Sharif della Mecca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lo Sharif della Mecca (in lingua araba شريف مكة, Sharīf Makkah) o Hejaz (in araboشريف الحجاز, Sharīf al-Ḥiǧāz) fu il titolo assegnato agli antichi governatori di Hejaz e delle città sante della Mecca e di Medina. Il termine sharif significa "nobile" in lingua araba ed è utilizzato per descrivere i discendenti del nipote di Maometto, Al-Hasan ibn Ali.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lo Sharif era incaricato di proteggere la città ed i suoi dintorni e garantire la sicurezza dei pellegrini arrivati per seguire la Hajj. Il titolo è a volte scritto sceriffo o Quaiti, con quest'ultima variante utilizzata, ad esempio da T. E. Lawrence in I sette pilastri della saggezza. L'ufficio politico e giuridico dello sceriffo previsto dalla common law, presente in alcuni paesi britannici, non ha alcun collegamento con questo.

L'ufficio dello shariffato della Mecca risale ap periodo degli Abbassidi. Dal 1201, lo sharifato venne detenuto da un membro del clan Hawashim, da non confondere con il grande clan Banu Hashim dal quale tutti gli sharif sostengono di discendere. I discendenti di questa famiglia hanno continuato a tenere la posizione fino al XX secolo per conto di varie potenze musulmane tra cui gli Ayyubidi e i Mamelucchi. Nel 1517, lo Sharif riconobbe la supremazia del Califfo dell'Impero Ottomano, ma mantenne un alto grado di autonomia locale. Durante l'epoca ottomana, lo shariffato ampliò la propria autorità a nord fino ad inserire Medina, e verso sud fino ai confini dell''Asir, e regolarmente razziò nel Nejd.

Lo sheriffato si è concluso poco dopo il regno di Hussein bin Ali, al governo dal 1908, che si ribellò contro il dominio ottomano durante la Rivolta Araba del 1916. Dopo la caduta dell'Impero Ottomano nel 1918 e la sua dissoluzione nel 1923, Hussein si dichiarò Califfo. I britannici concessero il controllo sugli stati di recente formazione, Iraq e Transgiordania ai suoi figli Faisal e Abdullah. Nel 1924, tuttavia, a fronte di attacchi in crescita da parte di ibn Saud, Hussein abdicò in favore del suo figlio maggiore, Ali bin Hussein, che sarebbe diventato l'ultimo Gran Sharif. Alla fine del 1925, Ibn Saud conquistò la Hejaz e cacciò gli hashemiti. La Dinastia Saudita governò sulla città santa e l'Hajj da quel momento in poi.[1]

Lista degli Sharif della Mecca (967–1925)[modifica | modifica sorgente]

Durante la dinastia fatimida (967-1101)[modifica | modifica sorgente]

Bandiera del regno fatimida di Hejaz
  • Muhammed Abu-Jafar Al-Thalab (La volpe) (967–980)
  • Sharif Essa (980–994)
  • Sharif Abu Al-Futooh (994–1039)
  • Sharif Shukrul-Din (1039–1061)
  • Abul-Hashim ibn Muhammed (1061–1094)
  • Ibn Abul-Hashim Al-Thalab (1094–1101)

Durante la dinastia ayyubida (1201–1254)[modifica | modifica sorgente]

Bandiera ayyubida di Hejaz
  • Qatada ibn Idris al-Alawi al-Hasani (1201–1220): ucciso all'età di 90 anni da suo figlio
  • Ibn Qatada Al-Hashimi (1220–1241): Al-Zahir Baibers re dell'Egitto inviò un principe a Zakat in un'area occupata da beduini
  • Al-Hassan abul-Saad (1241–1254)

Durante il sultanato mamelucco (1254–1517)[modifica | modifica sorgente]

Bandiera mamelucca di Hejaz
  • Muhammed abul-Nubaj (1254–1301): Primo Sharif mamelucco dopo la caduta della dinastia ayyubida
  • Rumaitha Abul-Rada (1301–1346)
  • Aljan Abul-Sarjah (1346–1375)
  • Al-Hassan II (1394–1425)
  • Barakat I (1425–1455)
  • Malik ul-Adil ibn Muhammed ibn Barakat (1455–1497)
  • Barakat II bin Muhammed (Barakat Efendi) (1497–1525): costruì le prime mura di Jeddah per ordine di Al-Ashraf Qansuh al-Ghawri

Durante l'Impero Ottomano (1517–1917)[modifica | modifica sorgente]

Bandiera ottomana di Hejaz
Muhammed bin Abdulmuin, Sharif della Mecca 1827–1851, da una immagine del libro del 1848 di William Francis Lynch.
  • Barakat Efendi (1497–1525): primo Sharif ottomano; Hejaz divenne uno stato ottomano dopo la caduta del Cairo per mano di Sultan Selim I.
  • Muhammed Abul-Nubaj bin Barakat (1525–1583): ricostruì le mura di Jeddah nel 1525 dopo la vittoria sull'Armada portoghese nel mar Rosso
  • Al-Hassan bin Muhammad Abul-Nubaj (1583–1601)
  • Idris bin Al-Hassan (1601–1610)
  • Muhsin bin Hussein (1610–1628)
  • Ahmed bin Talib Al-Hasan (1628–1629)
  • Masud bin Idris (Masut Efendi) (1629–1630)
  • Abdullah bin Hassan (1630–1631)
  • Zeid bin Muhsin (1631–1666)
  • Saad bin Zeid (1666–1667)
  • Muhsin bin Ahmed (1667–1668)
  • Saad bin Zeid (1668–1670)
  • Homud bin Abdullah bin Al-Hasan (1670–1670)
  • Saad bin Zeid (1670–1671)
  • Barakat bin Muhammed (1672–1682)
  • Said bin Barakat (1682–1683)
  • Ibrahim bin Muhammed (1683–1684)
  • Ahmed bin Zeid (1684–1688)
  • Ahmed bin Ghalib (1688–1689)
  • Muhsin bin Ahmed (1689–1691)
  • Said bin Saad (1691–1693)
  • Saad bin Zeid (1693–1694)
  • Abdullah bin Hashim (1694–1694)
  • Saad bin Zeid (1694–1702)
  • Said bin Saad (1702–1704)
  • Abdulmuhsin bin Ahmad (1704–1704)
  • Abdulkarim bin Muhammed (1704–1705)
  • Said bin Saad (1705–1705)
  • Abdulkarim bin Muhammed (1705–1711)
  • Said bin Saad (1711–1717)
  • Abdullah bin Said (1717–1718)
  • Ali bin Said (1718–1718)
  • Yahya bin Barakaat (1718–1719)
  • Mubarak bin Ahmad (1719–1722)
  • Barakaat bin Yahya (1722–1723)
  • Mubarak bin Ahmad (1723–1724)
  • Abdullah bin Said (1724–1731)
  • Muhammed bin Abdullah (1731–1732)
  • Masud bin Said (1732–1733)
  • Muhammed bin Abdullah (1733–1734)
  • Masud bin Said (1734–1759)
  • Jafar bin Said (1759–1760)
  • Musa'ed bin Said (1760–1770)
  • Ahmad bin Said (1770–1770)
  • Abdullah bin Hussein (1770–1773)
  • Surour bin Musa'ed (1773–1788)
  • Abdulmuin bin Musa'ed (1788–1788): nominato da Saud ibn Abdul Aziz ibn Muhammad ibn Saud, primo regnante di Dir'iyyah.
  • Ghalib Efendi bin Musa'ed (1788–1803)
  • Yahya bin Surour (1803–1813): incarcerato a Costantinopoli durante la guerra ottomano-saudita
  • Ghalib Efendi bin Musa'ed (1813–1827)
  • Abdulmutalib bin Ghalib (1827–1827)
  • Muhammed bin Abdulmuin (1827–1851)
  • Abdulmutalib bin Ghalib (1851–1856)
  • Muhammed bin Abdulmuin (1856–1858)
  • Abdullah Kamil Pasha (1858–1877)
  • Hussein bin Muhammed (1877–1880)
  • Abdulmutalib bin Ghalib (1880–1882)
  • Aun Al-Rafiq Pasha (1882–1905)
  • Ali Abdullah Pasha (1905–1908)
  • Hussein bin Ali Pasha (1908–1916) (successivamente re Hussein)
  • Ali Haidar Pasha (1916–1917)
Bandiera del regno di Hejaz

Durante il Regno di Hejaz (1916–1925)[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ibn Saud reign of Hejaz - www.saudinf.com.