Casteldelci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Casteldelci
comune
Casteldelci – Stemma Casteldelci – Bandiera
Casteldelci – Veduta
Localizzazione
Stato  Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Rimini-Stemma.svg Rimini
Amministrazione
SindacoFabiano Tonielli (lista civica Noi per Casteldelci) dal 27-5-2019
Territorio
Coordinate43°47′28.57″N 12°09′18.65″E / 43.791269°N 12.155181°E43.791269; 12.155181 (Casteldelci)
Altitudine618 m s.l.m.
Superficie49,68 km²
Abitanti371[1] (31-10-2021)
Densità7,47 ab./km²
FrazioniBoscagnone, Cabatarcio, Casantino, Fragheto, Gattara, Giardiniera, Mercato, Poggio Ancisa, Senatello, Viapiana, Ville di Fragheto
Comuni confinantiBadia Tedalda (AR), Sestino (AR), Pennabilli, Sant'Agata Feltria, Verghereto (FC)
Altre informazioni
Cod. postale47861
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099021
Cod. catastaleC080
TargaRN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[2]
Cl. climaticazona E, 2 572 GG[3]
Nome abitanticastellani
Patronosan Martino
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casteldelci
Casteldelci
Casteldelci – Mappa
Posizione del comune di Casteldelci all'interno della provincia di Rimini
Sito istituzionale

Casteldelci (Castèl in romagnolo[4]) è un comune italiano di 371 abitanti[1] della provincia di Rimini in Emilia-Romagna.

È il comune più occidentale della provincia di Rimini, e il più meridionale della stessa provincia e dell'intera regione Emilia-Romagna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Menzionato già in documenti del sec. XII, fu sotto la giurisdizione dei vescovi di Montefeltro e poi del rettore della Massa Trabaria. La tradizione vuole che in questo piccolo borgo, intorno al 1250, abbia avuto i natali il capitano di ventura Uguccione della Faggiola, uno dei protagonisti della vita politica e militare del Medioevo. Passò quindi ai Della Faggiuola fino al sec. XV, poi a Nicolò dei Prefetti di Vico, per diventare dominio dal 1438 di Guidantonio da Montefeltro. Appartenne per alcuni anni a Cesare Borgia, poi a Lorenzo De' Medici e a Urbino, di cui seguì le vicende storiche.[5]

Nel 1944, nella frazione Fragheto, come rappresaglia per un attacco subito dai partigiani, un reparto tedesco trucidò 30 abitanti e 15 partigiani precedentemente catturati noto come l'eccidio di Fragheto[6].

Nell'Italia unita il comune è appartenuto alle Marche (provincia di Pesaro e Urbino) fino al 15 agosto 2009, quando ne è stato distaccato congiuntamente ad altri sei comuni dell'Alta Valmarecchia in attuazione dell'esito di un referendum svolto il 17 e 18 dicembre 2006.[7]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«Piccolo centro, durante l'ultimo conflitto mondiale, avendo fornito momentanea ospitalità ad un gruppo di partigiani, veniva sottoposto ad una feroce e cieca rappresaglia da parte delle truppe tedesche, che trucidarono trenta suoi cittadini, in maggioranza anziani, donne e bambini e distrussero l'intero abitato.»
— Fraz. Fragheto-Casteldelci, 7 aprile 1944

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di S. Martino
  • Chiesa di Santa Maria in Sasseto, gotica
  • Chiesa di San Nicolò, gotica
  • Torre civica, superstite delle quattro che univano l'antico castello
  • Ponte Vecchio, romanico
  • Casa Museo Sandro Colarieti – Museo Archeologico
  • Poggio Calanco, caratteristico borgo di case in pietra, raggiungibile solo a piedi[8]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
23 aprile 1995 12 giugno 1999 Fortunato Salvatori Lista civica di centro Sindaco [10]
13 giugno 1999 11 giugno 2004 Marcello Ceccarini Lista civica di centro Sindaco [11]
12 giugno 2004 6 giugno 2009 Martina Brizzi Lista civica Sindaco [12]
7 giugno 2009 25 maggio 2014 Mario Fortini Lista civica Alternativa popolare per Casteldelci Sindaco [13]
26 maggio 2014 26 maggio 2019 Luigi Cappella Lista civica Una pagina nuova per Casteldelci Sindaco [14]
27 maggio 2019 in carica Fabiano Tonielli Lista civica Noi per Casteldelci Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 190.
  5. ^ Casteldélci | Sapere.it, su www.sapere.it. URL consultato il 6 agosto 2021.
  6. ^ Atlante delle Stragi Nazifasciste, FRAGHETO CASTELDELCI 07.04.1944 (PDF), su straginazifasciste.it.
  7. ^ La Valmarecchia rimane in Romagna
  8. ^ ITALIAPEDIA | Comune di Casteldelci - Storia, su www.italiapedia.it. URL consultato il 18 dicembre 2021.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  10. ^ Risultati delle elezioni comunali del 23 aprile 1995, Archivio storico delle elezioni del Ministero dell'Interno
  11. ^ Risultato delle elezioni comunali del 13 giugno 1999, Archivio storico delle elezioni del Ministero dell'Interno
  12. ^ Risultato delle elezioni comunali del 12 giugno 2004, Archivio storico delle elezioni del Ministero dell'Interno
  13. ^ Risultato delle elezioni comunali del 7 giugno 2009, Archivio storico delle elezioni del Ministero dell'Interno
  14. ^ Risultato delle elezioni comunali del 25 maggio 2014, Archivio storico delle elezioni del Ministero dell'Interno

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN137554477