Maddalena Sibilla di Brandeburgo-Bayreuth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maddalena Sibilla di Brandeburgo-Bayreuth (Bayreuth, 27 ottobre 1612Dresda, 20 marzo 1687) fu una margravia di Brandeburgo-Bayreuth ed una principessa elettrice consorte di Sassonia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Maddalena Sibilla era figlia del margravio Cristiano di Brandeburgo-Bayreuth (1581–1655) e di sua moglie Maria di Hohenzollern (1579–1649), figlia del duca Alberto Federico di Prussia e di Maria Eleonora di Jülich-Kleve-Berg. Una delle sue zie materne era la duchessa Anna di Prussia.

Ebbe tre fratelli sopravvissuti: Anna Maria (1609–1680), andata in sposa al principe Giovanni Antonio I von Eggenberg, duca di Krumlov; Ermanno Augusto (1615–1651) e Giorgio Alberto (1619–1666).

Il 13 novembre 1638 sposò a Dresda il principe elettore Giovanni Giorgio II di Sassonia, suo primo cugino in quanto figlio di sua zia materna Maddalena Sibilla di Hohenzollern. Sua cognata e cugina era Maddalena Sibilla di Sassonia. Dal matrimonio nacquero tre figli:

Maddalena Sibilla mantenne buoni rapporti con la famiglia reale svedese (la regina consorte dal 1620 al 1630, Maria Eleonora di Brandeburgo, era sua prima cugina), e riuscì in tal modo a salvare la città di Pirna da un attacco svedese nel 1639, nel corso della guerra dei trent'anni, spedendo una lettera al comandante svedese.

Rimasta vedova nel 1680, visse alternandosi tra le città di Freiberg e Colditz, assegnatele come sedi vedovili, e la Residenzhause di Dresda, dove si spense nel 1687. La sua tomba si trova nel duomo di Freiberg.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Franz Otto Stichart: Galerie der sächsischen Fürstinnen; biogr. Skizzen sämtlicher Ahnfrauen des kgl. Hauses Sachsen. Leipzig 1857.
  • Fritz Roth: Restlose Auswertungen von Leichenpredigten für genealogische und kulturhistorische Zwecke. Selbstverlag, Boppard/Rhein 1980, Bd. 10, S. 492, R 9803