Hispania F110

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hispania F110
Bruno Senna 2010 Bahrain (cropped).jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Hispania Racing F1 Team
Categoria Formula 1
Squadra Hispania Racing F1 Team
Progettata da Luca Pignacca (dir. tecnico)
Ben Agathangelou (capo aerodin.)
Gabriele Tredozi (designer)
Sostituita da Hispania F111
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Dallara, monoscocca in fibra di carbonio
Motore Cosworth CA2010 V8 2.4
Trasmissione Xtrac, cambio longitudinale a 7 rapporti + retromarcia
Dimensioni e pesi
Peso 620 kg
Altro
Carburante BP
Pneumatici Bridgestone
Avversarie Vetture di Formula 1 2010
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio del Bahrain 2010
Piloti 20. India Karun Chandhok
20. Austria Christian Klien
21. Brasile Bruno Senna
20./ 21.Giappone Sakon Yamamoto
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
19 0 0 0

La Hispania F110 è una vettura di Formula 1 disegnata e costruita dall'azienda italiana Dallara per la scuderia Hispania Racing F1 Team, che la utilizza nel Campionato del Mondo 2010. È la prima monoposto presentata da questo team, che fa il suo esordio in Formula 1. È stata presentata il 4 marzo 2010 a Murcia, Spagna[1]. Con questa vettura la Dallara rientra come costruttore in F1, dopo l'uscita al termine della stagione 1993[2].

Livrea[modifica | modifica wikitesto]

La livrea è grigio scura con delle bande gialle, bianche e rosse sui lati. La F110 non ha sponsor principali, solo piccoli riferimenti dell'Embratel, del Banco Cruzeiro do Sul e dell'ufficio del turismo di Murcia. Nel primo gran premio le pance laterali sono state decorate coi nomi dei piloti. Dal Gran Premio della Spagna cambiano i colori: il bianco viene sostituito son il rosso e viene inserito anche il giallo, i colori della Spagna.

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

La F110 è spinta da un motore Cosworth, utilizzato nella stagione anche da Williams, Lotus e Virgin. Il cambio è a sette rapporti della Xtrac, anche questo in comune con la Lotus. Dopo il suo lancio il commentatore Gary Anderson ha descritto il telaio come "un pacchetto pulito e ordinato". Il disegno aerodimanico del musetto presenta una marcata "V" sul modello della Red Bull RB5, vettura della stagione 2009, così come possiede un triplo profilo anteriore nell'alettone.[3] Craig Scarborough ha evidenziato delle somiglianze tra il disegno della F110 con quello della Virgin VR-01 nonché con quello della vettura Dallara per l'IndyCar.[4]

Scheda tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Piloti[modifica | modifica wikitesto]

Stagione 2010[modifica | modifica wikitesto]

Test[modifica | modifica wikitesto]

A causa del ritardo con cui la vettura è stata completata, a seguito delle difficoltà finanziarie della scuderia, la vettura non partecipa a nessun test e, di fatto, debutta in pista solo durante le prove libere del venerdì al Gran Premio del Bahrain.

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Le difficoltà tecniche di avvio stagione si riflettono sulla prestazione della vettura nel primo gran premio. Chandok può addirittura testare la vettura per la prima volta solo durante le qualifiche del sabato in Bahrain.[7] In gara entrambe le vetture sono presto costrette al ritiro, dopo essere partite tutte e due dai box a causa di una difficoltà nell'utilizzo del cambio. La terza gara, in Malesia, vede entrambe le vetture, per la prima volta, al traguardo, anche se distanziate dalla zona punti.

Al Gran Premio di Spagna Christian Klien partecipa alle prime prove libere del venerdì.[8] Nel Gran Premio di Monaco Chandok è protagonista di uno spettacolare incidente alla Rascasse, per fortuna senza conseguenze, con la vettura di Jarno Trulli che vola sopra a quella del pilota indiano.[9]

Sakon Yamamoto prende il posto di Bruno Senna nelle prime libere del Gran Premio di Turchia,[10] prima di sostituirlo quale pilota titolare dal Gran Premio di Gran Bretagna.[11] Il nipponico nel gran premio successivo prende il posto di Chandhok.[12] L'altro collaudatore, Christian Klien, prende il posto di Yamamoto a Singapore, in Brasile e ad Abu Dhabi.[13] La stagione si conclude senza che la vettura colga punti iridati.

Stagione 2011[modifica | modifica wikitesto]

Test[modifica | modifica wikitesto]

La vettura viene utilizzata anche nei test prima della stagione 2011, sul Circuito di Valencia dal 1 al 3 febbraio, guidata da Narain Karthikeyan. Il secondo giorno l'indiano compie 80 giri e fa segnare il sesto miglior tempo di giornata.[14]

Nei test di Barcellona (18-21 febbraio), oltre a Karthikeyan, girano anche Vitantonio Liuzzi[15] e l'elvetico Giorgio Mondini.[16]

Risultati F1[modifica | modifica wikitesto]

(Legenda) (I risultati in Grassetto indicano una pole position; i risultati in Corsivo indicano un giro più veloce)

Anno Team Motore Gomme Piloti Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
2010 Hispania Racing F1 Team Cosworth CA2010 2.4 V8 B India Chandhok Rit 14 15 17 Rit 14 20 18 18 19 0 11º
Brasile Senna Rit Rit 16 16 Rit Rit Rit Rit 20 19 17 Rit Rit Rit 15 14 21 19
Austria Klien SP SP Rit 22 20
Giappone Yamamoto SP 20 Rit 19 20 19 16 15

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ foto Gallery:Presentata della HRT, formula1.com, 4-3-2010. URL consultato il 5-3-2010.
  2. ^ F1: ecco la Dallara dell'Hispania Racing, omniauto.it, 5-3-2010. URL consultato il 6-3-2010.
  3. ^ (EN) Gary Anderson, HRT: The Great Unknown - Gary Anderson's Tech Focus in Autosport, vol. 199, nº 10, 11, pp. 14-15.
  4. ^ (EN) Craig Scarborough, HRT Dallara Cosworth: First impressions in scarbsf1.wordpress.com, Craig Scarborough, 4-3-2010. URL consultato il 13-3-2010.
  5. ^ (EN) Hispania Racing signs Yamamoto as test and reserve driver in inthenews.co.uk, 17-4-2010. URL consultato il 17-4-2010.
  6. ^ (EN) Klien joins Hispania as test driver in pitpass.com, 5-4-2010. URL consultato il 5-4-2010.
  7. ^ Al Sakhir - Le news del sabato-Trulli chiede rispetto per i nuovi team in italiaracing.net, 13-3-2010. URL consultato il 15-3-2010.
  8. ^ Klien rimpiazzerà Chandhok venerdì mattina in f1.gpupdate.net, 6-5-2010. URL consultato il 16-5-2010.
  9. ^ Doppio ritiro per la Hispania in f1.gpupdate.net, 16-5-2010. URL consultato il 17-5-2010.
  10. ^ Massimo Costa, Istanbul - Libere 1 -Hamilton domina la sessione in italiaracing.net, 28-5-2010. URL consultato il 28-5-2010.
  11. ^ Yamamoto al posto di Senna alla HRT, gpupdate.net, 8-7-2010. URL consultato il 9-7-2010.
  12. ^ Yamamoto prende il posto di Chandhok in italiaracing.net, 17-7-2010. URL consultato il 17-7-2010.
  13. ^ (EN) Klien to race for HRT in Brazil, formula1.com, 4-11-2010. URL consultato il 4-11-2010.
  14. ^ Massimo Costa, Valencia - 2º giorno-Ferrari leader, debutta, male, la Lotus in italiaracing.net, 2-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  15. ^ Test a Barcellona - 2º giorno-Vettel e Red Bull spaventano in italiaracing.net, 19-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.
  16. ^ Massimo Costa, Hispania a Monza dal 14 al 16 febbraio in italiaracing.net, 20-2-2011. URL consultato il 22-2-2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1