Federico, principe del Galles

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Federico di Hannover)
Federico di Hannover
Federico Luigi di Hannover, Principe di Galles.
Federico Luigi di Hannover, Principe di Galles.
Principe di Galles
Stemma
Nome completo Frederick Louis
Trattamento Altezza reale
Altri titoli Duca di Cornovaglia
Duca di Rothesay (in Scozia)
Nascita Hannover, 1 febbraio 1707
Morte St. James's Palace, 31 marzo 1751
Luogo di sepoltura Westminster Abby
Dinastia Casa Hannover
Padre Giorgio II di Gran Bretagna
Madre Carolina di Ansbach
Consorte Augusta di Sassonia-Gotha-Altenburg
Figli Augusta Frederica di Hannover, Giorgio III del Regno Unito, Edoardo Augusto di Hannover (1739-1767), Elisabetta Carolina di Hannover, Guglielmo Enrico di Hannover, Enrico Federico di Hannover, Luisa Anna di Hannover, Federico Guglielmo di Hannover, Carolina Matilde di Hannover
Religione Anglicana

Federico Luigi di Hannover (Hannover, 1 febbraio 1707St. James's Palace, 31 marzo 1751) fu Principe di Galles e Duca di Gloucester, come rappresentante del Casato di Hannover fu un membro della famiglia reale britannica, figlio maggiore di re Giorgio II di Gran Bretagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il Principe Federico nel 1724

Il Principe Federico di Hannover (talvolta presentato come Luigi[1]), era nipote dell'Elettore di Hannover (poi Giorgio I d'Inghilterra) e nacque pertanto ad Hannover, in Germania, dal momento che la sua famiglia non aveva ancora ottenuto la corona inglese alla sua nascita. Egli venne battezzato coi nomi di Federico Luigi ed ottenne il titolo di Duca. Suoi padrini furono il nonno elettore ed il suo prozio, Federico I di Prussia[2]. I suoi genitori, il Principe Giorgio del Galles (poi Giorgio II d'Inghilterra) e la Margravia Carolina di Ansbach, furono chiamati in Inghilterra dopo l'ascesa al trono di Giorgio I e dovettero lasciare Hannover non rivedendo il figlio sino al 1728 quando ormai era un uomo adulto. Questa distanza va anche ricercata nel fatto che probabilmente la coppia non aveva un grande amore per Federico e gli preferiva di gran lunga gli altri figli, dal momento che egli era soprannominato "Griff", con ironico riferimento all'animale fantastico, il grifone che poca bellezza e grazia ispira.

Suo nonno, ad ogni modo, lo integrò perfettamente nella nobiltà inglese conferendogli il titolo di Duca di Edimburgo, Marchese di Isle of Ely[3], Conte di Eltham, Visconte di Launceston e Barone di Snaudon a partire dal 26 luglio 1726.[4][5] Snaudon è la grafia antica per l'attuale Snowdon.

Principe del Galles e patrono delle arti[modifica | modifica wikitesto]

Il Principe del Galles, c. 1733, con le sue sorelle, Anna, Carolina e Amelia.

I motivi di dissidio tra Federico e i suoi genitori erano dovuti anche al fatto che egli sin da giovane era stato usato dal nonno come rappresentante dei genitori nell'Hannover, il che lo aveva consacrato ad una posizione di rilievo. Egli non fece ritorno in Inghilterra sino all'incoronazione di Giorgio II l'11 giugno 1727, rimanendo conosciuto col nome di Federico Luigi anche quando venne creato Principe di Galles l'8 gennaio 1729.[6]

Regno di Gran Bretagna
Casato di Hannover
Royal Arms of the Kingdom of Hanover.svg

Giorgio I (1714-1727)
Giorgio II (1727–1760)
Giorgio III (1760–1820)
Giorgio IV (1820–1830)
Guglielmo IV (1830–1837)
Vittoria (1837–1901)

Stabilì la sua residenza a Leicester House ove tenne corte, supportando l'Opera della Nobiltà presso Lincoln's Inn Fields, la quale era notoriamente rivale di Handel, il quale era sponsorizzato dal teatro reale di Drury Lane. Federico era un genuino amante della musica: egli suonava il violoncello ed il pittore Philip Mercier lo dipinse così in un famoso ritratto oggi conservato alla National Portrait Gallery collection [1]. Amava molto anche le scienze naturali e le arti. Uno dei risultati del patronato delle arti di Federico fu la composizione di "Rule Britannia", una delle più conosciute canzoni patriottiche inglesi. Essa venne scritta dal poeta scozzese James Thomson come parte dell'opera Alfred che venne rappresentata per la prima volta nel 1745 a Cliveden, nella casa di campagna del Principe di Galles.

L'opera legava fortemente l'immagine del Principe del Galles con l'eroe-re Alfredo il Grande che sconfigge i Vichinghi e costituisce nel contempo la gloria della flotta inglese con la quale l'Inghilterra dominerà i mari nei secoli; questo era un chiaro riferimento alle mire ed alle aspirazioni politiche di Federico.

Tra gli altri artisti supportati da Federico di Hannover si ricordano Jean Baptiste Vanloo, Philip Mercier, John Wootton, William Kent e William Chambers.

Passioni e problemi finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua voglia di competere col padre, Federico accumulò ben presto grandi debiti, che poterono spesso essere saldati solo grazie all'amico George Bubb Dodington. Il padre del principe infatti si era categoricamente rifiutato di aiutarlo finanziariamente, a causa dell'opposizione che il figlio gli manifestava.

Malgrado Federico, soprattutto in gioventù, fosse stato uno spendaccione ed un donnaiolo, dopo il matrimonio condusse una vita moderata: nel 1736 impalmò la sedicenne Augusta di Sassonia-Gotha, e divenne ben presto un ottimo marito ed un buon padre di famiglia. Si prese cura dei nove figli e si trasferì con la famiglia a Cliveden, essendo stato ufficialmente bandito dalla corte di Londra.

Con Federico, inoltre, giunse e si diffuse in Inghilterra il cricket, uno dei più popolari sport che fanno parte della cultura anglosassone. La prima menzione che lo stesso Federico fa di questo sport risale ad una partita che giocò il 28 settembre 1731 a Kennington Common.

Gli ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Federico, Principe del Galles, nel 1741

Le ambizioni politiche di Federico di Hannover, ad ogni modo, rimasero inespresse in quanto egli morì prematuramente all'età di 44 anni. Causa del decesso fu un ematoma che si complicò in gangrena dopo che una palla da cricket o da tennis lo colpì. Federico morì a Leicester House a Londra e venne sepolto nell'Abbazia di Westminster.

Matrimoni e figli[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 27 aprile 1736, Augusta di Sassonia-Gotha-Altenburg (1719–1772), figlia di Federico II di Sassonia-Gotha-Altenburg, presso la cappella Reale di St. James's Palace, a Londra. Ebbero nove figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Federico di Hannover Padre:
Giorgio II del Regno Unito
Nonno paterno:
Giorgio I d'Inghilterra
Bisnonno paterno:
Ernesto Augusto di Brunswick-Lüneburg
Trisnonno paterno:
Giorgio di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna paterna:
Anna Eleonora di Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Sofia del Palatinato
Trisnonno paterno:
Federico V del Palatinato
Trisnonna paterna:
Elisabetta Stuart
Nonna paterna:
Sofia Dorotea di Celle
Bisnonno paterno:
Giorgio Guglielmo di Brunswick-Lüneburg
Trisnonno paterno:
Giorgio di Brunswick-Lüneburg
Trisnonna paterna:
Anna Eleonora di Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Éléonore d'Esmier d'Olbreuse
Trisnonno paterno:
Alexandre II d'Esmier d'Olbreuse
Trisnonna paterna:
Jacquette Poussard de Vandré
Madre:
Carolina di Brandeburgo-Ansbach
Nonno materno:
Giovanni Federico di Brandeburgo-Ansbach
Bisnonno materno:
Alberto II di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonno paterno:
Gioacchino Ernesto di Brandeburgo-Ansbach
Trisnonna paterna:
Sofia di Solms-Laubach
Bisnonna materna:
Sofia Margherita di Öttingen-Öttingen
Trisnonno materno:
Gioacchino Ernesto di Öttingen-Öttingen
Trisnonna materna:
Anna Sibilla di Solms-Sonnenwalde
Nonna materna:
Eleonora Erdmuthe di Sassonia-Eisenach
Bisnonno materno:
Giovanni Giorgio I di Sassonia-Eisenach
Trisnonno materno:
Guglielmo di Sassonia-Weimar
Trisnonna materna:
Eleonora Dorotea di Anhalt-Dessau
Bisnonna materna:
Giovannetta di Sayn-Wittgenstein
Trisnonno materno:
Ernesto di Sayn-Wittgenstein
Trisnonna materna:
Luisa Giuliana di Erbach-Erbach

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The London Gazette for Frederick's knighthood
  2. ^ Yvonne's Royalty Home Page: Royal Christenings
  3. ^ London Gazette — creation as Prince of Wales
  4. ^ London Gazette — creation as Duke of Edinburgh
  5. ^ Yvonne's Royalty: Peerage
  6. ^ Prince of Wales: Previous princes

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Erede al trono britannico Successore Coat of Arms of the Hanoverian Princes of Wales (1714-1760).svg
Giorgio, principe di Galles
Poi sovrano col nome di Giorgio II
Erede apparente
1727-1751
Giorgio, principe di Galles
Poi sovrano col nome di Giorgio III
Predecessore Principe di Galles Successore Prince of Wales's feathers Badge.svg
Giorgio, principe di Galles
Poi sovrano col nome di Giorgio II
1729-1751 Giorgio, principe di Galles
Poi sovrano col nome di Giorgio III
Predecessore Duca di Cornovaglia Successore Arms of the Duchy of Cornwall.svg
Giorgio, duca di Cornovaglia
Poi sovrano col nome di Giorgio II
1727-1751 Giorgio, duca di Cornovaglia
Poi sovrano col nome di Giorgio IV
Predecessore Duca di Rothesay Successore Coat of Arms of the Duke of Rothesay.svg
Giorgio, duca di Rothesay
Poi sovrano col nome di Giorgio II
1727-1751 Giorgio, duca di Rothesay
Poi sovrano col nome di Giorgio IV

Controllo di autorità VIAF: 62384797 LCCN: n83124421