Dinaro giordano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Dinaro giordano
Nome locale دينار أردني (AR)
JordanPNew-1Dinar-2002.png
1 dinaro del 2002
Codice ISO 4217 JOD
Stati Giordania, Cisgiordania
Simbolo
Frazioni dirham (1/10), qirsh (o piastra) (1/100), fils (1/1000)
Monete ½, 1 qirsh, 2½, 5, 10 piastre, ¼, ½, 1 dinaro
Banconote 1, 5, 10, 20, 50 dinari
Entità emittente Central Bank of Jordan (www.cbj.gov.jo)
In circolazione dal
Tasso di cambio 1 EUR = 0,928126 JOD (15/09/2012)
Agganciata a dollaro statunitense = 0,709 dinar
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il dinaro giordano (codice ISO 4217 JOD) è la valuta ufficiale della Giordania e dei territori palestinesi. La moneta è divisa in 10 dirham, 100 qirsh (o piastre) 1000 fils.

In Cisgiordania circola accanto al Nuovo siclo israeliano.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima del 1949 la Giordania usava come valuta la sterlina palestinese. Il dinaro fu introdotto alla pari con questa sterlina.

Fino al 1992 le monete avevano il valore espresso in arabo con fils, qirsh, dirham e dinari ma in inglese solo in fils e dinari. Dal 1992 il fils e il dirham non sono più usati nelle scritte in arabo ed in inglese sono usati o il qirsh o le piastre.

Monete[modifica | modifica sorgente]

Le monete in circolazione sono:

  • 5 fil (½ piastre)
  • 10 fil (1 piastre)
  • 25 fil (2½ piastre)
  • 50 fil (5 piastre)
  • 100 fil (10 piastre)
  • ¼ dinar
  • ½ dinar
  • 1 dinar

Banconote[modifica | modifica sorgente]

Nel 1949 furono emesse da parte del governo banconote nei valori da 500 fils, 1, 5 e 10 dinari. Dal 1959, la Central Bank of Jordan divenne l'autorità di emissione. La banconota da 20 dinari fu introdotta nel 1977, seguita da quella da 50 dinari nel 1999. La banconota da ½ dinaro fu sostituita da una moneta nel 1999.

La quarta serie di banconote della Central Bank of Jordan [1]
Valore Dimensioni Colori Fronte Verso Data di stampa Data di emissione Filigrana
1 dinaro 133 × 74 mm giallo e verde Al-Husayn ibn Ali Rivolta Araba 2002
anno dell'Egira 1423
30 marzo 2003
5 dinari 137 × 74 mm rosso-mattone Abdullah bin al-Hussein Ma’an Palace 22 dicembre 2002
10 dinari 141 × 74 mm blu Talal bin Abdullah Edificio del primo parlamento giordano
20 dinari 145 × 74 mm verde Hussein bin Talal Cupola della Roccia 2 febbraio 2003
50 dinari 149 × 74 mm viola e marrone re Abdullah II bin al-Hussein Raghadan Palace

Tasso fisso di cambio[modifica | modifica sorgente]

Dal 23 ottobre 1995 il dinaro ha un tasso di cambio fisso con gli Special Drawing Rights (SDRs) dell'IMF. In pratica ha un rapporto fisso per cui 1 dollaro statunitense = 0,709 il che si traduce in approssimativamente in 1 dinaro = 1,41044 dollari[1][2]. La banca centrale compra i dollari statunitensi a 0,708 dinari e li vende a 0,710[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Exchange Rate Fluctuations, Programme Management Unit
  2. ^ Tables of modern monetary history: Asia
  3. ^ Report of the Working Party on the Accession of the Hashemite Kingdom of Jordan to the World Trade Organization

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Tassi di cambio per JOD
Con Yahoo! Finance: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con XE.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD
(EN) Con OANDA.com: AUD CAD CHF EUR GBP HKD JPY USD

Nota: I tassi di cambio ottenuti da questi siti possono contraddire il tasso fisso di cambio

numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica