Caron Butler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Caron Butler
Caron Butler.JPG
Butler con la maglia dei Washington Wizards
Dati biografici
Nome James Caron Butler
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 200 cm
Peso 100 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala piccola
Squadra Detroit Pistons Detroit Pistons
Carriera
Giovanili

2000-2002
Maine Central Institute
Conn. Huskies Conn. Huskies
Squadre di club
2002-2004 Miami Heat Miami Heat 146
2004-2005 Los Angeles Lakers Los Angeles Lakers 77
2005-2010 Wash. Wizards Wash. Wizards 310
2010-2011 Dallas Mavericks Dallas Mavericks 56
2011-2013 L. Angeles Clippers L. Angeles Clippers 141
2013-2014 Milwaukee Bucks Milwaukee Bucks 34
2014 Oklahoma Thunder Oklahoma Thunder 22
2014- Detroit Pistons Detroit Pistons
Nazionale
2001 Stati Uniti Stati Uniti U-21
Palmarès
Transparent.png Mondiali Under-21
Oro Giappone 2001
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 13 luglio 2014

James Caron Butler (Racine, 13 marzo 1980) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Detroit Pistons. È il cugino di Lamar Butler.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver giocato a livello liceale per il Maine Central Institute di Pittsfield è passato alla University of Connecticut. Trascorsi due anni nelle file degli Huskies, si è dichiarato eleggibile per la NBA ed è stato scelto nel Draft NBA 2002 al primo giro con il numero 10 dai Miami Heat. Dopo due stagioni a Miami, è passato ai Los Angeles Lakers nell'ambito dell'affare Shaquille O'Neal. A Los Angeles resta un solo anno, venendo poi ceduto ai Washington Wizards.

Con i Wizards firma un contratto quinquennale; nella stagione 2006-07 è il secondo marcatore della franchigia con 20,3 punti di media. Viene premiato con la convocazione all'All-Star Game 2007 di Las Vegas assieme all'allora compagno di squadra Gilbert Arenas. Viene selezionato par la partita delle stelle anche l'anno successivo, ma un infortunio gli impedisce di partecipare (venne sostituito da Ray Allen).

Il 14 febbraio 2010 viene nuovamente ceduto, questa volta ai Dallas Mavericks, in uno scambio che ha coinvolto altri 6 giocatori. Nel dicembre del 2010 subisce un gravissimo infortunio (rottura del tendine rotuleo del ginocchio destro) che lo costringerà a saltare tutto il resto della stagione compresi i trionfali play-off che si concludono con la vittoria del primo titolo per i texani.

Il 9 dicembre 2011, dopo la fine del lockout NBA, firma un contratto triennale con i Los Angeles Clippers.

Il 10 luglio 2013 viene ceduto insieme a Eric Bledsoe ai Phoenix Suns in uno scambio a 3 squadre. Il 29 agosto viene ceduto ai Milwaukee Bucks in cambio di Ishmael Smith e V'jačeslav Kravcov. Il 27 febbraio 2014 viene tagliato dai Bucks.

Il 1º marzo 2014 firma fino a fine stagione con gli Oklahoma City Thunder.

Il 14 luglio 2014 firma un contratto biennale a 10 milioni di dollari con i Detroit Pistons.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Dallas Mavericks: 2011
2007, 2008

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]