You Want It You Got It

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
You Want It You Got It
ArtistaBryan Adams
Tipo albumStudio
Pubblicazione1981
Durata38:33
Dischi1
Tracce10
GenereRock
EtichettaA&M
ProduttoreBryan Adams, Bob Clearmountain
Registrazione1981
FormatiCD, Vinile
Certificazioni
Dischi d'oroCanada Canada[1]
(vendite: 50 000+)
Bryan Adams - cronologia
Album precedente
(1980)
Album successivo
(1983)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
The Rolling Stone Album Guide 2/5 stelle[2]

You Want You Got It è il secondo album di Bryan Adams, prodotto dallo stesso Adams e Bob Clearmountain ed è stato pubblicato nel 1981.[3] Questo è stato l'album che ha istituito il suono che Adams ha conservato tutta la sua carriera discografica. A differenza del primo album in cui Adams e Jim Vallance stessi hanno suonato la maggior parte degli strumenti, You Want It You Got It è stato registrato dal vivo in studio. È stato registrato e mixato a New York nel corso di un periodo di due settimane durante la primavera del 1981.

L'album in origine doveva essere intitolato "Bryan Adams Hasn't Heard Of You Either" (a causa della indifferenza critica per il suo primo album), ma il senso dell'umorismo di Adams non è stato preso in considerazione della casa discografica, che hanno optato per il titolo più sicuro.[3]

Negli anni successivi, molte delle canzoni sono state registrate da altri artisti. Gli esempi includono "Lonely Nights" dai Uriah Heep[4], "Jealousy" dai Prism, "Tonight" da Randy Meisner[5] e "Fits Ya Good" da Tove Naess[6], tra gli altri.

(EN)

« While our song-writing skills had improved considerably since Bryan's first album two years earlier, it's the addition of producer Bob Clearmountain that really made the difference on "You Want It You Got It". Bob also set a higher standard by hiring a number of seasoned New York session musicians, several of whom would continue working with Bryan for decades. The combination of Bob's production skills and the musicians' expertise gave "You Want It, You Got It" significantly more punch than Bryan's previous album. More importantly, Adams had "found" his voice. Gone were the effeminate affectations of his "Sweeney Todd" days. He was now delivering the throaty vocal style that would become his trademark. »

(IT)

« Mentre la nostra capacità di scrivere canzoni erano in netto miglioramento dal primo album di Bryan due anni prima, è l'aggiunta del produttore Bob Clearmountain che ha fatto la differenza su "You Want It You Got It". Bob ha impostato anche un livello superiore con l'assunzione di un certo numero di esperti musicisti di New York, molti dei quali avrebbero continuato a lavorare con Bryan per decenni.La combinazione di abilità di produzione di Bob e l'esperienza dei musicisti hanno dato a "You Want It, You Got It" un significante miglioramento rispetto all'album precedente di Bryan.Ancora più importante, Adams ha "trovato" la sua voce. Erano finite le affettazione effeminato del periodo degli "Sweeney Todd". Ora stava trasportando il suo stile vocale gutturale che sarebbe diventato il suo marchio di fabbrica. »

(Jim Vallance[3])

You Want It You Got It Tour[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: You Want It You Got It Tour.

È il tour musicale di Bryan Adams a supporto del suo album You Want It You Got It.[7] Il tour inizia da Toronto nell'ottobre 1981, per proseguire nel 1982 interamente in Canada e negli U.S.A., per alcune date svolge concerti assieme alla rock band canadese Loverboy.[7]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Lonely Nights – 3:46 (Adams, Vallance[4])
  2. One Good Reason – 4:22 (Adams, Vallance[8])
  3. Don't Look Now – 3:06 (Adams, Vallance[9])
  4. Coming Home – 3:34 (Adams, Vallance[10])
  5. Fits Ya Good – 4:35 (Adams, Vallance[6])
  6. Jealousy – 3:49 (Adams)
  7. Tonight – 3:58 (Adams, Vallance)
  8. You Want It, You Got It – 3:49 (Adams, Vallance[11])
  9. Last Chance – 3:17 (Adams, Vallance[12])
  10. No One Makes It Right – 3:17 (Adams)

Personale & Collaboratori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gold Platinum Database - You Want It You Got It, Music Canada. URL consultato il 7 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Nathan Christian Hoard, The Rolling Stone Album Guide, New York City, New York, Simon and Schuster, 2004, p. 6, ISBN 0-7432-0169-8.
  3. ^ a b c (EN) Bryan Adams - You Want It You Got It, jimvallance.com. URL consultato il 9 aprile 2015.
  4. ^ a b (EN) Jim Vallance, Bryan Adams -Lonely Nights, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 21 gennaio 2016).
  5. ^ (EN) Bryan Adams - Tonight, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  6. ^ a b (EN) Jim Vallance, Bryan Adams - Fits Ya Good, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2015).
  7. ^ a b La vita di Bryan adams, skolarbete.nu. URL consultato il 28 settembre 2014.
  8. ^ (EN) Jim Vallance, Bryan Adams -One Good Reason, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  9. ^ (EN) Jim Vallance, Bryan Adams - Don't Look Now, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  10. ^ (EN) Jim Vallance, Bryan Adams - Comin' Home, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 3 aprile 2015).
  11. ^ (EN) Bryan Adams - You Want It You Got It, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015.
  12. ^ (EN) Jim Vallance, Bryan Adams - Last Chance, jimvallance.com. URL consultato il 7 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock