Iris (Goo Goo Dolls)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iris
IrisGoogoodolls.png
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Goo Goo Dolls
Tipo album Singolo
Pubblicazione 22 settembre 1998
Durata 4 min : 49 s
Album di provenienza Dizzy Up the Girl
Genere Alternative rock
Etichetta Warner Bros.
Produttore Goo Goo Dolls
Registrazione 1998
Formati CD
Certificazioni
Dischi di platino Australia Australia (2)[1]
(Vendite: 140.000+)
Regno Unito Regno Unito[2]
(Vendite: 600.000+)
Stati Uniti Stati Uniti[3]
(Vendite: 1.000.000+)
Goo Goo Dolls - cronologia
Singolo precedente
Naked
(1996)
Singolo successivo
Dizzy
(1999)

Iris è un brano del gruppo rock alternativo dei Goo Goo Dolls. Originariamente scritta per la colonna sonora del film del 1998 La città degli angeli, la canzone venne poi inserita nel sesto album del gruppo Dizzy Up the Girl. "Iris" è stato senz'altro il più grande successo dei Goo Goo Dolls, contribuendo a lanciare la loro popolarità nel mondo.

Il nome del brano Iris è stato scelto dal cantante/chitarrista Johnny Rzeznik per Iris DeMent. Rzeznik trovò il suo nome mentre sfogliava una rivista e pensò fosse un bel nome, quindi lo scelse come titolo del brano. Prima di ciò, alcuni fan avevano speculato su un possibile riferimento alla figura mitologica di Iris messaggera degli dei, presumibilmente perché anche gli angeli sono messaggeri celesti, e nel film La città degli angeli il protagonista è un angelo. Il singolo ha raggiunto la vetta della Billboard Hot 100 Airplay, la classifica delle canzoni maggiormente passate in radio negli Stati Uniti, dove è rimasto per 18 settimane. Il brano ha raggiunto la prima posizione anche in Australia e in Italia, e ha avuto successo in molti altri Paesi.

Il brano è stato inserito nella classifica delle "100 migliori canzoni degli ultimi 25 anni"[4].

Ronan Keating ha cantato una cover del brano nel 2006, inserita nell'album Bring You Home.

Video[modifica | modifica sorgente]

Il video di Iris è stato girato da Nancy Bardawil per la Crash Films e trasmesso per la prima volta l'11 maggio 1998. Nel video i Goo Goo Dolls vengono mostrati sul tetto di un grattacielo, mentre osservano la vita delle persone attraverso un telescopio. Più volte attraverso la lente viene mostrato l'attore Nicholas Cage in alcune scene del film. Il tema del video infatti riflette ciò che gli angeli fanno nel film.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

CD 1
  1. Iris (edit) – 4:49
  2. Lazy Eye – 3:45
  3. I Don't Want to Know – 3:37
CD 2
  1. Iris – 4:51
  2. Slide – 3:34
  3. Iris (acoustic version) – 3:26
  4. Slide (acoustic version) – 3:15

Ricezione[modifica | modifica sorgente]

Iris è stato pubblicato nel 1998 come singolo ufficiale tratto dalla colonna sonora del film City of Angels, dalla quale era stato tratto per primo Uninvited di Alanis Morissette. Il singolo negli Stati Uniti è uscito esclusivamente per il mercato radiofonico, senza avere un CD singolo disponibile nei negozi. Il 13 giugno 1998 il singolo è entrato nella Top 10 della Hot 100 Airplay di Billboard, la classifica ufficiale statunitense dedicata ai brani più passati nelle radio del paese. Durante la settimana del 1 agosto[5] il brano raggiunge la prima posizione della classifica, rimanendovi per 18 settimane non consecutive a causa dell'intervallo di una sola settimana sul podio di I Don't Want to Miss a Thing degli Aerosmith. La canzone ha passato 47 settimane nella suddetta classifica. Nella Billboard Hot 100, la classifica ufficiale statunitense dei singoli, il singolo ha debuttato direttamente in Top 10 alla posizione numero 9 durante la settimana del 5 dicembre[6], per poi scendere nelle settimane successive quando la canzone ha perso il dominio della prima posizione nella Hot 100 Airplay. Il brano non è potuto entrare nei mesi precedenti nella Hot 100 perché prima del dicembre 1998 non era permesso ai singoli privi di un CD vendibile nei negozi di scalare questa classifica. La posizione più bassa rispetto alla classifica radiofonica e la breve permanenza nella Hot 100 è dovuta quindi al fatto che il singolo è potuto entrare in classifica solo quando il passaggio radiofonico ha iniziato a scemare. Stessa sorte è toccata a Thank U di Alanis Morissette e Are You That Somebody? di Aaliyah.

Al di fuori degli Stati Uniti invece la canzone è stata pubblicata come singolo acquistabile nei negozi. In Canada il brano ha raggiunto la numero 1, così come in Australia, dove è rimasto alla prima posizione per 5 settimane consecutive e ha passato 33 settimane in classifica.[7] In Nuova Zelanda il singolo ha debuttato alla posizione numero 16, ma ha passato solo due settimane in classifica.[8]

Anche in Europa il singolo ha avuto molto successo, entrando nelle classifiche di molti paesi. In Italia il singolo ha raggiunto la prima posizione, mentre nelle Fiandre e nei Paesi Bassi è arrivato rispettivamente fino alla terza e alla nona posizione.[9] Nel Regno Unito è invece costantemente nella classifica dei singoli rock più venduti, arrivando molto spesso al primo posto anche nel 2012[10].

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica sorgente]

Classifica (1998) Posizione raggiunta
Australia[11] 3
Italia[12] 2

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ARIA Charts - Accreditations - 1998 Singles
  2. ^ Certified Awards, BPI. URL consultato il 17 settembre 2013.
  3. ^ Searchable Database, RIAA. URL consultato il 12 ottobre 2012.
  4. ^ VH1's '100 Greatest Songs of the Past 25 Years' - smh.com.au
  5. ^ http://www.billboard.com/#/charts/radio-songs?chartDate=1998-08-01
  6. ^ http://www.billboard.com/#/charts/hot-100?chartDate=1998-12-05
  7. ^ australian-charts.com - The Goo Goo Dolls - Iris
  8. ^ charts.org.nz - The Goo Goo Dolls - Iris
  9. ^ ultratop.be - The Goo Goo Dolls - Iris
  10. ^ 2012 Top Rock & Metal Singles Archive, The Official Charts Company. URL consultato l'8 dicembre 2012.
  11. ^ ARIA Charts - End of Year Charts - Top 100 Singles 1998
  12. ^ Hit Parade Italia - Top Annuali Single: 1998