Eric Bledsoe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eric Bledsoe
Eric Bledsoe.jpg
Bledsoe in azione con la maglia dei Los Angeles Clippers
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 185 cm
Peso 86 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Playmaker / Guardia
Squadra Phoenix Suns Phoenix Suns
Carriera
Giovanili

2008-2010
Parker High School
Kentucky Wildcats Kentucky Wildcats
Squadre di club
2010-2013 L. Angeles Clippers L. Angeles Clippers 197
2012 Bakersfield Jam Bakersfield Jam 2 (25)
2013- Phoenix Suns Phoenix Suns 43 (763)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 aprile 2014

Eric Bledsoe (Birmingham, 9 dicembre 1989) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con i Phoenix Suns.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Viene selezionato al draft 2010 con la 18ª scelta assoluta dagli Oklahoma City Thunder, venendo immediatamente ceduto ai Los Angeles Clippers. Nella sua stagione da matricola ha avuto una media di 6,7 punti e 3,6 assist, disputando 25 partite da titolare e venendo inserito nell'NBA All-Rookie Second Team. Nella sua seconda stagione, a causa dell'acquisizione di Chris Paul da parte dei Clippers, ha avuto una media di solo 11 minuti a partita, partendo titolare solo una volta. Durante questa stagione viene assegnato ai Bakersfield Jam, in D-League. Nella sua terza stagione le sue statistiche sono nuovamente aumentate, nonostante fosse ancora la riserva di Paul. Ha inoltre parteciparto allo Slam Dunk Contest.

Il 10 luglio 2013 viene ceduto insieme a Caron Butler ai Phoenix Suns in una trade a tre squadre che ha coinvolto anche i Milwaukee Bucks. Al suo debutto con la nuova maglia ha realizzato 22 punti, 6 rimbalzi e 7 assist nella vittoria per 104-91 contro i Portland Trail Blazers. Nella sua seconda partita ha realizzato il suo primo tiro vittoria contro gli Utah Jazz. Il 19 novembre 2013, durante il riscaldamento prima della partita contro i Sacramento Kings, si è scontrato con il compagno di squadra P. J. Tucker, procurandosi un infortunio allo stinco. Il 13 dicembre 2013 ha realizzato un career-high di 28 punti nella vittoria per 116-107 contro i Sacramento Kings. Il 23 dicembre 2013 realizza la sua prima doppia doppia, mettendo a referto 16 punti e 11 rimbalzi (oltre a 7 assist) nella vittoria per 117-90 contro i Los Angeles Lakers. Nell'ultima partita del 2013, contro i Clippers, ha subito una lesione al menisco, che lo ha costretto a stare fuori per circa due mesi e mezzo. Il 12 marzo 2014 è tornato in campo contro i Cleveland Cavaliers. Due giorni dopo ha fatto il suo ritorno da titolare, realizzando anche 10 rimbalzi contro i Boston Celtics. Il 4 aprile 2014 ha realizzato un nuovo career-high di 30 punti nella vittoria per 109-93 contro i Portland Trail Blazers.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]