Atletica leggera ai Giochi della XVIII Olimpiade

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ai Giochi della XVIII Olimpiade di Tokyo nel 1964 vennero assegnati 36 titoli in gare di atletica leggera, di cui 24 maschili e 12 femminili.

L'atletica leggera ai Giochi della XVIII Olimpiade di Tokyo


  • Durata del programma: dal 14 al 21 ottobre
  • Nazioni partecipanti: 82
  • Numero di atleti iscritti: 1016, di cui 781 uomini e 235 donne
  • Sede delle gare: Stadio Nazionale di Tokyo
  • Per la prima volta le gare si disputano in una pista ad 8 corsie
  • Programma femminile: vengono introdotti 400 metri piani e pentathlon
  • Nell'atletica maschile: 3 nuovi record mondiali, 13 nuovi record olimpici
  • Nell'atletica femminile: 6 nuovi record mondiali, 6 nuovi record olimpici

Partecipazione[modifica | modifica sorgente]

Il CIO ritira l'invito al Sudafrica, paese dove vige il regime di segregazione razziale chiamato apartheid. Il Sudafrica ritornerà nella famiglia olimpica a partire dal 1992.

A Tokyo sono presenti 81 squadre nazionali[1], il numero più alto raggiunto finora:

Argentina Argentina

Australia Australia

Austria Austria

Bahamas Bahamas

Belgio Belgio

bandiera Birmania

Brasile Brasile

Bulgaria Bulgaria

Camerun Camerun

Canada Canada

Cecoslovacchia Cecoslovacchia

Ceylon Ceylon

Ciad Ciad

Cile Cile

Colombia Colombia

Corea del Sud Corea del Sud

Costa d'Avorio Costa d'Avorio

Cuba Cuba

Danimarca Danimarca

Rep. Araba Unita Rep. Araba Unita

Etiopia Etiopia

Filippine Filippine

Finlandia Finlandia

Francia Francia

Squadra Unificata Tedesca Squadra Unificata Tedesca

Ghana Ghana

Giamaica Giamaica

Giappone Giappone

Grecia Grecia

Hong Kong Hong Kong

India India

Iran Iran

Iraq Iraq

Irlanda Irlanda

Islanda Islanda

Israele Israele

Italia Italia

Jugoslavia Jugoslavia

Kenya Kenya

Liberia Liberia

Liechtenstein Liechtenstein

Lussemburgo Lussemburgo

Madagascar Madagascar

Malesia Malesia

Mali Mali

Marocco Marocco

Messico Messico

Mongolia Mongolia

Nepal Nepal

Nigeria Nigeria

Norvegia Norvegia

Nuova Zelanda Nuova Zelanda

Paesi Bassi Paesi Bassi

Pakistan Pakistan

Panamá Panamá

Perù Perù

Polonia Polonia

Portogallo Portogallo

Porto Rico Porto Rico

Regno Unito Regno Unito

Rep. del Congo Rep. del Congo

Rep. Dominicana Rep. Dominicana

bandiera Rhodesia

Romania Romania

Senegal Senegal

Spagna Spagna

Stati Uniti Stati Uniti

Svezia Svezia

Svizzera Svizzera

Tanzania Tanzania

Thailandia Thailandia

Trinidad e Tobago Trinidad e Tobago

Turchia Turchia

Ungheria Ungheria

URSS URSS

Uruguay Uruguay

Venezuela Venezuela

bandiera Vietnam del Sud

Zambia Zambia

È la prima partecipazione assoluta nell'atletica leggera per:

  • 3 stati sovrani: Mongolia, Nepal e Repubblica Dominicana,
  • 1 colonia britannica: Hong Kong.

Ma, soprattutto, a Tokyo appaiono sul palcoscenico olimpico gli stati africani di recente indipendenza: Congo, Ciad, Costa d'Avorio, Camerun, Madagascar, Mali, Senegal, Tanzania e Zambia.

Giamaica e Trinidad e Tobago hanno ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito e possono gareggiare con la propria bandiera[2]

Ritornano: Colombia, Perù, Singapore e Vietnam.

Rinunciano: Afghanistan, Egitto, Isole Figi, Guyana britannica, Indonesia, Libano, Sudan e Uruguay.

Il punto tecnico[modifica | modifica sorgente]

Ai Giochi viene utilizzato per la prima volta un sistema di cronometraggio elettrico completamente automatico, avviato mediante un timer azionato dalla pistola dello starter, che si arresta al momento del passaggio dei concorrenti sulla linea di arrivo, istante che viene registrato dal fotofinish.

Il risultato finale viene ancora ufficializzato al decimo di secondo.

Non ci sono ancora norme che stabiliscano che la pista olimpica debba avere un minimo di otto corsie, comunque viene stabilito che tutte le corsie debbano essere utilizzate, almeno nelle finali. La pista di Tokyo ha otto corsie, pertanto i finalisti di tutte le gare disputate in corsia sono otto.

Il fondo della pista, anche nella presente edizione, è in materiale friabile; sarà questa l'ultima volta per un'Olimpiade.

Entra in vigore la nuova tabella di punteggio del decathlon, sempre di elaborazione svedese.

Risultati delle gare[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Atletica leggera maschile ai Giochi della XVIII Olimpiade e Atletica leggera femminile ai Giochi della XVIII Olimpiade.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le statistiche ufficiali tengono conto del fatto che Germania Est e Germania Ovest sono due stati sovrani, quindi contano 82 nazioni presenti.
  2. ^ A Roma facevano parte della squadra delle Indie Occidentali Britanniche.