Verghereto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Verghereto (disambigua).
Verghereto
comune
Verghereto – Stemma Verghereto – Bandiera
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Forlì-Cesena-Stemma.png Forlì-Cesena
Amministrazione
SindacoEnrico Salvi (centro-destra) dal 1-6-2015
Territorio
Coordinate43°48′N 11°58′E / 43.8°N 11.966667°E43.8; 11.966667 (Verghereto)Coordinate: 43°48′N 11°58′E / 43.8°N 11.966667°E43.8; 11.966667 (Verghereto)
Altitudine812 m s.l.m.
Superficie117,9 km²
Abitanti1 784[1] (31-12-2019)
Densità15,13 ab./km²
FrazioniVedi elenco
Comuni confinantiBadia Tedalda, Bagno di Romagna, Casteldelci, Chiusi della Verna, Pieve Santo Stefano, Sant'Agata Feltria, Sarsina
Altre informazioni
Cod. postale47028
Prefisso0543
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT040050
Cod. catastaleL764
TargaFC
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Nome abitantivergheretini
Patronosan Michele Arcangelo
Giorno festivo29 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Verghereto
Verghereto
Verghereto – Mappa
Posizione del comune di Verghereto nella provincia di Forlì-Cesena
Sito istituzionale

Verghereto (Vargaréd in romagnolo, Vergheréto o raramente "Vergaréto" in toscano) è un comune italiano di 1 784 abitanti della provincia di Forlì-Cesena a circa 60 km da Cesena. Fino al 1923 faceva parte della provincia di Firenze in Toscana e della storica Romagna toscana.

Nel territorio del comune si trovano la vetta del monte Fumaiolo e la sorgente del Tevere.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Posto ai confini tra Emilia-Romagna e Toscana e fino al 2009 anche con le Marche, è un comune montano dell'Appennino Tosco-Romagnolo, nei pressi del Monte Fumaiolo (1408 s.l.m.), la vetta più alta dell'Appennino cesenate. Dalle sue pendici nascono i fiumi Tevere, Savio e Marecchia. Alfero è la frazione più popolata del comune, con circa 1000 abitanti, nonché rinomata stazione turistica posta a circa 750 metri sul livello del mare. [3] La località è posta in una conca, dominata dai massicci del Comero e del Fumaiolo e solcata dalle acque del torrente Alferello, che forma poco lontano dal centro abitato la Cascata dell’Alferello. Ad Alfero si trova anche il Castagneto più vasto della Romagna.[4] Le sorgenti del Tevere si trovano nei pressi della frazione Balze, borgo posto alle pendici del Fumaiolo ad un'altitudine di 1.090 metri sul livello del mare, stazione turistico-climatica, uno dei pochissimi centri abitati dell'Emilia Romagna situati oltre lo spartiacque Adriatico (fa parte del bacino del Tevere, che sfocia nel Mar Tirreno).

Nel territorio comunale è presente una rete di sentieri da percorrere a piedi o in mountain bike nel periodo estivo, mentre in quello invernale si può usufruire di un impianto di risalita che serve tre piste da discesa. È presente anche un anello di 5 km per gli amanti del fondo.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la stazione meteorologica di Verghereto il clima è tipico delle località montane dell'Appennino: estati relativamente corte e fresche con temperature fortemente mitigate dall'altitudine, e inverni relativamente lunghi e rigidi accompagnati da estese nevicate anche abbondanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le prime notizie storiche certe riguardano il periodo medievale quando, attorno ad un monastero (ora disperso) fondato da San Romualdo, nacque il primo centro abitato stabile.

Intorno al 1400 il nucleo fu fortificato e conteso da alcune famiglie locali anche per la sua posizione dominante e di controllo sulle vallate sottostanti. Nel 1405 gran parte dell'attuale circoscrizione comunale fu annessa alla Repubblica fiorentina costituendo la Podesteria più antica della Valle del Savio.

Restò sotto l'influenza di Firenze fino al 1923 quando, per volontà di Benito Mussolini, questa parte di Romagna Toscana fu annessa alla provincia di Forlì.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'oro al Merito Civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'oro al Merito Civile
«Ritenuto nascondiglio dei partigiani, durante l'ultimo conflitto mondiale fu oggetto della ferocia e cieca rappresaglia di Fascisti e dei Tedeschi che trucidarono sessantaquattro suoi cittadini, in maggioranza anziani, donne e bambini, distrussero l'intero centro abitato, causando un gran numero di feriti.»
— Tavolicci di Verghereto (FC), 22 luglio 1944

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 96 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Romania 32 1,62%

Religione[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune di Verghereto è presente una parrocchia, facente parte della diocesi di Cesena-Sarsina. Sul monte Fumaiolo si trova l'eremo di Sant'Alberico († 1050). La data di fondazione è incerta.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Frazioni[modifica | modifica wikitesto]

In base allo statuto comunale le frazioni ufficiali sono quattro; ciascuna comprende vari nuclei abitativi[6]:

  • Alfero
    • Riofreddo, Mazzi, Corneto, Pereto, Villa di Corneto, Tavolicci, Donicilio, Trappola, Pastorale, Para, Renicci, Castelpriore, Tre Cavoli, Nasseto, Castellane
  • Verghereto (il capoluogo)
    • Sant'Alessio, Montione, La Strada, Ronco dell'Asino
  • Balze
    • Falera, Capanna, Colorio, Ceregiacoli, Velle
  • Montecoronaro
    • Ville di Montecoronaro, Piantrebbio

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
15 luglio 1985 31 maggio 1990 Ido Bragagni Democrazia Cristiana Sindaco [7]
31 maggio 1990 24 aprile 1995 Enrico Salvi Democrazia Cristiana Sindaco [7]
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Romano Giovannetti lista civica Sindaco [7]
14 giugno 1999 6 dicembre 1999 Ido Bragagni centro-destra Sindaco [7]
17 aprile 2000 5 aprile 2005 Fedele Camillini centro-destra Sindaco [7]
5 aprile 2005 30 marzo 2010 Fedele Camillini centro-destra Sindaco [7]
30 marzo 2010 31 maggio 2015 Guido Guidi lista civica Sindaco [7]
31 maggio 2015 in carica Enrico Salvi lista civica di centro-destra Sindaco [7]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2019.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Alfero - Località - Sito di Informazione Turistica Valle del Savio, su www.fumaioloturismo.it. URL consultato il 4 aprile 2021.
  4. ^ Romagna Republic, Sagra della Castagna di Alfero 2020, su Romagna Republic, 2 ottobre 2020. URL consultato il 4 aprile 2021.
  5. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  6. ^ Statuto e Regolamenti, su Comune di Verghereto. URL consultato il 4 aprile 2021.
  7. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN243227582 · GND (DE7624878-1
Romagna Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna