Hawker Hind

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hawker Hind
L'Hawker Hind mantenuto in condizioni di volo dalla Shuttleworth Collection
L'Hawker Hind mantenuto in condizioni di volo dalla Shuttleworth Collection
Descrizione
Tipo bombardiere
aereo da addestramento
Equipaggio 2
Progettista Sydney Camm
Costruttore Regno Unito Hawker Aircraft
Data primo volo 12 settembre 1934
Data entrata in servizio novembre 1935
Utilizzatore principale Regno Unito RAF
Altri utilizzatori Iran Niru-ye Havayi-ye Shahanshahiy-e Iran
Nuova Zelanda RNZAF
Sudafrica SAAF
Esemplari 592
Dimensioni e pesi
Lunghezza 8,92 m (29 ft 3 in)
Apertura alare 11,36 m (37 ft 3 in)
Altezza 3,23 m (10 ft 7 in)
Superficie alare 32,3 (348 ft²)
Carico alare 37,1 kg/m² (13,3 lb/ft²)
Peso a vuoto 1 452 kg (3 195 lb)
Propulsione
Motore un Rolls-Royce Kestrel V
Potenza 640 hp (477 KW)
Prestazioni
Velocità max 298 km/h (185 mph, 161 kt) a 15 500 ft
Velocità di stallo 72 km/h (45 mph, 39 kt)[1]
Autonomia 692 km (430 mi, 374 nm)
Tangenza 8 050 m (26 400 ft)
Armamento
Mitragliatrici 1 Vickers da 7,7 mm (.303 in) anteriore
1 Lewis da 7,7 mm (.303 in) brandeggiabile posteriore
Bombe fino a 227 kg (510 lb) sotto l'ala inferiore

i dati sono estratti da The British Bomber since 1914 [2]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia

L'Hawker Hind era un bombardiere leggero biplano prodotto dall'azienda britannica Hawker Aircraft negli anni trenta. Derivato dal precedente Hawker Hart venne utilizzato principalmente dalla Royal Air Force e dalle forze aeree di Iran, Nuova Zelanda e Sudafrica.

La struttura era composta da acciaio e duralluminio ricoperta di tela; le differenze con il precedente Hart erano il nuovo motore Rolls Royce Kestrel V e l'abbassamento con taglio a "V" dei fianchi laterali della postazione posteriore del mitragliere (modifica sviluppata per le ultime versioni dell'Hart). Il prototipo (K2915) fu costruito rapidamente grazie al lavoro di svipulppo della Hawker su altri progetti ed effettuò il primo volo il 12 settembre 1934. Il primo esemplare di produzione (K4636) volò il 04 settembre 1935 con ulteriori migliorie all'impianto di scarico, al motore e un'elica in metallo.

Impiego operativo[modifica | modifica wikitesto]

L' Hind entrò in servizio nel novembre del 1935 ed equipaggiò in totale 20 squadroni della RAF. Un certo numero di macchine fu destinata al mercato estero e venduta ad Afghanistan, Irlanda, Lettonia, Iran, Portogallo, Sudafrica, Svizzera e Yugoslavia.

Alla fine degli anni trenta gli Hind vennero sostituiti dai monoplani pari ruolo Fairey Battle e Bristol Blenheim e furono destinati alle scuole di volo come aerei da addestramento, anche se allo scoppio della II guerra mondiale alcuni Hind erano ancora in servizio presso il 613 Squadron RAF, prima di essere rimpiazzati dagli Hawker Hector nel novembre 1939.[3] L'Hind ebbe una nuova carriera nella RAF a partire dal 1938 e durante tutto il conflitto mondiale come aereo da addestramento di livello superiore dopo la pratica di base sui De Havilland DH.82 Tiger Moth. Anche le aviazioni di Canada e Nuova Zelanda lo utilizzarono a questo scopo.

Nel 1941 gli Hind esportati effettuarono delle missioni di combattimento nel loro ruolo originale di bombardiere leggero. Gli Hind sudafricani furono impiegati contro le forze italiane in Kenya, gli yugoslavi lo utilizzarono contro i tedeschi e gli italiani, mentre quelli iraniani furono addirittura impiegati contro le stesse forze inglesi quando un contingente anglo-sovietico attaccò il paese.

Esemplari superstiti[modifica | modifica wikitesto]

Esiste un Hind in condizioni di volo presso la Shuttleworth Collection. Altri esemplari sono in mostra presso il museo della RAF di Hendon e al Canada Aviation Museum. Alcuni aerei appartenuti alla Royal New Zealand Air Force sono stati restaurati dalla Subritzky family / The Classic Aircraft Collection a Dairy Flat nei pressi di Auckland. Un Hind della RNZAF è esposto al Museum of Transport and Technology MoTaT di Western Springs, Auckland, in Nuova Zelanda. Altri superstiti sono stati localizzati di recente in Afghanistan.


Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Hind I

Utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Afghanistan Afghanistan
acquistò 28 esemplari nel 1938, l'ultimo dei quali venne ritirato nel 1957.
Canada Canada
Iran Iran
Irlanda Irlanda
Jugoslavia Jugoslavia
Lettonia Lettonia
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
acquisì 78 velivoli di cui 63 entrati in servizio, principalmente come addestratori tra il 1940 ed il 1943. Gli altri 15 sono stati persi durante il trasferimento in azioni di combattimento.
Portogallo Portogallo
Regno Unito Regno Unito
Sudafrica Sudafrica
Svizzera Svizzera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Air Transport Auxiliary Ferry Pilots Notes (reproduction). Elvington, York, UK: Yorkshire Air Museum, 1996. ISBN 0-9512379-8-5.
  2. ^ Mason 1994, p.261.
  3. ^ "History of No. 613 Squadron." Royal Air Force Air Historical Branch. Retrieved: 13 January 2008.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Mason, Francis K. The British Bomber Since 1914. London: Putnam Aeronautical Books, 1994. ISBN 0-85177-861-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]