Ginger Lynn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ginger Lynn
Ginger Lynn
Ginger Lynn nel 2006
Dati biografici
Nome Ginger Lynn Allen
Data di nascita 14 dicembre 1962 (51 anni)
Luogo di nascita Rockford
Stati Uniti Stati Uniti
Dati fisici
Altezza 160 cm
Occhi azzurri
Capelli biondi
Seno naturale
Dati professionali
Altri pseudonimi Ginger Allen
Specialità hard orale, anale, interrazziale, gangbang
Orientamento Bisessuale
Sito ufficiale

Ginger Lynn Allen (Rockford, 14 dicembre 1962) è un'attrice pornografica statunitense, più conosciuta con il suo nome proprio, Ginger Lynn, attiva a partire dagli anni ottanta.

La rivista del settore AVN l'ha inclusa al settimo posto tra le 50 più grandi pornostar di sempre. Dopo aver interrotto la sua carriera nel cinema per adulti nel 1987, ha interpretato molti film di seconda categoria con il suo vero nome Ginger Lynn Allen. In seguito, alla fine degli anni novanta, è ritornata al porno, ed ha interpretato qualche altro film riscuotendo un buon successo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Ginger Lynn Allen è nata a Rockford, nell'Illinois, figlia del diciottenne supervisore al porto Wayne Allen e della diciannovenne centralinista Marilyn McBride. Da bambina subì abusi soprattutto da parte della madre. Quando il padre le lasciò, nel 1968, gli abusi peggiorarono. I nonni paterni erano la sua unica fonte di felicità. Inoltre aveva ben pochi amici durante la sua infanzia. Si creava dunque amici immaginari.

Nel 1974 tentò il suicidio usando sonniferi ed altre medicine della madre. Ha raccontato di essere rimasta catatonica per tre giorni, durante i quali sua madre non la aiutò minimamente. Poco dopo i nonni decisero di portarla via dalla madre, dopo che il nonno aveva telefonato alla nuora ed aveva sentito la ragazza piangere forte. A 13 anni ebbe un ragazzo con problemi di droga. Sotto la sua influenza iniziò ad abusare di stupefacenti. Rimase incinta ed abortì.

Dopo aver scoperto che la nipote era diventata sessualmente attiva, la nonna la introdusse ai contraccettivi. Dopo il diploma nel 1981, uscì dalla casa dei nonni. Costoro si trasferirono a Lucerne Valley, in California. Lei rimase a Rockford, lavorando in un negozio di dischi durante il giorno e come cameriera in un bar durante la notte.

Carriera nella pornografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1982 si trasferì in California quando seppe che il nonno aveva avuto un attacco di cuore. Dopo la morte del nonno andò a vivere con un amico, Brian. La Lynn aveva necessità di lavorare e, nel settembre 1983, rispose ad un annuncio di un'agenzia di modelle di nudo. Venne assunta immediatamente e fece un servizio per Penthouse, che la fece conoscere nel giro.

Dopo aver fatto altri servizi di nudo, iniziò a lavorare in film pornografici nel dicembre 1983, col nome di Ginger Lynn. Il primo film fu Surrender in Paradise, interpretato con Jerry Butler, che le fece festeggiare il ventunesimo compleanno alle Hawaii. La Allen divenne subito molto popolare, diventando una delle pornodive più celebri di sempre. Ebbe una sua propria linea di video dalla Vivid Entertainment diretti dal regista Bruce Seven. Ha ricevuto il premio come Best New Starlet nel 1985 dall'AVN ed è entrata nelle Halls of fame della X-Rated Critics Organization (XRCO) e della Adult Video News (AVN). Secondo alcuni critici il suo migliore film è stato Ten Little Maidens (parodia porno del romanzo di Agatha Christie Dieci piccoli indiani). Altri momenti importanti della sua carriera sono stati i film Kinky Business, Blame It On Ginger e Slumber Party con Eric Edwards.

Il suo look durante gli anni di maggior successo nel porno (dal 1984 al 1986) era vagamente somigliante a quello di Madonna e della prima Meg Ryan. La sua popolarità fu aiutata dal fatto che nei suoi film interpretava frequentemente scene di sesso anale e doppie penetrazioni, per sua volontà mai protette.Nella pornografia dei primi anni ottanta, infatti, questa tipologia di atti era abbastanza rara, soprattutto da parte di attrici del suo calibro.[senza fonte] In ogni suo film faceva inoltre almeno una scena di lesbismo. Altra particolarità che la contraddistingueva era il ricorso ad un fantasioso ed esplicito turpiloquio durante le scene più esplicite. Nella prima parte di carriera lavorò spesso in coppia con il pornodivo Tom Byron, formando con l'attore una delle coppie hard più affiatate sullo schermo. Fu la prima Vivid Girl, battendo Traci Lords. Quando si scoprì che la Lords aveva recitato in molti film pornografici nonostante la minore età scoppiò uno scandalo enorme. La Allen venne chiamata a testimoniare contro i produttori. Si rifiutò e da allora, a quanto dichiara, venne presa a bersaglio dall'Internal Revenue Service per frode fiscale.

Nel febbraio 1986 la Allen decise di lasciare la pornografia e di dedicarsi al cinema mainstream, usando il suo vero nome. Comparve quindi in una serie di film e spettacoli televisivi. Dopo una discussa storia d'amore con l'attore Charlie Sheen, alla fine degli anni novanta, Ginger ha deciso di ritornare nel mondo del porno, girando film di successo come White Lightning e Ginger Lynn's Torn, nei quali nonostante fosse vicina ai quaranta, non si risparmiò di certo e fornì le sue scene di sesso forse più sfrenate. Nel 1998 viene scelta dai Metallica come protagonista nel videoclip del loro brano Turn the Page, cover di una canzone di Bob Seger.

Nel marzo 2006 è stata ospite del programma della Playboy Radio Night Calls Radio assieme a Christy Canyon.

Nel giugno 2007 ha annunciato di aver interpretato due scene per Kink.com, una scena di sexy-wrestling con Bobbi Starr e una hardcore con il suo ragazzo, anche nella vita reale, Mark Davis.[1][2]

A tutt'oggi è ancora attiva nell'industria dell'hard statunitense ed è considerata una vera e propria leggenda del mondo della pornografia. Ultimamente, data la non più giovanissima età, si è specializzata nel genere di film hard MILF interpretando ruoli di donne mature che si accoppiano assai disinvoltamente con partner assai più giovani.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Nel 1991, per aver falsificato una ricevuta fiscale, ha passato quattro mesi in prigione. In quegli stessi anni ha passato diverso tempo in un centro di riabilitazione per disintossicarsi dalla cocaina.[3][4]

Ha avuto una lunga relazione con il personaggio radiofonico di Los Angeles Ralph Garman[5] e una di due anni con l'attore Charlie Sheen.[6][7] Charlie Sheen e Martin Sheen hanno scritto lettere alla Corte in appoggio alla Allen durante il processo per evasione fiscale.[8] Nonostante la reputazione di Sheen di violento nei confronti delle donne, Ginger Lynn ha dichiarato di non avere mai subito nessun tipo di violenza da lui: «Mai una volta alzò la voce contro di me. Nessuna violenza».[9]

Nel 2000 alla Allen venne diagnosticato un cancro all'utero. Si sottopose ad una isterectomia totale e a qualche seduta di chemioterapia, riuscendo a sconfiggere la malattia.[10]

In una intervista del 2003, ha descritto sé stessa come una "mamma single di un figlio di cinque anni".[11]

Filmografia (parziale)[modifica | modifica sorgente]

Ginger Lynn Allen

Pornografici[modifica | modifica sorgente]

  • Satan's Angel: Queen of the Fire Tassels (2012)
  • Charlie's Party Girls (2011)
  • Charlie's Devils (2011)
  • Sex Starved MILFs 2 (2011)
  • Fan Bang (2010)
  • Saw: A Hardcore Parody (2010) (non accreditata)
  • Mommy Issues (2010)
  • I Wanna Cum Inside Your Mom 23 (2010)
  • MILF Legends 1 (2009)
  • MILF Worship 10: The Legends (2009)
  • Ginger Loves Girls (2009)
  • Boy Meats Girl (2009)
  • Boundaries 6 (2009)
  • My Neighbor's Wife Loves 3somes (2009)
  • No Man's Land: MILF Edition 3 (2009)
  • When Ginger Met Nina 2: Girls' Night Out (2009)
  • The Cougar Club 2 (2009)
  • White Mommas (2009)
  • My First Sex Teacher 17 (2009)
  • Older Women Younger Men 13 (2009)
  • Big Loves #4 (2008)
  • Seasoned Players 4 (2008)
  • Older Women Younger Men 11 (2008)
  • Dirty Rotten Motherfuckers (2007)
  • Love and Bullets (2004)
  • Fire Bush (2004)
  • Crime & Passion (2002)
  • Taken (2001) – AVN Awards 2002 come Miglior attrice protagonista
  • New Wave Hookers 6 (2000)
  • Ginger Lynn's Torn (1999) - XRCO Awards 1999 Miglior scena Lesbo (con Chloe)
  • White Lightning (1999)
  • Ginger Snaps (1987)
  • Blow-Off (1987)
  • Blame It on Ginger (1986) (con Jamie Gillis)
  • Beverly Hills Cox (1986)
  • Club Ginger (1986)
  • Ginger and Spice (1986)
  • Gentlemen Prefer Ginger (1985)
  • New Wave Hookers (1985)
  • Too Naughty To Say No (1985)
  • Ginger (1985)
  • Ginger on the Rocks (1985)
  • Ginger's Private Party (1985)
  • Ginger's Sex Asylum (1985)
  • Girls on Fire (1985) (con John Holmes)
  • The Grafenberg Spot (1985)
  • Hypnotic Sensations (1985)
  • Jailhouse Girls (1985)
  • Project: Ginger (1985) - AVN Awards 1986 come Miglior attrice protagonista
  • Bedtime Tales (1985)
  • Between the Cheeks (1985)
  • Coming of Angels 2 (1985)
  • Ten Little Maidens (1985) (con Harry Reems)
  • Slumber Party (1985) - AVN Awards 1986 Miglior scena di sesso (con Eric Edwards)
  • Trashy lady (1985)
  • Kinky Business (1984) - AVN Awards 1985 Miglior scena di sesso (con Tom Byron)
  • Ball Busters (1984)
  • China and Silk (1984)
  • A Little Bit of Hanky Panky (1984)
  • Panty Raid (1984)
  • Wild Weekend (1984)
  • Teasers (1984)
  • Those Young Girls (1984)
  • Pink Lagoon (1984)
  • Surrender in Paradise (1984)

Mainstream[modifica | modifica sorgente]

Film[modifica | modifica sorgente]

TV[modifica | modifica sorgente]

  • Dog Whisperer with Cesar Millan: A Dog and His Boy/Mobile Vet (2010)
  • E! True Hollywood Story: Charlie Sheen (2010)
  • Skin (2003)
  • Silk Stalkings (1994)
  • NYPD Blue (1993)
  • Super Force (1991)

Altro[modifica | modifica sorgente]

Musica[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Ginger Lynn Shooting Comeback for Kink.com" by Tod Hunter, Xbiz.com, July 3, 2007.
  2. ^ "Porn Legend Ginger Lynn Makes a Comeback at Kink.com", BehindKink.com, 13 luglio 2007.
  3. ^ "Adults Only: The Secret History of the Other Hollywood", CourtTV. Ultimo accesso: 4 novembre 2007.
  4. ^ "Tom Joad Presses For More Info From Ginger Lynn and The Independent", interview 13 aprile 2000, Ain't It Cool News. Ultimo accesso: 4 novembre 2007.
  5. ^ "Ralph Garman: World's Greatest Lover", interview by Justin Harvey, ThePhatPhree. Ultimo accesso: 4 novembre 2007.
  6. ^ "Ginger Lynn Allen", Fred Beldin, All Movie Guide. Online at MTV.com. Ultimo accesso: 4 novembre 2007.
  7. ^ "Charlie Sheen profile", E! Online. Ultimo accesso: 4 novembre 2007
  8. ^ Letters to the court, by Ginger Lynn Allen, Martin Sheen, and Charlie Sheen, written September 1991, online as supporting material for "Adults Only: The Secret History of the Other Hollywood", CourtTV. Ultimo accesso: 4 novembre 2007.
  9. ^ Scott Collins, Former porn star Ginger Lynn breaks her silence on ex-boyfriend Charlie Sheen, Los Angeles Times, 7 marzo 2011. URL consultato l'8 marzo 2011.
  10. ^ Battle with cervical cancer
  11. ^ "GINGER LYNN SHOWS SOME SKIN The Skin-y on Ginger
  12. ^ a b Ginger Lynn bio at pooniesgingerlynn.com. URL consultato il 25 dicembre 2007.
  13. ^ a b c d e Past AVN Award Winners. URL consultato il 29 novembre 2007.
  14. ^ XRCO past winners. URL consultato il 29 novembre 2007.
  15. ^ AVN Hall of Fame. URL consultato il 29 novembre 2007.
  16. ^ XRCO Hall of Fame. URL consultato il 29 novembre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 46339871 LCCN: no94036734