All for Love

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
All for Love
Stewart & Adams & Sting.jpg
I tre artisti nel video del brano (da sinistra): Rod Stewart, Bryan Adams e Sting
Artista Bryan Adams, Rod Stewart, Sting
Tipo album Singolo
Pubblicazione 16 novembre 1993
Durata 4:46
Genere Pop rock
Soft rock
Etichetta A&M
Produttore Chris Thomas
Bryan Adams
David Nicholas
Registrazione 1993
Formati CD, 7", MC
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 200 000+)
Dischi d'oro Austria Austria[2]
(vendite: 30 000+)

Germania Germania[3]
(vendite: 250 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda[4]
(vendite: 7 500+)

Svezia Svezia[5]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platino Australia Australia[6]
(vendite: 70 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[7]
(vendite: 1 000 000+)
Bryan Adams - cronologia
Singolo precedente
(1993)
Rod Stewart - cronologia
Singolo precedente
People Get Ready
(1993)
Singolo successivo
Having a Party
(1993)
Sting - cronologia
Singolo precedente
(1993)
Singolo successivo
Nothing 'Bout Me
(1993)

All for Love è un singolo registrato da Bryan Adams, Rod Stewart e Sting,[8] composto come colonna sonora del film I Tre Moschettieri nel 1993. Gli autori della canzone sono Bryan Adams, Robert John "Mutt" Lange e Michael Kamen, lo stesso trio di autori che aveva composto due anni prima il singolo di enorme successo (Everything I Do) I Do It for You, anch'esso utilizzato per la colonna sonora di un film (in quel caso si trattava di Robin Hood - Principe dei ladri).

All for Love ha raggiunto la prima posizione della Billboard Hot 100 il 22 gennaio 1994, rimanendovi per tre settimane e diventando una delle hit di maggior successo dell'anno negli Stati Uniti.[9] Il singolo ha conquistato la prima posizione anche in Canada, Australia, Germania, Italia, Svezia, Giappone e ha ottenuto ottimi riscontri in diversi altri paesi. È stato certificato disco di platino dalla RIAA per le vendite di oltre un milione di copie nei soli Stati Uniti.[7]

La canzone è anche disponibile in due raccolte di Bryan Adams: The Best of Me e Anthology 1980-2005 (disco 2).

Contesto e scrittura[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo della canzone è ispirato al motto dei moschettieri: "tutti per uno, uno per tutti" (in inglese "All for one, and one for all").

Contenuto[modifica | modifica wikitesto]

Lo stile della canzone è stato fortemente influenzato dalla musica rock e pop degli anni '80. I testi fanno riferimento all'amore e all'amicizia.

Bryan Adams ha affermato in un'intervista che il trio voleva accreditarsi sotto le iniziali di "Adams, Stewart, Sting", ma la casa discografica respinse l'idea.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD-Maxi A&M 580 477-2
  1. All For Love – 4:46
  2. Straight from the Heart (live) – 3:34 – Bryan Adams
  3. If Only – 4:58 – Rod Stewart
  4. Love Is Stonger Than Justice (The Munificent Seven) (live) – 6:57 – Sting
7" Single A&M 580 476-7
  1. All For Love – 4:46
  2. All for Love (strumentale) – 4:46
MC A&M 580 476-4
  1. All For Love – 4:46
  2. All for Love (strumentale) – 4:46

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
Australia[31] 10
Austria[32] 3
Belgio (Fiandre)[33] 18
Canada[34] 1
Germania[35] 9
Italia[21] 9
Nuova Zelanda[36] 42
Paesi Bassi[37] 29
Stati Uniti[38] 8
Svezia[39] 2
Svizzera [40] 7

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Stati Uniti[41] 69

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "All for Love" in "Keywords", dunque premere "Search".
  2. ^ Gold & Platin, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 29 gennaio 2015. Inserire All for Love nel campo "Titel", quindi premere "Suchen".
  3. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  4. ^ Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  5. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF) su IFPI Sweden, p. 13. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  6. ^ (EN) ARIA Accreditations (1987-2010), ARIA Charts. URL consultato il 7 marzo 2011.
  7. ^ a b (EN) Gold & Platinum Searchable Database – All for Love, RIAA.
  8. ^ POP/ROCK Hoping Three's a Hit: Three pop musketeers have... in Los Angeles Times. URL consultato il 22 novembre 2010.
  9. ^ The Billboard Book of Number One hits (fifth edition)
  10. ^ (EN) Australian Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su australiancharts.com.
  11. ^ (DE) Austrian Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su austriancharts.at.
  12. ^ (NL) Ultratop – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su ultratop.be.
  13. ^ (EN) Top Singles - Volume 58, No. 26, January 17 1994 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  14. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Denmark, Billboard, 5 febbraio 1994, p. 43. URL consultato il 1º dicembre 2010.
  15. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart Hot 100, Billboard, 5 febbraio 1994, p. 43. URL consultato il 1º dicembre 2010.
  16. ^ (FI) Jake Nyman, Suomi soi 4: Suuri suomalainen listakirja, 1ª ed., Helsinki, Tammi, 2005, ISBN 951-31-2503-3.
  17. ^ (FR) French Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su lescharts.com.
  18. ^ (DE) German Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su offiziellecharts.de.
  19. ^ a b (JA) Japan #1 IMPORT DISKS by Oricon Hot Singles, Oricon. URL consultato il 26 maggio 2014.
  20. ^ (EN) The Irish Charts - Search the charts: All for Love, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 16 novembre 2013.
  21. ^ a b I singoli più venduti del 1994, Hit Parade Italia. URL consultato il 16 novembre 2014.
  22. ^ (EN) Norwegian Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su norwegiancharts.com.
  23. ^ (EN) New Zealand Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su charts.org.nz.
  24. ^ (NL) Dutch Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su dutchcharts.nl.
  25. ^ (EN) Chart Archive – Bryan Adams, Rod Stewart And Sting – All for Love, Chart Stats.
  26. ^ Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spain, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  27. ^ a b c (EN) Nielsen Business Media, Bryan Adams > Album & Song Chart History > Billboard 200, Billboard. URL consultato il 12 settembre 2011.
  28. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - South Africa, Billboard, 21 maggio 1994, p. 42. URL consultato il 1º dicembre 2010.
  29. ^ (EN) Swedish Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su swedishcharts.com.
  30. ^ Swiss Charts – Bryan Adams, Rod Stewart, Sting – All for Love su hitparade.chlingua=de.
  31. ^ ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Singles 1994, ARIA Charts. URL consultato il 16 giugno 2014.
  32. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1994, Austriancharts.at. URL consultato il 26 maggio 2014.
  33. ^ (NL) Jaaroverzichten 1994 su Ultratop.be/nl, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch.. URL consultato il 29 novembre 2013.
  34. ^ (EN) Top Singles - Volume 60, No. 21, December 12 1994 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  35. ^ (DE) Single – Jahrescharts 1994 su offiziellecharts.de. URL consultato il 24 giugno 2014.
  36. ^ (EN) Top Selling Singles of 1994, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 13 novembre 2014 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2015).
  37. ^ (NL) Jaaroverzichten 1994 su dutchcharts.nl. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  38. ^ Billboard Top 100 - 1994. URL consultato il 27 agosto 2012.
  39. ^ www.sverigetopplistan.se - Årslista Singlar - År 1994
  40. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1994 su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  41. ^ Geoff Mayfield, 1999 The Year in Music Totally '90s: Diary of a Decade - The listing of Top Pop Albums of the '90s & Hot 100 Singles of the '90s, Billboard, 25 dicembre 1999. URL consultato il 15 ottobre 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]