Whore (puttana)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Whore (puttana)
Whore.JPG
Liz (Theresa Russell) racconta la sua vita
Titolo originale Whore
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1991
Durata 85 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Ken Russell
Soggetto David Hines
Sceneggiatura Ken Russell, Deborah Dalton
Produttore Ronaldo Vasconcellos
Casa di produzione Trimark Pictures

Lion's Gate Films (North American distributor)

Fotografia Amir M. Mokri
Montaggio Brian Tagg
Effetti speciali NO
Musiche Michael Gibbs
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Whore (puttana) è un film del 1991 del regista britannico Ken Russell, con protagonista Theresa Russell.

Il regista lo realizzò come risposta al film Pretty Woman, uscito l'anno precedente, che aveva offerto un'immagine edulcorata del mondo della prostituzione. Il soggetto originale su cui si basa il film fu scritto da un tassista londinese, ed è ispirato a una conversazione che questi aveva avuto con una prostituta cliente del suo taxi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film, ambientato a Los Angeles si apre con Liz, una prostituta, che cerca d'abbordare un cliente su una strada trafficata. Per tutta la durata del film Liz racconterà la sua vita e i suoi problemi rivolgendosi direttamente al pubblico. A un certo punto si ferma un uomo su un furgone, ma lei lo manda via raccontando agli spettatori come l'ultima volta che aveva accettato di salire in un furgone alla fine era risultato che all'interno c'erano diversi uomini che l'avevano stuprata in gruppo e quasi uccisa. Era stata soccorsa da un passante che l'aveva portata in ospedale, pagando addirittura le spese mediche. Lei gli aveva inviato un biglietto di ringraziamento e il loro rapporto era finito così.

In realtà Liz non sta solo cercando di procurarsi clienti, sta anche fuggendo dal suo protettore, Blake, un uomo ben vestito ed estremamente autoritario, che alla fine riesce a raggiungerla in un drugstore e a farsi consegnare i soldi, cosa a cui Liz non può sottrarsi.

Mentre fa una pausa per un drink in uno strip club, spiega agli spettatori come è finita in quel modo. Era una ragazza di una piccola città di provincia, sposata a un uomo violento e alcolizzato. Malgrado avessero un figlio, a un certo punto non aveva più potuto sopportare la situazione ed era scappata mentre il marito dormiva, portando il bambino con sé. Aveva trovato lavoro in una tavola calda come cameriera per il turno di notte e quando un cliente le aveva offerto del denaro per un rapporto sessuale, pensando alla sua paga modesta aveva deciso d'accettare. Era riuscita a esercitare in modo indipendente per un certo periodo, fino a che aveva incontrato Blake che l'aveva portata a Los Angeles. Blake ha anche delle attenzioni per lei, ma col tempo l’eccessivo controllo che vuole avere su Liz li porta ai ferri corti. Così decide di scappare da lui.

Poi appare sulla scena Rasta, un ragazzo senza fissa dimora e artista di strada, che invita Liz a vedere un film. Sebbene Rasta sia un tipo un po’ inquietante (il suo spettacolo di strada consiste tra l’altro nel camminare sui vetri rotti), Liz accetta. A questo punto le immagini di Liz e Rasta al cinema sono inframezzate da quelle di Blake che, piuttosto compiaciuto, racconta la sua vita agli spettatori e si ha l’impressione che Liz e Rasta stiano assistendo al suo monologo.

Dopo il film, Liz parla agli spettatori di suo figlio, a cui è evidentemente molto affezionata anche se adesso è in affidamento da altri. Alla fine Liz riesce a procurarsi un cliente, ma durante la prestazione questi ha un attacco di cuore. Liz, in preda al panico, tenta di rianimarlo con la respirazione bocca a bocca, ma senza successo. Blake passa per caso proprio in quel momento e oltre a prendere i soldi di Liz vuole derubare il cliente morto. Liz allora cerca di fermarlo, ma lui la stringe alla gola e minaccia di fare del male a suo figlio. A questo punto interviene in suo aiuto Rasta, che uccide Blake sgozzandolo con un'arma di fortuna: una piccola lastra di vetro che aveva affilato contro una mattonella, in previsione di un successivo uso. Il film finisce con Liz che ringrazia Rasta e s'allontana nella notte.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema