÉRÈSE, FILLE AÎNÉE DU DAUPHIN LOUIS-FERDINAND
  4. ^ Spawfourth. Tony, Versailles, New York, 2008, p.200-1

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 61817959