Valle del Savio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valle del Savio
StatiItalia Italia
RegioniEmilia-Romagna Emilia-Romagna,
ProvinceForlì-Cesena Forlì-Cesena, Ravenna Ravenna
FiumeSavio

La valle del Savio è la valle formata dal fiume omonimo, che scorre in Emilia-Romagna.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La valle si estende per oltre 120 km, quasi interamente in provincia di Forlì-Cesena, eccetto un brevissimo tratto in Provincia di Rimini nel comune di Sant'Agata Feltria e gli ultimi 15 km circa che si trovano in provincia di Ravenna, nella parte estrema sudorientale del delta del Po. A monte, la valle comincia alle pendici del Monte Fumaiolo (1407 m) nell'Appennino tosco-romagnolo, dove si trova, da un lato, le sorgenti del Savio e dall'altro quelle del Tevere.

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

A monte, da un lato, la catena montuosa che separa la valle del Savio dalla valle del Marecchia presenta lo stesso tipo argilla scagliosa di colore grigio latteo, mentre la catena che la separa della valle del Bidente è un terreno marnoso di colore marrone chiaro.

Principali località[modifica | modifica wikitesto]

Verghereto, Bagno di Romagna, San Piero in Bagno, Quarto, Sarsina, Mercato Saraceno, Borello, Cesena, Castiglione (di Cervia e di Ravenna), Savio (di Cervia e di Ravenna), Lido di Classe e Lido di Savio.

Rete stradale[modifica | modifica wikitesto]

  • La SS71 ("Umbro-Casentinese-Romagnola") che conduce da Ravenna a Bagno di Romagna, curva a lato di collina lungo il fiume[non chiaro]. Quindi, la SS3 bis ("Tiberina") che continua in direzione di Perugia. Queste due antiche strade attraversano tutte le località: il tracciato è molto sinuoso e sono usate prevalentemente dal traffico locale.
  • La E45 ("Ravenna-Orte") permette di percorrere la valle molto più rapidamente grazie ai numerosi viadotti, molti dei quali realizzati al centro della valle, praticamente sopra il fiume. Le distanze dall'uscita "Cesena-nord" dell'autostrada A14 sono le seguenti: Marcato Saraceno (25 km), Sarsina (33 km), Bagno di Romagna (52 km) e Verghereto (60 km o 82 km per la strada normale). Il primo lotto dell'E45, per quanto concerne la valle del Savio, fu costruito nel 1963 e collegava Cesena e Borello.

La natura[modifica | modifica wikitesto]

I centri della valle[modifica | modifica wikitesto]

  • Verghereto, (812 m), villaggio medioevale, ricco di storia e di monumenti. Importanti feste nel mese d'agosto.
  • Bagno di Romagna, (491 m), città di riposo e di cure termali.
  • San Piero in Bagno, a 3 km di Bagno di Romagna, luogo di villeggiatura immerso in una natura verde.
  • Sarsina, a 22 km da Bagno di Romagna, è una delle città più ricche di storia della Romagna. Numerosi musei.
  • Mercato Saraceno, centro abitato di origine medievale;
  • Cesena: la Rocca, il centro storico, la Biblioteca Malatestiana, etc.;
  • Le saline di Cervia;
  • Le stazioni balneari del comune di Cervia.

I laghi[modifica | modifica wikitesto]

Lago di Acquapartita
  • Lago di Quarto, formato sul corso del Savio a 5 km di Sarsina, il lago si divide in tre rami, alimentato da diversi torrenti, fra cui il principale è il Para.
  • Lago di Acquapartita, (760 m), a 8 km di Bagno di Romagna, luogo di riposo e di pesca sportiva.
Lago Pontini
  • Lago Lungo e lago Pontini. Il 15 febbraio 1855 da San Cataldo, versante nord-ovest del monte Conero, si distaccò un enorme masso roccioso che, franando, distrusse una cinquantina di abitazioni e raggiunse il Savio sbarrandone totalmente il corso. La frana, bloccando alcuni ruscelli, originò il lago dei Pontini e il lago Lungo, che oggi sono deliziosi specchi d'acqua circondati da una natura lussureggiante. Oltre alla pesca sportiva, offrono luoghi di ristoro, aree per pic-nic e sentieri per passeggiate tra i castagneti.

Necropoli[modifica | modifica wikitesto]

Quando i romani conquistarono Sarsina, scelsero come luogo della necropoli la valle dove scorre il fiume. Con il passare degli anni la necropoli fu ricoperta dal fiume, ma nella seconda metà del XX secolo ha iniziato a riemergere. I reperti sono stati classificati ed oggi sono visibili nel museo archeologico di Sarsina.

Industrie[modifica | modifica wikitesto]

  • Turismo su tutta la valle, dal turismo di montagna al turismo balneare.
  • Allevamenti di pollame e suino nell'alta valle.
  • Frutticolture nella valle bassa (a partire di Borello).
  • Artigianato e centri commerciali attorno a Cesena, e tra la via Emilia, E45 e l'autostrada A14.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Romagna Portale Romagna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Romagna