Vengeance (2006)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vengeance (2006)
Colonna sonoraVictim degli Eighteen Visions
Prodotto daWWE
BrandRaw
Data25 giugno 2006
SedeCharlotte Bobcats Arena
CittàCharlotte, Carolina del Nord
Spettatori6.800
Cronologia pay-per-view
ECW One Night Stand (2006)Vengeance (2006)The Great American Bash (2006)
Progetto Wrestling

Vengeance (2006) è stata la sesta edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto dalla World Wrestling Entertainment (WWE). L'evento, appartenente al roster di Raw, si svolse il 25 giugno 2006 alla Charlotte Bobcats Arena di Charlotte, Carolina del Nord.

Nonostante l'evento appartenesse al roster di Raw, esso ha visto la partecipazione anche di tre wrestler del roster ECW: l'ECW World Champion e WWE Champion Rob Van Dam, Sabu e Kurt Angle.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata della ECW on Sci-Fi del 13 giugno Rob Van Dam venne premiato con l'ECW World Championship dal General Manager Paul Heyman, rendendo di fatto Van Dam un doppio campione, dato che deteneva anche il WWE Championship. La celebrazione di Van Dam, però, venne interrotta dal contendente n°1 al WWE Championship Edge e dalla sua ragazza Lita, il quale colpì il campione con una Spear. Nella puntata di Raw del 19 giugno Edge sconfisse Ric Flair ma, nel post match, venne attaccato da Van Dam. Nella puntata della ECW on Sci-Fi del 20 giugno Van Dam e Kurt Angle sconfissero Edge e Randy Orton, con Van Dam che schienò Edge dopo una Five Star Frog Splash. Un match tra Rob Van Dam e Edge per il WWE Championship venne dunque sancito per Vengeance.

Il 30 aprile, a Backlash, Shawn Michaels e "God" vennero sconfitti da Vince McMahon e suo figlio Shane in un No Holds Barred match grazie all'aiuto della Spirit Squad (Johnny, Kenny, Mikey, Mitch, Nicky). Nella puntata di Raw del 22 maggio la Spirit Squad attaccò Michaels, infortunandolo al ginocchio (kayfabe). A quel punto, Vince McMahon ordinò a Triple H di colpire Michaels con il suo sledgehammer ma questi, invece, colpì l'intera Spirit Squad. Due settimane dopo, a Raw, Vince McMahon forzò Triple H a combattere in un Gauntlet match contro l'intera Spirit Squad; Triple H non riuscì a reggere lo sforzo ma venne aiutato da Michaels, e i due riformarono la D-Generation X (quattro anni dopo il loro ritorno nel 2002). In seguito a ciò, Vince McMahon annunciò che a Vengeance Triple H e Shawn Michaels avrebbero affrontato la Spirit Squad in un 5-on-2 Handicap match. Nella puntata di Raw del 19 giugno la D-Generation X annunciò ufficialmente il suo ritorno lanciando addosso alla Spirit Squad della vernice verde, umiliandola.

Nella prima puntata di ECW on Sci-Fi del 13 giugno scoppiò una rissa tra Rob Van Dam e Edge, con quest'ultimo che venne a sua volta attaccato da John Cena, in quanto gli costò la difesa del WWE Championship a ECW One Night Stand. In seguito, Cena attaccò anche il General Manager della ECW Paul Heyman, dato che a One Night Stand contò lo schienamento decisivo con cui Cena perse il WWE Championship a favore di Van Dam, nonostante Heyman non fosse l'arbitro della contesa. Dopo i colpi subìti da parte di Cena, Heyman disse che tutto il roster della ECW sarebbe stato presente alla successiva puntata di Raw. La settimana successiva, a Raw, Heyman si presentò assieme a Balls Mahoney, il quale avrebbe dovuto affrontare Cena la sera stessa. Cena sconfisse Mahoney per sottomissione, ma al termine del match Sabu, che nella puntata di ECW on Sci-Fi del 13 giugno vinse una 10-man Extreme Battle Royal con in palio l'opportunità di sfidare Cena a Vengeance, apparì e attaccò l'ex WWE Champion colpendolo con un leg drop attraverso il tavolo dei commentatori. La sera dopo, a ECW on Sci-Fi, Cena si presentò davanti a tutto il roster della ECW e sfidò Sabu ad un Extreme Rules Lumberjack match per Vengeance, il quale accettò.

Evento[modifica | modifica wikitesto]

Prima della messa in onda dell'evento, Val Venis sconfisse Rob Conway in un dark match.

Match preliminari[modifica | modifica wikitesto]

Il primo match dell'evento fu tra Randy Orton e Kurt Angle. Durante le fasi iniziali del match entrambi si portarono in vantaggio l'uno sull'altro. Angle controllò gran parte del match, mentre Orton cercò di evitare il più possibile gli attacchi di Angle. Angle tentò poi di eseguire un suplex sull'apron ring ai danni di Orton, ma lo stesso Angle rinunciò all'esecuzione della manovra. In seguito Angle colpì Orton con un belly to belly suplex sul pavimento esterno. A metà match Orton tentò di eseguire la RKO, però Angle contrattaccò la mossa spingendo Orton verso un angolo del ring. Orton ne approfittò e rimosse un cuscinetto di protezione dal tenditore delle corde; lasciandolo così esposto. Dopodiché Angle colpì Orton con una serie di german suplex per poi applicare su di lui la Ankle Lock; tuttavia Orton si liberò dalla presa di sottomissione lanciando Angle contro il tenditore delle corde esposto in precedenza. In seguito all'impatto Orton ebbe la strada spianata per eseguire la RKO ai danni di Angle e schienarlo; vincendo così il match.

Il match seguente fu tra Umaga e Eugene. In quello che fu uno squash match (durato appena 1 minuto e 26 secondi), Umaga sfruttò la sua forza e potenza per dominare Eugene. Il match terminò dopo che Umaga schienò Eugene per vincere l'incontro in seguito all'esecuzione del Samoan Spike. Al termine del match Umaga attaccò anche Jim Duggan e Doink the Clown, i quali erano giunti a bordo ring per assistere Eugene.

Il terzo match fu il 2-out-of-3 Falls match tra Ric Flair e Mick Foley. Durante le fasi iniziali del match Foley si portò in vantaggio dopo che colpì Flair con un Double Underhook DDT. Foley controllò gran parte del match finché non tentò di applicare la figure-four leglock sullo stesso Flair; difatti Flair rovesciò la manovra in un inside cradle e schienò Foley per aggiudicarsi la prima caduta. Frustrato per l'errore commesso, Foley prese un bidone dell'immondizia da sotto il ring per poi tentare di colpire Flair; tuttavia il Nature Boy evitò l'attacco ed applicò la figure-four leglock su Foley. Foley si liberò in seguito dalla presa di sottomissione; salvo poi colpire Flair al volto con il bidone dell'immondizia venendo così squalificato. Dato che Foley subì la squalifica, Flair si aggiudicò anche la seconda caduta; vincendo l'incontro per 2-0. Dopo che il match finì Foley colpì Flair con una mazza di filo spinato; lasciandolo sanguinante al volto all'interno del ring.

Il match successivo fu il Triple Threat match valevole per l'Intercontinental Championship tra il campione Shelton Benjamin e gli sfidanti Carlito e Johnny Nitro. Il match iniziò con Carlito che eseguì uno springboard moonsault sia su Benjamin che su Nitro. A metà match Carlito mise Nitro ad un angolo del ring nella posizione del tree of woe per poi salire sulla terza corda; tuttavia Benjamin saltò repentinamente sulla medesima corda anticipando così Carlito. Mentre Benjamin stava per eseguire un superplex ai danni di Carlito, Nitro afferrò lo stesso Benjamin e lo schiantò al suolo con un super german suplex; così facendo Benjamin colpì a sua volta Carlito con il superplex scaturendo una tower of doom. In seguito Carlito eseguì il Backcracker su Benjamin e, approfittando di ciò, Nitro lanciò Carlito all'esterno del ring per poi schienare Benjamin, vincendo così il match e conquistando allo stesso tempo il titolo intercontinentale.

Match principali[modifica | modifica wikitesto]

Il quinto match della serata fu quello valevole per il WWE Championship tra il campione Rob Van Dam e lo sfidante Edge (con Lita). Durante le fasi iniziali del match Edge controllò la contesa dopo che colpì Van Dam con un sunset flip powerbomb sul pavimento esterno. In seguito Van Dam si portò in vantaggio dopo l'esecuzione di un crossbody all'esterno del quadrato ai danni di Edge. Dopodiché entrambi si portarono in vantaggio l'uno sull'altro, finché Van Dam non mise inavvertitamente KO l'arbitro del match. Edge tentò dunque di approfittarne e, dato che Lita gli diede il WWE Championship, provò a colpire Van Dam con il titolo; tuttavia il campione contrattaccò colpendo Edge con uno spinning kick. Edge tornò poi in controllo del match e tentò di colpire Van Dam con la Spear, mentre Lita incastrò una sedia d'acciaio tra due corde del ring. Edge prese la rincorsa per colpire Van Dam con la Spear, ma all'ultimo istante il campione si scansò evitando la manovra; di conseguenza Edge schiantò il proprio viso attraverso la sedia incastrata in precedenza da Lita. Approfittando dell'accaduto, Van Dam eseguì la Five Star Frog Splash su Edge per poi schienarlo e mantenere il WWE Championship.

Il match seguente fu tra Kane e l'Impostor Kane. Durante le fasi iniziali del match l'Impostor Kane si portò in vantaggio nei confronti di Kane dopo l'esecuzione di una sidewalk slam. In seguito l'Impostor Kane tentò di eseguire la Chokeslam su Kane, ma quest'ultimo contrattaccò la manovra colpendo l'Impostor Kane con una DDT. Nel finale l'Impostor Kane eseguì la Chokeslam su Kane per poi schienarlo e vincere il match.

Il settimo match fu l'Extreme Rules Lumberjack match tra John Cena e Sabu. Il match iniziò con Cena che lanciò Sabu all'esterno del ring, dove i lumberjacks di Raw (schierati dalla parte di Cena) iniziarono ad attaccarlo per poi rigettarlo all'interno del quadrato. In seguito Sabu si portò in vantaggio nei confronti di Cena per poi spingerlo verso i lumberjacks della ECW (schierati dalla parte di Sabu), i quali iniziarono ad attaccarlo pesantemente. Durante il corso del match Sabu dominò Cena eseguendo un somersault leg drop con l'ausilio di una sedia d'acciaio. Cena iniziò poi a controllare la contesa dopo che contrattaccò un tentativo di flying crossbody da parte di Sabu. A metà match, i lumberjacks di Raw e della ECW iniziarono ad attaccarsi a vicenda. Successivamente, dopo che Sabu colpì Cena al volto con una sedia a bordo ring, alcuni lumberjacks della ECW posizionarono Cena su di un tavolo; tuttavia i lumberjacks di Raw aiutarono Cena il quale contrattaccò colpendo Sabu con una kendo stick. Dopo essere tornati sul ring, Cena colpì Sabu con una sedia per poi gettarlo attraverso un tavolo (posizionato all'esterno del ring) eseguendo la F-U. Dopodiché i lumberjacks di Raw riportarono Sabu sul ring permettendo a Cena di applicare su di lui la STFU, con la quale lo stesso Cena forzò Sabu alla sottomissione per vincere il match.

Il main event vide la D-Generation X (Triple H e Shawn Michaels) affrontare la Spirit Squad (Johnny, Kenny, Mikey, Mitch e Nicky) in un 5-on-2 Handicap match. Durante le fasi iniziali del match Michaels dominò Mitch per poi dare il cambio a Triple H. Mitch diede poi il cambio a Johnny, il quale fronteggiò Triple H. Dopo che Triple H diede il cambio a Michaels, la Spirit Squad iniziò a controllare la contesa in seguito all'esecuzione di un enzuigiri da parte di Johnny ai danni di Michaels. Successivamente Nicky, che prese il cambio da Johnny, distrasse l'arbitro del match permettendo agli altri membri della Spirit Squad di gettare Michaels all'esterno del ring per poi colpirlo con una sedia d'acciaio. Dopo essere tornati sul quadrato, ogni membro della Spirit Squad continuò a dominare Michaels finché quest'ultimo non colpì sia Nicky che Mikey con una Double DDT. In seguito a ciò Michaels diede il cambio a Triple H, che fece piazza pulita respingendo qualsiasi attacco della Spirit Squad. Nel finale Triple H eseguì il Pedigree su Kenny (diventato nel frattempo l'uomo legale della Spirit Squad), mentre Michaels colpì Johnny con una fulminea Sweet Chin Music; Triple H schienò poi Kenny per vincere il match a favore della DX.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata
Dark Val Venis ha sconfitto Rob Conway Single match
1 Randy Orton ha sconfitto Kurt Angle (ECW) Single match 12:50
2 Umaga (con Armando Alejandro Estrada) ha sconfitto Eugene (con Doink the Clown e Kamala) Single match 01:26
3 Ric Flair ha sconfitto Mick Foley per 2-0 2-out-of-3 Falls match 07:32
4 Johnny Nitro (con Melina) ha sconfitto Shelton Benjamin (c) e Carlito Triple Threat match per il WWE Intercontinental Championship 12:01
5 Rob Van Dam (c) (ECW) ha sconfitto Edge (con Lita) Single match per il WWE Championship 17:55
6 Impostor Kane ha sconfitto Kane Single match 07:00
7 John Cena ha sconfitto Sabu (ECW) per sottomissione Extreme Rules Lumberjack match[1] 06:38
8 D-Generation X (Shawn Michaels e Triple H) ha sconfitto The Spirit Squad (Johnny, Kenny, Mikey, Mitch e Nicky) 5-on-2 Handicap match 17:45

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling