Atletica leggera ai Giochi della XI Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ai Giochi della XI Olimpiade di Berlino nel 1936 vennero assegnati 29 titoli in gare di atletica leggera, di cui 23 maschili e 6 femminili

L'atletica leggera ai Giochi della XI Olimpiade di Berlino


  • Durata del programma: dal 2 al 9 agosto
  • Nazioni partecipanti: 44
  • Numero di atleti iscritti: 775, di cui 677 uomini e 98 donne
  • Sede delle gare: Stadio Olimpico di Berlino
  • Entra in vigore il regolamento sulla misurazione del vento, riguardante le gare di velocità ed i salti in estensione
  • Nell'atletica maschile: 6 nuovi record mondiali ed 11 olimpici
  • Nell'atletica femminile: 2 nuovi record mondiali e 3 olimpici

Partecipazione[modifica | modifica sorgente]

A Berlino sono presenti 44 nazioni, il numero più alto raggiunto fino ad allora:

Afghanistan Afghanistan

Argentina Argentina

Australia Australia

Austria Austria

Belgio Belgio

Brasile Brasile

Canada Canada

Cecoslovacchia Cecoslovacchia

Cile Cile

Cina Cina

Colombia Colombia

Cuba Cuba

Danimarca Danimarca

Egitto Egitto

Estonia Estonia

Filippine Filippine

Finlandia Finlandia

Francia Francia

Germania Germania

Giamaica Giamaica

Giappone Giappone (comprende la Corea)

Grecia Grecia

bandiera British Raj

Islanda Islanda

bandiera Italia

Jugoslavia Jugoslavia

Lettonia Lettonia

Liechtenstein Liechtenstein

Lussemburgo Lussemburgo

Malta Malta

Messico Messico

Norvegia Norvegia

Nuova Zelanda Nuova Zelanda

Paesi Bassi Paesi Bassi

Perù Perù

Polonia Polonia

Portogallo Portogallo

Regno Unito Regno Unito

Romania Romania

Stati Uniti Stati Uniti

Sudafrica Sudafrica

Svezia Svezia

Svizzera Svizzera

Ungheria Ungheria

Rispetto a Los Angeles 1932 si contano, nell'atletica leggera:

  • 6 nuove partecipazioni assolute: Afghanistan, Giamaica, Islanda, Liechtenstein, Malta e Perù;
  • 6 ritorni dopo assenze di 4 anni: Belgio, Cile, Lussemburgo, Romania; o 8 anni: Bulgaria ed Egitto;
  • 1 assenza rispetto a Los Angeles: Haiti.

Inoltre:

  • 4 Paesi mancano da Amsterdam 1928: Cuba, Lituania, Monaco, Spagna (a causa della guerra civile) e Turchia;
  • La federazione di atletica dell'Irlanda non è più riconosciuta dalla IAAF.

Il punto tecnico[modifica | modifica sorgente]

I dispositivi elettronici di rilevamento dei tempi non sono ancora utilizzati in Europa. A Berlino ritorna il cronometraggio manuale, in decimi. Però si fa un passo avanti: per la prima volta sono ufficializzati tutti i tempi rilevati.

I blocchi di partenza non sono ancora apparsi sul vecchio continente; sono usati solo negli USA. Non riconosciuti dall'IAAF, verranno ammessi due anni dopo i Giochi, nel 1938.

Entra in vigore in questa edizione delle Olimpiadi il regolamento sulla misurazione del vento. Nelle gare di corsa fino a 200 metri e nei salti in estensione, il limite massimo di vento a favore viene fissato a 2 metri al secondo. La norma, però non viene applicata correttamente: alcuni tempi ottenuti con vento superiore ai 2 metri vengono omologati, altri no.

Omologazione
  • 80 ostacoli femminili: il record mondiale di Ondina Valla (11"6) viene omologato nonostante il vento sia +2,8;
Mancata omologazione
  • 100 metri maschili. Nei quarti di finale James C. Owens ferma i cronometri su 10"2; ma il record non viene omologato perché il vento è +2,3.
Caso particolare

L'eccezionale 20"7 di James C. Owens sui 200 metri è viziato da vento irregolare, ma viene ugualmente omologato come record olimpico. Non viene invece riconosciuto come record del mondo perché a quel tempo il libro dei record accoglie anche i risultati delle 220 yarde (201,2 metri) in rettilineo, dove il primato è già vicino ai 20" netti.

Nel 1951 l'IAAF deciderà finalmente di fare una distinzione tra distanza con curva e gara in rettilineo e inizierà a compilare due liste dei record separate. Per quanto riguarda i 200 metri con curva, la lista parte dal 1914 (21"1). Il tempo di Owens, pur omologato a suo tempo come record olimpico, non entrerà nella lista dei record mondiali.

Cambia il regolamento nelle gare ad ostacoli: vengono introdotti i moderni ostacoli a "L", che cadono in avanti se vengono urtati. Inoltre i record vengono riconosciuti e omologati anche se l'atleta ne abbatte qualcuno.

Entra in vigore la nuova tabella di punteggio del decathlon, elaborata in Finlandia come la precedente ed approvata nel 1934 e che durerà fino al 1951 compreso.

Risultati delle gare[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Atletica leggera maschile ai Giochi della XI Olimpiade e Atletica leggera femminile ai Giochi della XI Olimpiade.

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Posizione Paese Gold medal.svg Silver medal.svg Bronze medal.svg Totale
1 Stati Uniti Stati Uniti d'America 14 7 4 25
2 Germania Germania 5 4 7 16
3 Finlandia Finlandia 3 5 2 10
4 Gran Bretagna Gran Bretagna 2 5 0 7
5 Giappone Giappone 2 2 3 7
6 Italia Italia 1 2 2 5
7 Ungheria Ungheria 1 0 0 1
Nuova Zelanda Nuova Zelanda 1 0 0 1
9 Polonia Polonia 0 2 1 3
10 Canada Canada 0 1 3 4
11 Svizzera Svizzera 0 1 0 1
12 Paesi Bassi Paesi Bassi 0 0 2 2
Svezia Svezia 0 0 2 2
14 Australia Australia 0 0 1 1
Lettonia Lettonia 0 0 1 1
Filippine Filippine 0 0 1 1
Totale 29 29 29 87