Grindr

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Grindr
Sviluppatore Nearby Buddy Finder, LLC.
Ultima versione 1.8.5 (26/09/2012)
Sistema operativo iOS
Android
Genere
Licenza Proprietaria
(Licenza chiusa)
Sito web grindr.com

Grindr è un social network basato sulla geolocalizzazione compatibile con dispositivi iOS disponibile in App Store dal 25 marzo 2009 e reso disponibile successivamente per Android e Blackberry. Lo scopo dell'applicazione, rivolta a un target maschile gay e bisessuale, è quello di mettere in contatto immediato l'utente con persone che si trovano nelle vicinanze.

Funzionamento[modifica | modifica wikitesto]

La schermata del programma, sia nella versione iOS sia in quella per Android e Blackberry, è molto semplice e intuitiva: consiste in una griglia di foto formata da un insieme di profili disposti in ordine di vicinanza rispetto alla posizione corrente dell'utente.

Un tasto profilo permette all'utente di inserire velocemente un nickname, una breve descrizione, un'unica foto di presentazione e alcuni dati anagrafici di base. Queste informazioni sono quindi rese disponibili agli altri: eseguendo un tap sulla miniatura di un altro utente nella griglia iniziale, si accede infatti a una schermata con la foto a tutto schermo di questo utente: in essa si può vedere se questi è al momento online o quanto tempo prima lo è stato.

Dalla stessa schermata si può inoltre scegliere di cominciare una conversazione, impostare l'utente tra i preferiti, mettendolo in cima al mosaico iniziale dei contatti, o bloccarlo in modo che l'applicazione non riproponga più il suo profilo. Una volta cominciata una conversazione si può scegliere inoltre di inviare all'interlocutore ulteriori foto e anche i dati relativi alla propria posizione attuale.

Le fotografie impostate come immagini di profilo sono sottoposte a un duro controllo per via delle politiche fortemente restrittive che Apple impone agli sviluppatori di applicazioni per iOS e poiché in App Store non sono consentite applicazioni pornografiche, contrariamente a quanto avviene nella maggior parte delle altre community rivolte a un pubblico omosessuale, non è permesso il caricamento di foto di nudo esplicito.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Grindr è stato lanciato il 25 marzo 2009 dalla Nearby Buddy Finder, LLC. Dopo alcune iniziali recensioni, caute ma positive, da parte di influenti blog LGBT[1], Grindr si è rapidamente diffuso in oltre 77 paesi con maggiore diffusione dell'iPhone 3G, inizialmente l'unico dispositivo per il quale era disponibile l'applicazione, e lì dove, come negli Stati Uniti e in Inghilterra, i gestori telefonici offrono pacchetti dati a prezzi più accessibili. In Inghilterra, infatti, l'applicazione è stata scaricata oltre 30.000 volte dopo che Stephen Fry l'ha nominata nello show della BBC Top Gear[2]. Inoltre Joel Simkhai, uno degli sviluppatori, ha dichiarato d'aver registrato diverse connessioni ai server di Grindr anche da nazioni quali Iran, Israele e Kazakhstan. Dopo solo tre mesi dal suo rilascio in App Store Grindr ha superato i 100.000 utenti. A luglio del 2010 gli utenti hanno raggiunto i 750.000 distribuiti in 162 nazioni. Alla stessa data la città con più profili attivi risulta essere Londra[3].

A gennaio 2011 Grindr ha vinto il premio come miglior sito mobile per incontri agli iDate Awards 2011[4]. A febbraio 2011 Grindr ha annunciato lo sviluppo di una versione eterosessuale dell'applicazione[5] mentre il 7 giugno 2011 ha raggiunto i 2 milioni di utenti in ben 192 nazioni.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

Grindr su iOS e Android è rilasciato in due versioni: una versione gratuita, con la presenza di banner pubblicitari, e Grindr X(tra), la versione a pagamento (0,89 euro) che richiede inoltre un abbonamento mentre Grindr per Blackberry è disponibile solo in versione trial per 7 giorni, per poterla utilizzare scaduto il periodo di prova è necessario sottoscrivere un pacchetto Xtra a pagamento. La versione a pagamento dell'applicazione, oltre a non contenere banner pubblicitari, permette all'utente di ricevere messaggi tramite notifiche push quando l'applicazione è in background o l'utente è offline, navigare tra i profili in modalità swype, caricare 100 profili in più per iOS e 150 per Android (nella versione gratuita si possono caricare fino a un massimo di 100 profili per iOS e 50 profili per Android), salvare 50 profili in più come preferiti (solo Android), salvare e inviare messaggi predefiniti in chat e passare velocemente da una chat all'altra (solo iOS).

Il 27 febbraio 2010 Grindr ha annunciato sul suo blog di aver superato il mezzo milione di utenti in tutto il mondo e che il 30% di questi avrebbero effettuato accesso al servizio ogni giorno nonostante alcuni utenti abbiano segnalato relativamente a questa versione continui crash all'apertura della chat. Il 23 marzo 2010 l'applicazione è stata accidentalmente rimossa dall'App Store a causa di un errore di uno degli sviluppatori ed è tornata disponibile solo qualche ora più tardi.

Il 25 marzo 2010 è stata rilasciata la versione 1.2 che ha portato con sé alcune importanti novità come le funzioni di taglio/copia/incolla, la possibilità di vedere la foto a pieno schermo tramite doppio tap, la possibilità di utilizzare la chat in modalità landscape e una maggiore velocità della pagina principale. Il 2 aprile 2010 è stata aggiornata anche Grindr X(tra) che comprende, in aggiunta alle funzioni già presenti nella versione gratuita, lo scorrimento dei profili in maniera simile a quanto avviene per le foto del rullino fotografico di iOS. La versione 1.3 è arrivata sia per Grindr sia per Grindr X(tra) il 27 luglio 2010 e ha aggiornato la compatibilità a iOS 4. La nuova versione prevede inoltre già nella versione gratuita di mantenere sincronizzato il proprio profilo con messaggi inviati, preferiti e bloccati fra diversi dispositivi e versioni del software mentre la versione a pagamento non ha visto introdurre particolare novità a parte la correzione di un bug che dopo l'aggiornamento a iOS 4 non permetteva più la ricezione di notifiche push. Il 15 settembre 2010 la versione 1.3.1 ottimizza l'applicazione per il retina display di iPhone 4 e la rende pienamente compatibile con iPad. Nell'ottobre 2010 Grindr ha annunciato tramite il suo account Twitter che non avrebbe più accettato ulteriori beta tester per la versione Blackberry rivelando l'imminente annuncio della prima versione definitiva, mentre ha cominciato a inviare gli inviti per la prima beta di una versione per dispositivi Android. A febbraio 2011 la versione 1.5 rinnova la grafica dell'applicazione, amplia i campi presenti nei profili permettendo la condivisione dei propri profili dei principali social network. Sono aggiunte inoltre la possibilità di segnalare un profilo con contenuti offensivi o che violino le condizioni d'uso e la possibilità di filtrare le ricerche attraverso diversi livelli (tutti, vicini, preferiti e recenti).

Dal 7 marzo 2011 è disponibile su Android market la versione 1.0 per Android, compatibile con i terminali che utilizzano il medesimo sistema operativo 2.1 Eclair, 2.2 Froyo e 2.3 Gingerbread con risoluzione del display medio-alta, non sono supportate le versioni precedenti alla 2.1.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Cruise local guys via GPS, Queerty. URL consultato il 4-9-2010.
  2. ^ (EN) App watch Grindr says more than an hook up servicee. URL consultato il 6-9-2010.
  3. ^ (EN) London Takes Over as #1 Grindr City, Grindr Blog. URL consultato il 4-9-2010.
  4. ^ (EN) Grindr Named ‘Best Mobile Dating Site’ at 2011 iDate Awards, Grindr Blog. URL consultato il 28-2-2011.
  5. ^ (EN) Grindr app goes straight, The Guardian. URL consultato il 28-2-2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]