Viadeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Viadeo
logo di Viadeo in uso fino al luglio 2009
logo di Viadeo in uso fino al luglio 2009
URL http://it.viadeo.com/it/
Commerciale
Tipo di sito social network
Registrazione
Proprietario Dan Serfaty (CEO)[1]
Thierry Lunati (CTO)[2]
Creato da Dan Serfaty[1]
Thierry Lunati[2]
Arnaud Lemaitre
Lancio giugno 2004[1]
Stato attuale attivo

Viadeo.com è un rete sociale orientata al business di proprietà di Viadeo S.A. società anonima con sede a Parigi[3].

Viadeo è una piattaforma dedicata alle relazioni professionali, principale concorrente di Linkedin; è localizzata in sei lingue e oltre Parigi è presente a Londra, Madrid e Barcellona, Milano, Pechino, Nuova Delhi, Città del Messico e Montreal.

La società impiega 200 lavoratori dipendenti[4].

Azienda[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2000 nasce Agregator[5] un club di imprenditori basato sulla condivisione di interessi finanziari (equity swap del capitale), per agevolare gli scambi tra i soci del club (la condivisione dei contatti e di esperienze), fondato da Dan Serfaty[1], Thierry Lunati[2] e che decidono di creare una piattaforma Internet di relazioni formali[6].

Nel giugno 2004 fu lanciato Viaduc.com fu come business club riconducibile a 200 imprenditori per incoraggiare l'attività di networking tra i soci, e per creare una rete di contatti di business di fiducia, perseguendo l'obiettivo finale di sviluppare nuove opportunità di business.

Nel settembre 2006 stringe un accordo con Tianji[7], la più importante piattaforma di business network della Cina, che conta quasi un milione di iscritti.

Nel novembre 2006 Viaduc diventa Viadeo[8]. Il sito web è tradotto in 6 lingue europee (inglese, tedesco, olandese, portoghese, spagnolo e italiano) con apertura di uffici in Inghilterra, Italia e Spagna.

Nel maggio 2007 l'avvio di Euro-Cina Link[9], servizio disponibile in inglese per favorire gli scambi tra i membri di Viadeo ed i membri della rete Tianji.

Nel novembre 2007 Viadeo insieme a Google lancia OpenSocial[10], per la diffusione delle applicazioni sociali sul Web.

Acquisizioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2007 l'annuncio della sua acquisizione del partner cinese Tianji.com[11], con più di 2 milioni di membri.

Nel luglio 2008 ha acquisito il network spagnolo ICTNet[12], l'Istituto Catalano di Tecnologia, che riunisce quasi 300 000 membri.

All'inizio del 2009 ha acquisito il network indiano Apna-Circle e nell'ottobre dello stesso anno il network canadese Unyk.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]