Bandiera della Palestina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
علم فلسطين
علم فلسطين
Proporzioni 1:2
Simbolo FIAV Bandiera nazionale e bandiera navale nazionale
Adozione 18 ottobre 1948
Nazione Stato di Palestina

La bandiera palestinese (arabo: علم فلسطين) è stata originariamente progettata da Sharif Hussein per la rivolta araba contro l'Impero ottomano nel 1916. Nel 1917, essa è diventata la bandiera del movimento nazionale arabo. Il 18 ottobre 1948, il Governo di tutta la Palestina ha adottato questa bandiera a Gaza e la Lega araba successivamente l'hanno riconosciuta come la bandiera del popolo palestinese. È stato nuovamente adottato ufficialmente come la bandiera del popolo palestinese da parte della Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) nel 1964. Il 15 novembre 1988, l'OLP ha adottato la bandiera come la bandiera dello Stato di Palestina.

La bandiera è costituita da tre strisce orizzontali pari (nero, bianco e verde da cima a fondo) sovrapposto da un rosso triangolo isoscele sulla sinistra. I colori dovrebbero rispettivamente rappresentare il sangue versato per liberare il paese (rosso), la tristezza e il dolore provato durante il periodo dell'occupazione israeliana (nero), la pace del popolo palestinese prima dell'occupazione (bianco) e infine la terra della Palestina (verde). La bandiera è quasi identica a quella del partito Baath e molto simile alla bandiera del Sahara occidentale, del Sudan e della Giordania; tutti questi traggono la loro ispirazione dalla bandiera della rivolta araba contro il dominio ottomano (1916-1918).

Argomenti correlati[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

vessillologia Portale Vessillologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di vessillologia